Tag Archives: viaggi

Libri-giornata-mondiale-copertina

Come celebrare la giornata mondiale dei libri

Leggere fa bene alla mente e allo spirito!

Oggi il team di Giftsitter.com non vuole ispirarvi con i soliti consigli su mete per il vostro viaggio, idee per il vostro compleanno o  per il vostro matrimonio. Vogliamo questa volta consigliarvi, in occasione della giornata mondiale dei libri, dieci letture interessanti.

Ci siamo concentrati su 5 libri divertenti per il vostro matrimonio e 5 libri ispirati alla tematica del viaggio. Leggere libri alimenta il vostro spirito e soprattutto la vostra mente. Per chi è assetato di conoscenza, un libro è la fonte principale per scoprire nuove ispirazioni. Iniziare una lettura, indipendentemente dalla tipologia, è come intraprendere un viaggio tra l’odore della carta stampata che vi porterà lontano con la fantasia.

5 LIBRI PER IL VOSTRO MATRIMONIO

  1. Matrimonio. Un manuale di sopravvivenza, Tessa Clyaton
  2. Un matrimonio ideale e altre novelle, Luigi Pirandello
  3. Io che amo solo te (Scrittori italiani e stranieri), Luca Bianchini
  4. Il diario del mio matrimonio, Sam Binnie
  5. Non ditelo allo sposo, Anna Bell

5 LIBRI CHE VI FARANNO VIAGGIARE:

  1. I Viaggi Di Gulliver, Jonathan Swift
  2. Un indovino mi disse, Tiziano Terzani
  3. Nelle terre estreme, Jon Krakauer
  4. Strade blu, William Least
  5. In India. Cronache per veri viaggiatori, Raffaella Milandri

Libri-giornata-mondiale-viaggi-gulliver

Ma non finisce qui. Vogliamo anche suggerire a tutte le mamme 5 fiabe da leggere insieme ai vostri bambini, per un tenero momento da condividere con loro. Dopo la frenesia di una giornata qualunque, cosa c’è di meglio che rilassarvi con il vostro piccolo?

5 FIABE SPECIALI:

  1. Le fiabe dei fratelli Grimm
  2. Il Piccolo Principe
  3. Raperonzolo
  4. Pinocchio
  5. I vestiti nuovi dell’Imperatore: Le fiabe di Andersen

Libri-giornata-mondiale-piccolo-principe

Il team di Giftsitter spera di avervi invogliato nell’acquisto di un libro per voi o per i vostri familiari. Ricordate che i libri sono sinonimo di ricchezza e conoscenza interiore!

Oslo2

Viaggio in Norvegia: cosa vedere ad Oslo

Cosa vedere ad Oslo: turismo per tutti i gusti!

Già vi ho raccontato della mia esperienza a Capo Nord (una bimba di 10 anni affascinata dal sole di mezzanotte), ma quel viaggio lì fu molto lungo e prima di arrivare al famosissimo “punto estremo”, insieme alla mia allegra famiglia andammo in giro per tutta la penisola scandinava. Una delle città che ricordo particolarmente con estremo piacere è Oslo, la capitale della Norvegia.

Sono molte le attrazioni da visitare in Norvegia e nella capitale e soprattutto sono adatte ad ogni tipo di turista: paesaggi naturalistici, musei e divertimento. Praticamente ce n’è per tutti i gusti!

Ecco le cose da vedere ad Oslo tra le più caratteristiche e amate!

Oslo Opera House

Sulle rive del distretto di Bjørvik si trova uno degli edifici più suggestivi della città, disegnato dal famoso studio norvegese Snøhetta. La struttura, completamente in vetro e marmo, è ormai caratteristica dello skyline della città. Salite sul tetto per fare un picnic godendo di una vista mozzafiato.

Cosa_vedere_ad_Oslo Opera House Norway

Le opere di Edvard Munch.

Fingere di urlare accanto al famosissimo Urlo è forse tra le foto cliché di ogni turista che visita Oslo. Le opere di Munch potete andarle a vedere alla Galleria Nazionale, dove potrete ammirare anche alcuni quadri di Picasso, Van Gogh, Matisse e Rodin, e al Munch Museum.

Cosa_vedere_ad_Oslo_munchurlo

Vigeland Park

Volete rimanere a bocca aperta? Andate a passeggiare tra le statue del Vigeland Park, ideate dallo scultore norvegese Gustav Vigeland. Di sicuro uno spettacolo strabiliante è rappresentato dalle 214 statue di uomini, donne e bambini nudi a grandezza naturale ammassate una sopra l’altra. Uno spettacolo che allo stesso tempo è sia stupefacente che un tantino inquietante poiché si percepisce n ogni statua l’emozione scolpita dallo scultore.

Cosa_vedere_ad_Oslo

Museo delle navi vichinghe

Volete immergervi completamente nell’atmosfera nordica del passato? Non potete perdere il museo delle navi vichinghe. Non è difficile immaginare queste enormi imbarcazioni attraversare i fiordi norvegesi. Davvero da non perdere!

Cosa_vedere_ad_Oslo_museo_navi

Il Quartiere Grünerløkka

Ecco una meta per gli amici amanti della vita notturna e del fashion! Questo quartiere di Oslo, tra i più belli e frequentati della città, è pieno di boutique e negozi di design, abbigliamento (soprattutto vintage) e profumerie dove poter trovare fragranze uniche. Inoltre, non fatevi sfuggire l’occasione di entrare in uno dei famosissimi bar dove gustare un ottimo caffè nero o in un ristorante dove mangiare la cucina tipica. Solo la domenica è possibile gironzolare tra le bancarelle del mercatino del vintage al Birkelunden Park. Per gli appassionati di musica è possibile visitare il Popsenteret, il museo musicale interattivo della città, per conoscere la storia del pop norvegese ed avere la possibilità di registrare un brano e creare anche la copertina di un disco.

Skaperverket_Cosa_vedere_ad_Oslo

Una piccola crociera tra le isole

Amanti della natura fatevi avanti! Si poteva non parlare di fiordi in Norvegia? Il fiordo di Oslo, Oslofjord, è pieno di piccoli isolotti e spiaggete che offrono scorci mozzafiato. con il traghetto potrete visitare Hovedøya, con un monastero cistercense costruito dai monaci inglesi, l’isola Langøyene per una passeggiata tra i sentieri tortuosi nei boschi, Lindoya con i suoi piccoli e accoglienti piccoli giardini e Gressholmen dove immergersi in una splendida riserva naturale.

Cosa_vedere_ad_Oslo_fiordi

TusenFryd Amusement Park

Voglia di divertimento? Siete in viaggio con la famiglia e volete cercate un diversivo per far divertire grandi e piccini? Tusenfryd è il parco divertimenti più grande di Norvegia con montagne russe, giostre e parco acquatico.

Cosa_vedere_ad_Oslo_parcodivertimento

Conoscevate queste attrazioni di Oslo? Raccontateci le vostre esperienze in giro per il mondo!

vicini_fastidiosi_viaggi_in_aereo

Viaggi in aereo: 10 vicini di posto da evitare

Fastidiosi, invadenti e insopportabili: viaggi in aereo da dimenticare!

Se siete dei viaggiatori incalliti, magari dei viaggiatori solitari, di quelli che ogni occasione è buona per partire alla scoperta di un luogo sconosciuto, allora avrete viaggiato tante volte in aereo. Non tutti i viaggi in aereo sono ugualmente piacevoli, soprattutto se, ahimè, accanto a noi abbiamo un vicino di posto fastidioso.

Ecco la lista degli 10 vicini di posto da evitare in aereo!

1. Il “nemico invasore”

vicini_aereoTranquilli, dati i tempi che corrono non vogliamo alimentare paure. Si sta parlando semplicemente di monopolizzatori di bracciolo, di posto altrui e, addirittura, in casi estremi di spazio vitale. Lo spazio di agio in aereo è poco, soprattutto in classe economica e una regola non scritta è quella di non valicare il confine del bracciolo e invece no! Loro si impossessano dello spazio altrui e Dio non voglia che abbiano sonno! Vi ritroverete un peso morto addosso senza neanche accorgervene.

2. Il “doccia non ti conosco”

Non è bello da dirsi, ma ogni tanto ci capita qualcuno che tiene poco alla propria igiene personale. Questo tipo di vicino è davvero fastidiosissimo.

3. Il “ci provo con tutte, ma con poco successo”

Un’infinità di film americani ci hanno fatto credere che in aereo è possibile trovare la propria anima gemella. Credo sia davvero giunto il momento di sfatare questo irritante mito. Non che non sia possibile, ma avere accanto un provolone che ci prova spudoratamente senza successo è imbarazzante. Sentirsi incastrati nella situazione in cui “mi dai il tuo numero?” avviene quando mancano altre 2 ore all’atterraggio e dover trovare ogni scusa  per sviare ogni avance non è affatto piacevole.

4. Il “seguo il ritmo”

Le cuffie sono state create per poter ascoltare la propria musica in intimità. Ma mettere un volume esagerato tanto da far sentire la musica a tutto il velivolo non è il caso.

5. La comitiva in vacanza

In questo caso non parliamo di un singolo vicino posto, ma di un’intera massa di passeggeri che vi circonderà: avrete come sottofondo musicale i loro schiamazzi, le loro risate, le domande idiote e l’immancabile urlo “selfieeeeeee”!

6. Il “sono indecente e me ne vanto”

vicini_viaggi_in_aereoFanno parte di questa categoria tutti quelli che non hanno alcun tipo di problema a attuare in pubblico le seguenti pratiche sgradevoli:

  • disinfestazione approfondita dei condotti nasali;
  • emissione di flatulenze;
  • masticazione davvero molto rumorosa;
  • accendere il telefono quando ancora non si è autorizzati a farlo;
  • urlare con l’amico seduto 10 o più file lontane.

7. Il chiacchierone seriale

Non aspetta altro e raccontarti la storia della sua vita partendo dalla notte dei tempi. Attenzione, qualsiasi cosa può essere uno spunto per attaccare bottone!

8. Le coppiette separate

Vi hanno assegnato il posto centrale e vi accorgete che le due persone che stanno dal lato finestrino e corridoio sono una coppia. Chiedete subito di cambiare il posto con quello nel lato corridoio se non volete ritrovarvi in mezzo ad effusioni amorose o, peggio, litigi di coppia.

9. L’affamato

Non importa se il volo durerà 1 o 16 ore, l’affamato in ogni caso passerà tutto il viaggio a mangiare. C’è chi pensa di dover fare il cenone di Natale in aereo e dover ordinare qualsiasi pietanza proposta nel volantino.

10. L’applauditore

viaggi_in_aereo_vicini_applaudireNon ci crederete, ma è così: nel 2015 c’è ancora chi nel momento dell’atterraggio ha uno scatto di entusiasmo improvviso e comincia ad applaudire. Ci sarà prima o poi lo studio di qualche università americana sconosciuta che riuscirà a trovare una spiegazione “logica” a questi tipo di comportamento ossessivo compulsivo. Per adesso portate pazienza!

Sperando di non avermi messo paura, non vi resta che scegliere la vostra futura meta, sperando di non incontrare uno di questi tipi qui in uno dei vostri viaggi in aereo!

 

Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

 

teschio_fumante

Viaggi da brivido: i 5 luoghi più spettrali del mondo

Halloween è alle porte e cosa c’è di meglio di un viaggio nell’aldilà? Tranquilli per questa volta non scomoderemo il nostro caro amico Ade, ma andremo a scoprire i posti più spettrali al mondo: cimiteri, cripte e villaggi sotterranei. Di sicuro si tratta di mete di viaggio strambe e fuori dal comune: alcune da far accapponare la pelle!

Pronti per un viaggio ai confini del mondo mortale?

1- Neptune memorial reef, Miami

Gli amanti delle immersioni e dei paesaggi spettrali non potranno farsi scappare questa chicca. Un mausoleo subacqueo nelle coste della Florida. La più grande barriera corallina artificiale del mondo che rievoca l’antica città perduta!

2- Mummie di Savoca

MUMMIE DI SAVOCA0001

Gli amanti dei film dell’orrore non potranno non andare almeno una volta a Savoca nella bella Sicilia per poter ammirare ben 37 corpi imbalsamati. Strano, ma vero, nella cripta del convento vengono conservate delle mummie in perfetto stato. Questo macabro spettacolo è opera dei frati cappuccini che imbalsamarono alcuni corpi dei loro confratelli. Sembra infatti che nell’ottocento la mummificazione dei corpi fosse una pratica, per così dire, “alla moda”.

3- Ossario di Sedlec

Seldec_ossario_Kutnà_Hora_giftsitter

Se gli scheletri sono la vostra passione non potete rinunciare a visitare l’ossario di Sedlec, una piccola cappella cristiana collocata nel cimitero della chiesa di tutti i Santi a Sedlec, una frazione di Kutná Hora nella Repubblica Ceca. L’ossario contiene approssimativamente 40.000 scheletri umani scomposti e disposti in maniera tale da creare un sistema decorativo che adorna gli interni dell’edificio. Lampadari, quadri e mobilia: tutto è composto da teschi e ossa. Composizioni da brivido!

4- Small River Cemetery N.5, Cina

mummies-and-cheese

Nel mezzo di un terrificante deserto a nord del Tibet, nel 1934 l’archeologo svedese Folke Bergman scoprì uno straordinario cimitero. Dimenticato poi per 66 anni, venne ritrovato col GPS dagli archeologi cinesi. Il cimitero, noto come Small River Cemetery No. 5, giace vicino al letto di un fiume essiccato, nel bacino del Tarim e la quantità di mummie presenti è sconvolgente, considerando che si sviluppa in ben cinque livelli.

5- Hanging Coffins, Filippine

bare-sospese-sagada

A nord di Manila, nelle Filippine, sorge uno dei cimiteri più strani al mondo. Qui la gente di Sagada ha messo a punto un rituale di sepoltura unico che consiste nel collocamento delle bare dei parenti morti sospese nelle grotte. Un cimitero fuori dal comune da ammirare dal basso verso l’alto!

Non state più nella pelle? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

 

 

as_surf_slater_2048

8 mete viaggio per surfisti

Viaggi alla ricerca dell’onda perfetta, questo cercano i surfisti

Adrenalina a mille, emozioni mozzafiato, sfide sempre più grandi: è questo ciò che si cerca tra il tondeggiare delle onde. Alessandro Piu, campione internazionale di surf, nel documentario a lui dedicato intitolato Cold Seduction racconta:

Ho iniziato a surfare perché guardavo le foto delle onde oceaniche ed era come se già sapessi cosa avrei voluto fare nel futuro. Vivo per migliorarmi, per spingere i miei limiti fin dove posso e per dimostrare che con impegno tutto si può fare. Ricerco le emozioni, l’adrenalina, il feeling con la natura, l’esperienza, la tranquillità interiore, la sfida.

Surfisti professionisti o meno, per gli appassionati di questo sport il richiamo del mare è fortissimo. Ecco perché noi di Giftsitter.com abbiamo scelto 8 mete (anche non convenzionali) per chi è alla ricerca dell’onda perfetta.

8. Uruguay

Di sicuro non sono le migliori onde del pianeta, ma adatte a chi vuole imparare!

surf_uruguay

7. Puerto Escondido, Messico

Situato nella regione meridionale del Messico continente, Puerto Escondido offre onde adatte ai principianti e nei momenti di pausa una birra fresca vi terrà compagnia.

Trevor-Sven-Carlson-Puerto-Escondido-Mexico_Surf-Channel-photo-Daniel-Flash-Nava-Duran_3922-650x433

Foto: Daniel Nava Flash Duran

6. Thailandia

La Thailandia è nota per avere alcune delle più belle spiagge del mondo. Quello che molti non sanno è che queste spiagge hanno anche onde incredibili. Provare per credere!

Surf-THAILAND

5. Sri Lanka

Anno dopo anno lo Ski Lanka si sta guadagnando un posto d’onore nella classifica mondiale delle spiagge adatte agli appassionati di surf.

Nevins_Galle-Sri-Lanka_TheSurfChannel

Matt Beacham, Nevins Galle, in Sri Lanka.

4. Bali, Indonesia

Con migliaia di miglia di costa, l’Indonesia è diventata una delle mete più ambite per surfare in tutto il mondo.

Surf_indonesia

3. Portorico, West Coast

L’acqua cristallina le spiagge di sabbia bianca e le palme vi lasceranno a bocca aperta. Cosa dire delle onde? Stupefacenti!

William Sue-A-Quan - Action

 William Sue-A-Quan, Portorico. Foto: Red Bull / Stilo

2. Marocco

Chi lo avrebbe mai detto? La California è senza dubbio il sogno di ogni surfista, ma il marocco offre onde bellissime a prezzi contenuti!

1. California

California, c’è altro da aggiungere?

mavericks-apple-named-its-new-os-after-this-california-surf-spot

Non state più nella pelle? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

giro del mondo

Giro del mondo in 4 minuti: il racconto di Walter Chang

Un video di soli 4 minuti che racconta l’avventura di un viaggiatore durata 3 anni.

Qual è il sogno di tutti gli amanti dei viaggi? Che domande, fare il giro del mondo!

Poter visitare e scoprire ciò che c’è di meraviglioso nel mondo è il sogno di tantissimi, ma, ahimè, non realizzabile da molti. Non tutti hanno il coraggio di lasciare casa e lavoro per inseguire un sogno. Per fortuna qualcuno lo fa e, anche con una foto o video, può farci viaggiare con la mente e sognare luoghi esotici, città cosmopolite, paesaggi incontaminati, skyline da mozzare il fiato.

Ebbene sì, lui è il 28enne statunitense Walter Chang! Nel 2011 ha deciso che era arrivato il momento di seguire la sua passione, ovvero viaggiare, e per tre anni ha attraversato il globo e visitato ben 60 Paesi diversi accompagnato da uno zaino e una fotocamera per immortalare la sua “impresa titanica”. Un’avventura mozzafiato che potrebbero vivere in pochi, ma che è stata documentata in un montaggio-timelapse di poco meno di 4 minuti, fruibile a tutti, che ha letteralmente fatto impazzire il web.

Ecco il video che ha pubblicato Walter Chang sul proprio canale Youtube:

Che dire, davvero impressionante! In soli 4 minuti Walter Chang ci rende partecipi in prima persona. Chi non vorrebbe vivere un’avventura così? Il mondo è pieno di posti da scoprire, città da visitare, persone da incontrare, sguardi da incrociare, luoghi da vivere. Non resta che sognare ad occhi aperti o mettere uno zaino in spalla e partire!

Non state più nella pelle? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com, l’unica lista viaggio che dà piena libertà al festeggiato!

meeting-friends-traveling-656x360

Compagni di viaggio: 12 tipi da evitare!

Tutti amiamo viaggiare, ma in maniera completamente diversa. Se è vero che l’istinto di scoprire nuovi luoghi è insito nel nostro DNA, è anche vero che non tutti abbiamo lo stesso concetto di viaggio: c’è chi ama l’avventura, chi il relax, chi visitare i musei, chi passeggiare immerso nella natura.

Ecco perché bisogna scegliere bene i propri compagni di viaggio e evitare le rogne. Noi di Giftsitter.com abbiamo stilato ben 12 profili di viaggiatori diversi che sarebbe meglio tenere a bada o, in alcuni casi estremi, evitare come la peste!

1. IL FANATICO DELL’AVVENTURA

L’Indiana Jones della comitiva. Per lui viaggio significa andare a fare parapendio, scalare una montagna o immersione subacquea. Se è in un luogo apparentemente tranquillo, lui trova il modo di trasformare il tutto in un’avventura mozzafiato. Questo tipo di viaggiatore è un ottimo compagno di viaggi se volete provare emozioni forti, ma se siete tipi da lettino in spiaggia e cocktail fresco sotto l’ombrellone, non è il vostro compagno di viaggi ideale.

2. IL MANIACO DELL’ORGANIZZAZIONE

La sua mente è un computer: da quando ha scelto la meta del viaggio ha pianificato tutto nei minimi dettagli. Mesi prima della partenza sa già dove andrà a dormire e a mangiare, quanti giorni si fermerà in un luogo. Rispettare la tabella di marcia prefissata è un obbligo: non chiedete mai un fuori programma, potrebbe andare in escandescenza!

3. L’IPOCONDRIACO

Ebbene sì, questa tipologia di viaggiatore comincia a preparare la valigia inserendo per primi i farmaci e quantità imbarazzanti di igienizzante per le mani. Fa in largo anticipo tutti i vaccini adeguati (e non) ed è informato sulle varie profilassi da effettuare in caso di bisogno, salvo poi, in effettivo caso di bisogno, essere troppo preso dall’ansia per ricordarsene. Un compagno di viaggio più o meno tranquillo, basta non farsi contagiare dalle sue paure e ansie e il gioco è fatto.

Compagni di viaggio: 12 tipi da evitare! Giftsitter

4. LA COPPIA

Formata fisicamente da un duo, ma mentalmente è un unico viaggiatore. Se a uno dei due componenti della coppia non va di fare qualcosa, automaticamente contagerà anche l’altro e stresserà voi. Tra baci, abbracci, parole dolci e vocine… non ci sarà tregua, noi abbiamo avvertito!

5. L’ELETTRIZZATO

L’erba del vicino è sempre più verde. Quello che c’è fuori dalla sua porta di casa è sempre più bello e affascinante. Il fatto di essere in un luogo diverso da quello in cui si vive rende tutto estremamente migliore e spettacolare. Lo troverete osservare con meraviglia ogni cosa, non distraetelo con un “ma in realtà c’è anche da noi”, non serve a nulla.

6. IL FRIGNONE

Completamente all’opposto dell’elettrizzato c’è il frignone. Nulla è come desidera: la camera fa schifo, il cibo fa schifo, la città fa schifo, anche le zanzare fanno più schifo in viaggio che a casa! Viaggiare con questo “personaggio” è uno strazio. Scappate a gambe levate… se potete!

7. IL FESTAIOLO

La movida è il suo mestiere, in qualsiasi luogo si trovi fiuta a distanza di chilometri la presenza di un wine bar. Alle otto del mattino non si sveglierà mai per andare a visitare monumenti o per fare un escursione ma, al vostro ritorno, avrà organizzato tutto per la serata.

Compagni di viaggio: 12 tipi da evitare! giftsitter

8. IL TECNOLOGICO

Il tecnologico è quello che prima della partenza scarica tutte le mappe sul suo smartphone e si procura ogni tipo di carica batterie da viaggio, batterie di supporto e/o mini generatori a pannelli solari per riprendere e fotografare ogni istante della giornata. Ovviamente a lui non manca la connessione, quindi in tempo reale verrete taggati su ogni suo aggiornamento di stato e foto che posterà sui social. Sarete interrotti in qualsiasi momento dall’urlo “SELFIEEEEE” e sarà impossibile esimersi. Avrete un reportage completo della vacanza minuto per minuto: sarete i più paparazzati e geologalizzati in vacanza!

9. LA GUIDA TURISTICA

Prima di partire si documenta sugli ultimi cent’anni di storia del luogo in cui andrà in vacanza, compra tre tipi diversi di guide turistiche per avere la certezza di non aver dimenticato nulla. Un logorroico per eccellenza, prima di partire assicuratevi di aver capito dove si trova il pulsante di pausa o siete finiti!

10. IL BIMBO SPERDUTO

Questo tipo di viaggiatore va d’accordo con il maniaco dell’organizzazione e la guida turistica perché si affiderebbe ciecamente a loro senza batter ciglio. È il classico tipo che parte per un viaggio senza sapere bene nemmeno dove sta andando. Non ha idea di dove si trova. Non sa dove andare, cosa vedere, perché si trova lì. Sicuramente un tipo che “dove lo metti sta”, ma mai chiedergli un consiglio o un’idea per organizzare il tour, non saprebbe cosa rispondervi!

11. IL SALUTISTA

Nel momento della scelta della meta, opterà sempre per luoghi in cui potrà fare comodamente la sua sessione di jogging mattutino o yoga. Niente pasti malsani e jank food: in qualsiasi luogo vi troviate lui cercherà la sua insalatina e il suo cibo senza grassi. Che cosa mangi lui poco importa, ma attenzione è capace di farvi un rapido calcolo delle calorie del piatto che state per mangiare, cercando così di farvi venire i sensi di colpa. Il nostro consiglio? Fregatevene e godetevi il cibo del luogo rigorosamente fritto e unto.

12. IL TIRCHIO

Va bene non sforare il budget, ma fare 2 chilometri a piedi in più perché in quel ristorante che aveva adocchiato 3 ore prima il menù turistico lo davano a 10,99 invece di 12,99 è da folli!

Forse è il caso di viaggiare da soli o siete ancora convinti che è possibile trovare il compagno di viaggio giusto?

Avete scelto il compagno di viaggi ideale o pensate a un viaggio in solitaria? In ogni caso, perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

 

uk_students_from_studying_abroad

10 viaggi estremi ai confini del mondo!

Viaggiare ai confini del mondo e scoprire paesaggi mozzafiato. Ecco le 10 mete da non perdere!

C’è chi viaggia per trovare pace e relax, c’è chi cerca avventura e adrenalina, c’è chi vuole perdersi in paesaggi mozzafiato e incredibili. Ad ognuno il proprio viaggio. Ecco che noi di Giftsitter.com vi proponiamo 10 mete ai confini del mondo. Scegliete la vostra preferita!

1. FOGO ISLAND – La più grande delle isole del Newfoundland e del Labrador (Canada) presenta un ambiente apocalittico di rocce ghiacciate. Se in generale non esistono più le mezze stagioni, qui di stagioni se ne trovano ben sette: le temperature e il tempo atmosferico possono avere cambi repentini in poche ore.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter Carlb-fogo-newfoundland-2002

2. PENISOLA DELLA KAMCHATKA – Nella punta estrema della Russia, tra il mar occidentale della Siberia e l’Oceano Pacifico, si trovano una zona vulcanica immersa nei ghiacciai e un parco naturale, entrambi dichiarati Patrimonio Unesco. Fino a venti anni fa questa zona era una delle posizioni strategiche militari russe e per questo motivo era impossibile visitarla a scopo turistico. Oggi, invece è possibile raggiungere questa penisola con un volo da Mosca. La sua unicità è dovuta alla forma a cono dei vulcani presenti e ai geyser e alle pozze di fango bollenti. Un paesaggio che potremmo definire estremo!

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter kamchatka

3. AITUTAKI – Un isolotto della Nuova Zelanda di 20 kmq di terra e circa 45 di laguna. Si tratta di una distesa blu punteggiata da bianchissimi motu, abbracciata e protetta dalla barriera corallina. Non a caso è considerata una delle lagune più belle al mondo.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter Aitutaki

4. NISEKO – La cittadina di Niseko è un importante villaggio sciistico del Giappone si trova sull’isola di Hokkaido ed ha come caratteristica principale una nevosità estrema. La neve, chiamata dai locali “polvere di champagne” ricopre la cittadina da Dicembre ad Aprile grazie ai gelidi venti provenienti dalla Siberia, richiamati dalla depressione, che scorrendo sulla superficie marina si caricano di umidità, per poi riversare enormi quantità di neve sull’isola.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter

5. CAYO GUILLIERMO – Cuba è famosa per le sue splendide spiagge, baciate dall’Oceano Atlantico a nord e dal Mar dei Caraibi a Sud. Una delle migliori spiagge del paese è Playa Pilar che si trova all’estremità occidentale di Cayo Guillermo. Questa spiaggia prende il nome dalla barca di Ernest Hemingway, il Pilar, che ispirò il suo ultimo romanzo “Isole nella corrente”. Inizialmente abitata da pescatori e produttori di carbone, l’isola ha guadagnato la fama nel 1960 per la pesca d’altura. Ideale per riposo ma anche per sport acquatici quali Diving per i suoi fondali rigogliosi e Kitesurf date le sue lagune con acqua bassa e piatta anche lontano dalla costa con venti moderati e costanti soprattutto in inverno.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter

6. NUOVA CALEDONIA – La Nuova Caledonia è di sicuro una destinazione atipica. Bagnata dalle acque cristalline nel cuore dell’Oceano Pacifico e cullata tutto l’anno da dolci alisei, il Caillou ha molto da offrire, oltre alle sue spiagge paradisiache e a un sole caldo e luminoso.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter

7. DRAKENSBERG – Dichiarati patrimonio dell’Unesco nel 2000, i Drakensberg dominando con una scarpata quasi verticale gli altopiani, creano una sensazionale fantasia di dirupi e burroni, una sfida per i più avventurosi che diventano luoghi di incomparabile bellezza per i meno sportivi. Notevole e varia è la flora, con migliaia di specie di piante e fiori selvatici, di cui molti endemici, oltre a foreste sempreverdi, praterie e brughiere.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter Amphitheatre_Drakensberg_View

8. LAUCALA ISLAND – Un piccolo paradiso terrestre. Laucala è la più grande delle tre isolette a est di Trurston Point delle Fiji. Qui si trovano montagne vulcaniche, foreste pluviali, giungla, spiagge bianche e una barriera corallina incomparabile.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter KONICA MINOLTA DIGITAL CAMERA

9. KANGAROO ISLAND  Facciamo un salto in Australia tra canguri, koala, wallaby e pinguini. La bellezza delle scogliere a strapiombo sul mare intervallate da spiagge, piccole baie e calette. L’Australia è il luogo ideale per nuotare, fare surf, rilassarsi e rimanere folgorati dalla bellezza della natura.

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter

10. ISOLA DI SANT’ELENA – Sant’Elena è un’isola di origine vulcanica, situata nell’Oceano Atlantico centro meridionale, celebre per essere stata l’ultimo esilio di Napoleone Bonaparte. Nell’isola non si trovano né aeroporto né i ripetitori per i telefoni cellulari.  A Sant’Elena c’è solo l’essenziale: le cabine telefoniche, l’ufficio postale, la biblioteca, il tribunale, la piscina pubblica, il mercato, l’emporio, alcuni pub. Per arrivare si può prendere una nave postale, la Royal Mail Ship che parte da Cape Town, in Sud Africa oppure  un areo della Royal Air Force dall’aeroporto di Brize Norton ad Ascension e da lì raggiungere la meta con una motonave sempre “royal”. Il tutto è abbastanza costoso!

10 viaggi estremi ai confini del mondo! Giftsitter St-Helena-Jamestown

Non state più nella pelle? Perché non farsi regalare uno di questi viaggi per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

 

 

beduini-sui-cammelli,-gente,-cammelli,-deserto,-sabbia-177326

Desert Therapy e i più affascinati deserti del mondo

Zaino in spalla e che “desert therapy” sia!

Se siete amanti dell’avventura e del pericolo non potete non organizzare almeno un viaggio in un deserto: la terra arida e con scarsa vegetazione potrebbe rivelarsi uno dei viaggi più belli che abbiate mai fatto. Il perché è presto detto: Carla Pedrotti, la “signora dei deserti”, ne ha inventato una vera e propria filosofia di viaggio, anzi una terapia! Si chiama Desert Therapy e consiste in un viaggio tra infinite dune di sabbia e “cammellate” sul dorso di un cammello. Un modo insolito per rigenerare corpo e mente che, per usare le parole di Carla Pedrotti, “più che un viaggio è un itinerario dell’anima da cui si esce rigenerati.”

Quindi, non serve altro che prenotare un biglietto e farsi trasportare dal fascino del deserto. Ma dove andare? Ecco i più affascinanti deserti al mondo da visitare rimanendo a bocca aperta.

Sahara

Quando si parla di deserto non si può non citare il Sahara (parola che in arabo significa proprio deserto). Si può optare per un tour nel Sahara attraverso le cosiddette vie dei cammellieri che offrono percorsi veramente straordinari e spettacolari. Attenzione però, il Sahara è così esteso che lo scenario cambierà a seconda dalle zone. Ad esempio, in Egitto troverete un bellissimo deserto bianco: una distesa che non è altro che un continuo susseguirsi di rocce di gesso bianco misteriose per poi fare una sosta nell’oasi di Farafra.  Se invece preferite un deserto con la sabbia sottile e dorata il posto giusto è la Tunisia e le sue bellissime oasi tra cui Tozeur e Douz dove ogni anno si svolge il Festival del Sahara con parate, concerti, balli tradizionali, corse di dromedari e spettacoli: uno spettacolo da non perdere. Non vi basta? Allora optate per la terra rossa del Marocco: tra le mete più consigliate sicuramente Erg Chebbi, la lunga e più alta distesa di dune del Marocco, le meravigliose Gole del Dades e la bellissima valle del fiume Ziz. Se potete non lasciatevi sfuggire la possibilità di pernottare nel deserto sormontati da un cielo infinito che brilla della luce di milioni di stelle.

sahara-desert

Wadi Rum

T.E. Lawrence definì questo deserto della Giordania come “immenso, echeggiante, divino”. Il deserto del Wadi Rum in Giordania presenta zone rocciose e zone sabbiose, con il colore arancione che spesso domina fino all’orizzonte. Il deserto del Wadi Rum nel sud della Giordania è una destinazione interessante per la bellezza e la varietà dei paesaggi ed un tour di un paio di giorni, combinando escursioni in fuoristrada con brevi trekking in compagnia di una guida beduina, permette di scoprire questa area della Giordania ideale per chi ama il deserto. Tra dune e infinite distese di sabbia si nascondono le stupende sorgenti di Jebel Khazali e la montagna delle sette colonne della saggezza. Una meta da non perdere!

wadi-mountain-7

Taklamakan

Per chi è sensibile al fascino dell’oriente non può perdersi uno dei deserti di sabbia più grandi al mondo. Situato regione autonoma dello Xinjiang in Cina, questo immenso deserto è famoso per le vie della seta, quei percorsi creati nell’antichità dai viaggiatori e commercianti del prezioso filato. Per capire la pericolosità di questo deserto, che a dire il vero è una parte dell’enorme deserto del Gobi, basti ricordare che il suo nome vuol dire “chi vi entra non può più uscirne”. Oggi il Taklamakan non è più il luogo dove “chi vi entra non può più uscirne”, poiché vi sono due autostrade che attraversano il deserto da una parte all’altra, quindi non correte nessun pericolo!

taklamakan_desert_china_asia_image

Thar

Il Thar, nello stato del Rajasthan in India è una interminabile distesa di sabbia ardente dove gli unici paesaggi sono dune di sabbia, rocce spettacolari e una rara vegetazione cespugliosa. Inoltre le pochissime aree abitate sono di una bellezza straordinaria, come nel caso di Jaisalmer che rappresenta una delle mete da non perdere. Le case sono costruite da fango, terra e sterco di vacca e sono decorate con motivi e colori brillanti. Qui è possibile ancora vedere una popolazione dedita ai lavori più semplici e legati alla terra.

Thar_desert_Rajasthan_India

Simpson Desert

Non vi basta? Allora spostiamoci nel “Nuovo continente“. Allora il vostro deserto perfetto per poter rigenerare corpo e lo spirito si estende a sud di Alice Springs, oltre il confine con lo stato dell’Australia meridionale. Le catene sabbiose di questo deserto si sono formate lungo un antico alveo fluviale circa 60 milioni di anni fa, alcune di queste raggiungono i 200 km. Depressioni argillose poco profonde, linee serpentiformi di vegetazione che segnano alvei di fiumi in secca e la sconfinata piana salata bianca accecante del Lago Eyre a sud, sono gli elementi caratterizzanti di questo maestoso deserto. Le vaste distese di terreno accidentato rosso sono punteggiate dal gibber rosso e sono coperte da cespugli di spinifex pungente e di stentati eucalipti.

032-Simpson1

Agriate

Pensate che l’emozione del deserto si può provare solo molto lontano dall’Italia? Sbagliato! Il deserto delle Agriate, nella Corsica settentrionale, fa al caso vostro. Su un territorio di 16000 ettari spazzati dal vento e caratterizzati da un calore opprimente, si estende questo deserto arido in cui non cresce alcun tipo di vegetazione e in cui non vi è traccia di alcuna costruzione. L’ex “granaio di Corsica” che ha alimentato l’isola per secoli con i suoi appezzamenti coltivati ha cambiato completamente aspetto: un susseguirsi di pietre a perdita d’occhio con creste, vallate e cime innevate in inverno, a cui fanno da sfondo il Mediterraneo e il Capo Corso. La distesa è di una bellezza misteriosa, solitaria e silenziosa ed è il luogo adatto per un viaggio contemplativo.

deserto-bianco-2

E voi avete scelto la vostra prossima destinazione di viaggio? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

gothere

Viaggio: come scegliere la meta giusta per te?

Come scegliere la destinazione di viaggio? Ecco un metodo infallibile!

Non so voi, ma mi capita spesso di avere tanta voglia di partire pur non sapendo dove andare. I motivi possono essere tanti: a volte è difficile scegliere la destinazione di un viaggio se davanti a noi abbiamo una mappa del mondo. Le innumerevoli possibilità invece di aiutarci ci possono solo confondere.

Non va meglio se decidiamo di chiedere un consiglio ad amici e conoscenti su esperienze di viaggio fatte da loro precedentemente: troverete sempre chi si lamenterà di tutto o chi invece troverà tutto bello. Questo perché l’esperienza di viaggio, come tutto nella vita, è soggettiva: ciò che può divertire me può non piacere a te.

Noi di Giftsitter.com cercheremo quindi di fare il punto della situazione fornendovi un sistema logico per scegliere una destinazione piuttosto che un’altra. Ecco spiegato il tutto punto per punto.

  • La prima cosa da fare è chiedersi “Perché sto partendo e cosa voglio davvero dal mio viaggio?”. Troppo stress a lavoro e avete bisogno di staccare la spina, la sessione d’esami vi ha messo davvero a dura prova o, semplicemente, avete un gruzzoletto da parte da spendere in un viaggio. Qualsiasi sia la motivazione, dovete capire di preciso cosa desiderate dal vostro viaggio. Viaggio di relax o di follie sfrenate? Viaggio di cultura o sotto una palma stesi al sole? Un’avventura o qualcosa di più tranquillo? Avere le idee chiare almeno su questo punto di vista è già un grande passo in avanti per la scelta della destinazione. Ad esempio sapere se si vuole andare al mare e al caldo piuttosto che al freddo e sulla neve è un buon punto di partenza per scartare eventuali destinazioni. Quindi, dopo che avete risposto a questa domanda potete passare al punto successivo.
  • Dopo aver vagliato quali sono le motivazioni e la tipologia di viaggio bisogna scegliere il periodo, quindi la stagione in cui si vuole partire. Ad esempio, se le nostre vacanze si possono svolgere a settembre e il nostro sogno è quello di andare in un paese come l’India bisognerebbe informarsi  prima sulle condizioni climatiche del Paese. Settembre è infatti periodo di monsoni, ciò significa che troveremo caldissimo e soprattutto piogge torrenziali. Sebbene in alcune destinazioni valga la pena tentare, per altre dove si sa già che il tempo non sarà favorevole forse varrebbe la pena trovare una valida alternativa. Decisamente cambiate periodo o destinazione! Inoltre, è da considerare l’opzione di partire in bassa stagione poiché si risparmia molto, oltre al fatto che non avere la calca di turisti intorno ha i suoi vantaggi.
  • A prescindere da tutto, i soldi che avete a disposizione per il vostro viaggio sono una condizione fondamentale. Il budget stabilito deve essere realistico: credere di poter spendere €700 per un viaggio in Cina è davvero qualcosa di irrealizzabile. Quindi prima di scegliere mete troppo ambiziose per il nostro portafogli bisogna essere onesti con sé stessi e con le proprie finanze e scegliere di conseguenza destinazioni che permettano di viaggiare e affrontare le spese.
  • world-travelerNel calcolo dei giorni di vacanza tenete sempre conto del fuso orario e della lunghezza del viaggio. Non tenere in considerazione questi fattori potrebbe minare l’intero andamento del viaggio.
  • Tenere sempre in conto la propria capacità di adattamento. Senza recriminare nulla a nessuno, è indubbio però che c’è chi preferisce “viaggiare con tutti i confort” e chi invece crede che un viaggio sia anche una stimolo a vivere un’avventura. Se non si è pronti per un viaggio pieno di imprevisti, senza tutto ciò che vi serve a portata di mano optate per un viaggio che “vi somigli di più” poiché il rischio è quello di un’esperienza che potrebbe dimostrarsi più un trauma che un piacere.
  • Informatevi per tempo sui documenti, i visti e le vaccinazioni che servono per affrontare il vostro viaggio. Se siete dei tipi che ambiscono al last minute, allora è importante accertarsi di avere i documenti richiesti in regola il rischio altrimenti è o di non partire ed essere bloccati all’aeroporto di partenza o ancora peggio arrivare a destinazione e non essere accettati. Un viaggio a vuoto praticamente. Quindi prima di farvi tentare dal “dito più veloce” e accettare il pagamento per un volo per una meta tropicale, fermatevi e ragionate quanto tempo servirà per tutte le vaccinazioni obbligatorie.
  • Scegliete la compagnia giusta. Ci sono destinazioni che sembrano fatte appositamente per le coppiette innamorate, altre per gruppi di amici, altre ancora per un viaggio in solitaria (anche se in questo caso si potrebbe scegliere qualsiasi destinazione). Oltremodo, tenete sempre in considerazione il carattere dei vostri compagni di viaggio, anche per questo punto vale la regola “ciò che va bene a te non è detto che vada bene a me”, dunque cercate di circondarvi di gente che abbia uno stile di viaggio simile al vostro o che comunque si sappia adattare.
  • Infine, lasciatevi ispirare e trasportare dai vostri desideri (ove possibile).

E voi avete scelto la vostra prossima destinazione di viaggio? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!