Tag Archives: regali

Regali

Il regalo giusto per un amante dei viaggi? Scoprilo con noi!

Strani, particolari e sorprendenti, potranno esserti utile in qualsiasi momento! Ecco i regali da fare a un amante dei viaggi!

Il tuo migliore amico fa il compleanno e non sai regalargli? Sai, però, che ha una passione sfrenata per i viaggi, una grande fame di conoscenza e un entusiasmo a dir poco travolgente.

In questo articolo ti daremo consigli, spunti e idee originali per il regalo di compleanno (quasi) perfetto.
Buona lettura e, soprattutto, buono spunto!

  1. Il biglietto per un concerto
    Tra i regali più apprezzati per un amante dei viaggi c’è il biglietto del gruppo o dell’artista preferito. Per lui è una buona opportunità per scoprire nuovi posti, per te è una facile soluzione ad un annoso problema!
    Concerto
  2. Un kit da viaggio per voli intercontinentali
    Utile per i voli molto lunghi, i tappi per le orecchie, il cuscino e la mascherina per gli occhi sono i migliori accompagnatori per un viaggiatore! Il riposo è fondamentale prima di affrontare un viaggio alla scoperta di nuovi luoghi… e anche dopo! 😀
  3. Una guida da viaggio: aiuta a scoprire la meta del prossimo viaggio
    La tua amica vorrebbe programmare un viaggio dall’altra parte del mondo e ancora non ha trovato il luogo ideale? Dagli una mano tu con una guida da viaggio! Regalo semplice, economico e molto utile :)
    Guida
  4. Una fotocamera, per immortalare i momenti unici del viaggio tanto sognato
    Vero è che gli smartphone ormai stanno prendendo sempre più il predominio nella vita quotidiana di tutti quanti.
    Ancor più vero è che il fascino della macchina fotografica non lo toglie nessuno.
    Ogni scatto rende una vacanza memorabile e le foto regalano emozioni non indifferenti.
  5. Una macchinetta del caffè portatile, gli amanti dell’espresso ringrazieranno
    È risaputo, per gli italiani il vero dramma della lontananza da casa è l’impossibilità di bere un buon caffè espresso. Li abbiamo provati tutti all’estero, Francia, America, Spagna, Australia, Inghilterra… nella migliore delle ipotesi è acqua sporca! 😀
    Addio nostalgia!
    cialde caffè
  6. Un navigatore, per non perdersi più negli angoli più disparati delle città
    Fondamentale per chi vuole avventurarsi alla scoperta di un nuovo posto senza l’aiuto di nessuno. Molti, ancora oggi, preferiscono la mappa tradizionale alla mappa interattiva.
    Io, ad esempio, avendo uno scarso senso dell’orientamento opto sempre e comunque per il navigatore 😀
    navigatore
  7. Una scratch map: grattare non è mai stato così soddisfacente!Una mappa come un gratta e vinci! Giri il mondo e gratti via tutti i posti che si sono visitati.
    Più si viaggia e più si colora!
    A chi non verrebbe voglia di grattare via tutto? 😀
    Il regalo perfetto per un amante dei viaggi!
  8. Un biglietto aereo: alla scoperta di nuovi orizzontiSemplice, no? Quale regalo può essere più apprezzato da un amante dei viaggi, se non il viaggio stesso?
    vista aereo
  9. Un distributore automatico di cibo per animali
    Dare da mangiare al cane, quando si è fuori, non è mai stato così facile.
    Il distributore automatico di cibo leverà al viaggiatore più di un problema e il suo amico a quattro zampe sarà sempre a stomaco pieno.
  10. Il biglietto per una partita della squadra del cuoreUn regalo apparentemente semplice ma pieno di significato: per ogni appassionato di di sport la propria fede non ha eguali e per un amante dei viaggi è l’occasione per volare alla scoperta di nuovi posti.
    Chiunque sarebbe pronto ad affrontare mari e monti pur di sostenere i colori del cuore. Stadio
  11. Un adattatore da viaggioQuante volte, prima di partire, abbiamo pensato a che tipo di presa elettrica ci saremmo trovati davanti una volta arrivati dall’altra parte del mondo?
    Con un adattatore universale ricaricare i dispositivi elettronici non sarà più un problema!
    Il viaggio potrà essere dedicato alla scoperta di nuovi posti e non di negozi di elettrodomestici!.
  12. Un salvadanaio, la soluzione ideale per risparmiare su un viaggioUn regalo tanto semplice quanto utile, se usato con costanza regalerà grandi soddisfazioni al momento dell’apertura!
    Questo l’ho anche provato personalmente… una sensazione fantastica 😀
    Salvadanaio

  13. Un annaffiatoio automatico per avere piante sempre più verdiIl viaggiatore molte volte ha il così detto  pollice verde: le piante sono la sua grande passione!
    Con l’annaffiatoio automatico si potrà prendere cura delle piante e viaggiare liberamente, un gran sollievo per la piantina di basilico che ha in balcone 😀
  14. Un lancio con il paracaduteRegalo non adatto a chi soffre di acrofobia 😀
    Un’esperienza memorabile per chiunque l’abbia fatto.
    Molti sostengono che sia una delle cose più entusiasmanti ed emozionanti da fare, tutti elementi comuni nella vita di un viaggiatore.

Lancio paracadute

Ti è stato utile questo articolo?
Secondo te qual è il regalo giusto per un amante dei viaggi?

Apri la tua lista regalo online! Con Giftsitter dirai addio a tutti i regali indesiderati!


CREA LA TUA LISTA COMPLEANNO

Lista regalo online compleanno Giftsitter

Lista regalo online per il compleanno? Sì, grazie!

Cosa farsi regalare per il compleanno? La lista regalo online di Giftsitter è la soluzione adatta!

Lista regalo online per il compleanno sì o no? Leggi attentamente questo articolo e scoprirai che non ne potrai più fare a meno!

Festeggiare il compleanno è un obbligo e se sei tra quelli che invece scappano solo al pensiero di spegnere le candeline sulla torta perché forse hanno un po’ timore degli anni che passano, allora leggi il nostro articolo sui 5 motivi per cui vale la pena festeggiare i compleanno per ricrederti.

Il compleanno è un momento per stare insieme con le persone a cui si vuole bene, gli amici di sempre, quelli sui quali puoi sempre contare e con cui hai passato i giorni più divertenti e spensierati della tua vita. Quindi non esistono valide ragioni per non festeggiare come si deve.

E ogni festeggiamento che si rispetti ha bisogno di un regalo unico, inimitabile… insomma il regalo perfetto che realmente desideri. Quante volte ti è capitato di ricevere regali sgraditi o doppioni? Quante volte ti hanno regalato un buono acquisto spendibile in un negozio che non incontrava i tuoi gusti e le tue esigenze? Quante volte usando una lista regalo in un negozio fisico ti sei ritrovato costretto, perché obbligato nell’acquisto, ad aggiungere del denaro per comprare un oggetto? O viceversa, hai dovuto comprare degli oggetti che non desideravi perché vincolato alla spesa del denaro rimanente?

Se almeno una volta ti sei ritrovato in questa situazione, allora hai un estremo bisogno della lista regalo online di Giftsitter.com!

cupcake-bithday-complenno

Come creare una lista compleanno su Giftsitter?

Basta semplicemente registrarsi con una mail personale o Facebook e entrerai nel mondo di Giftsitter. Crea la tua lista regalo gratuitamente inserendo il titolo, una descrizione, la data e la categoria compleanno e clicca su crea. La lista adesso è creata! Ora puoi divertirvi a cambiare le immagini di copertina, inserire gli oggetti che desideri e invitare i tuoi amici a partecipare. Ovunque si trovino, in qualsiasi momento della giornata, i tuoi invitati potranno partecipare alla lista regalo online senza stress e perdite di tempo. Dacci retta, i tuoi amici ti ringrazieranno perché avrai risolto loro il grande enigma del secolo, ovvero, cosa regalarti per il compleanno.

Perché Giftsitter è diversa dalle liste regalo tradizionali?

Indipendentemente dal fatto che tu abbia inserito o meno oggetti desiderati, sei assolutamente libero di gestire il denaro raccolto come meglio credi. Sì, perché Giftsitter funge da salvadanaio virtuale: puoi raccogliere le quote regalo e decidere anche di prelevare tutta l’intera somma raccolta sul tuo conto o carta prepagata. Perché vogliamo che tu riceva sempre e comunque il regalo che desideri davvero e niente e nessuno può costringerti a ricevere qualcosa che non vorresti. Sei tu a decidere e chi meglio di te può sapere cosa realmente vorresti ricevere come regalo?

Ma c’è molto di più… con Giftsitter puoi anche guadagnare!

Cosa c’è di meglio che ricevere un doppio regalo? Se ti sei trovato bene con il nostro servizio e lo consiglieresti ad un amico iscriviti al nostro programma di affiliazione e per ogni lista creata grazie al tuo contributo, dopo aver raggiunto gli obiettivi prefissati, riceverai un bonus in denaro da poter spendere sul nostro store o da poter prelevare sul tuo conto e usare come meglio credi.

Cosa aspetti? Il mondo si Giftsitter.com ti aspetta! Per ulteriori informazioni leggi la nostra sezione dedicata alle domande frequenti o contattaci tramite email o live chat.

“Vogliamo accompagnarti nei momenti più emozionanti della tua vita! I regali più belli sono le persone, al resto pensiamo noi!”

Guarda cosa è successo a Mario per il suo compleanno. Se avesse fatto come Anna…

Per il tuo compleanno meriti di ricevere il regalo che realmente desideri! Entra nel mondo di Giftsitter.com!


CREA LA TUA LISTA COMPLEANNO

idee_diciottesimo_Imagine di copertina 18°

5 modi per festeggiare il tuo diciottesimo compleanno

Il diciottesimo una tappa da ricordare

Ci sono alcune tappe nella vita che sono tanto attese. Tra queste vi sono i diciotto anni. Più che un semplice compleanno, il diciottesimo andrebbe definito come un traguardo a cui tutti gli adolescenti guardano con trepidazione. È una nuova partenza piena di responsabilità. Ognuno acquisisce nuovi diritti, ma anche nuovi doveri. Non è possibile dimenticare la gioia di poter prendere finalmente la patente!

Insomma, si tratta di una tappa della vita davvero importante che viene celebrata in modi sempre particolari, non solo con i familiari, ma anche con tutti gli amici che fin lì hanno condiviso lo stesso percorso. Da questo momento in poi inizierà una nuova fase. Per tutti questi motivi il diciottesimo compleanno richiede un festeggiamento importante e degno di nota.

Oggi noi di Giftsitter.com vi suggeriremo 5 modi diversi per poter festeggiare il vostro compleanno.

Tante sono le idee che possono stuzzicare la fantasia per realizzare una festa indimenticabile, ma ricordate sono due gli ingredienti principali da tenere a mente: amici ed allegria!

IN SPIAGGIA

Se il vostro compleanno avviene durante il periodo estivo potreste avere molte alternative. Per un festeggiamento low cost, senza troppe pretese, basta invitare gli amici in spiaggia, armarsi di teli mare, musica dal vivo e drink. Se  preferite qualcosa di più curato nei dettagli, potreste optare per un locale sulla spiaggia con discoteca e tanto divertimento. Ultima alternativa, ma non per questo peggiore, potrebbe essere quella di partire per un bel viaggio con gli amici più stretti. Un viaggio all’insegna della baldoria per celebrare in modo indimenticabile l’ultima tappa dell’adolescenza e la prima della maturità. Se siete solo donne perché non organizzare una crociera tra amiche? Insomma, in estate avete piena libertà!

idee_diciottesimo_spiaggia

IN INVERNO?

Se si tratta di un diciottesimo invernale potrete optare per un festeggiamento a tema, in casa o affittando una sala. Per la scelta del tema potrete sbizzarrirvi: dal Toga Party, alla festa anni Ottanta, da Alice nel paese delle meraviglie al Disney Party, dal tema dei Pirati a quello Western. In questo modo potrete pensare voi stessi ad allestimenti hand made e stupire tutti con l’originalità del vostro allestimento. Per i più tranquilli invece si può comodamente pensare ad una buona cena di pesce o di carne tra amici, accompagnata da vino o birra.

idee_diciottesimo_toga-party-featured

PER GLI SPORTIVI

Se siete degli amanti del movimento perché non pensare ad un compleanno all’insegna dello sport? Per i maschietti un campo da calcio tra partite di pallone e festeggiamenti potrebbe essere l’idea originale del secolo. Per le donne, invece, perché non pensare ad una partita di pallavolo? Che dire, ce n’è per tutti i gusti!

idee_diciottesimo

IN LIMOUSINE

Per chi voglia sentirsi come una star di Hollywood, potrete pensare di organizzare una festa in limousine. Nonostante il costo sia più elevato potrete essere voi a sorprendere tutti nel giorno del vostro compleanno. Potrete organizzare un percorso con più tappe mentre seduti gusterete i vostri drink tra risate e allegria!

idee_diciottesimo_INTERNI-LIMOUSINE-

AL CINEMA

Se siete appassionati di cinema perché non festeggiare la vostra festa a tema sorprendendo tutti? Affittate una sala addobbandola come più vi piace e proiettando un film che desiderate. Potrete scegliere tra film Horror, Commedie o film d’Avventura. Dopo tutti a bere qualcosa per continuare i festeggiamenti!

idee_diciottesimo_cinema

Qualsiasi luogo sceglierete l’importante è sempre festeggiarlo con le persone a voi più care ed il vostro compleanno sarà sicuramente indimenticabile!

PER IL REGALO?

Aprite la vostra lista regalo con Giftsitter e sarete liberi di gestire i vostri soldi autonomamente. Scoprite come su Giftsitter.com!

ragazza-pacchijpg-640x320

I 5 regali di Natale più scontati e tristi di tutti i tempi!

Regali di Natale tristi e scontati, un terrore da sconfiggere anno dopo anno

Il Natale si avvicina e dopo aver stilato la lista dei 5 regali più brutti di tutti i tempi (tra i quali primeggiano le pantofole in peluche e i calzini), oggi parliamo di tutti quei regali di Natale scontati, poco pensati e tristi che riceviamo tutti gli anni. 

Scaliamo la classifica dalla quinta posizione fino alla prima.

5 – Borsa dell’acqua calda

regali di Natale scontati bruttiIn quinta posizione un regalo che sta a cavallo tra i regali più scontati e i più brutti. Natale è in inverno e l’inverno fa pensare al freddo e per via di questa associazione di idee è capitato di ricevere sotto l’albero proprio lei. l’unica e sola, la borsa dell’acqua calda. Ok, è vero che ormai esiste anche in versione fashion in versione mini, scalda dita, da tenere in borsa, ma non è un regalo tristissimo. Dopo aver ricevuto questo regalo cala il gelo che nemmeno tutte le borse dell’acqua calda del mondo riuscirebbero a scaldare.

4 – Profumo

Ed ecco che arriva un bel pacchetto della profumeria sotto casa: un profumo è qualcosa di personale e… puntualmente quello celato dalla carta regalo non è il nostro preferito e, pur provando ad usarlo per qualche giorno, rimane nella mensola del bagno a prendere polvere.

3 – La cintura

Se chi deve ricevere il regalo è un uomo tra 20 e i 50 anni il passepartout è una bella cintura che si traduce in “cintura classica, nera o cuoio, come le altre 20 nel cassetto ricevute gli anni precedenti”.

2 – L’intimo rosso

Sotto l’albero arriva l’intimo rosso per il capodanno, a volte troppo audace, a volte troppo infantile e castigato. Dovrebbero fare una legge contro l’acquisto di “intimo non autorizzato” da parte di nonne e zie.

1 – Sciarpa, guanti e cappello

Il primo posto nella lista dei regali di Natale tristi e scontati se lo aggiudica un grande classico che potremmo definire un trittico indissolubile: sciarpa, guanti e cappello. Sempre per la teoria che in inverno fa freddo, questi accessori sembrano sempre una buona idea regalo, ma “mamma mia che tristezza”! Sembra proprio che li comprino in stock e ogni anno puntualmente la stessa solfa.

Vuoi evitare di ricevere regali sgraditi il prossimo anno?


SCOPRI GIFTSITTER

Party Cake

Come organizzare un diciottesimo compleanno

Come festeggiare i diciotto anni: idee e consigli pratici

Il diciottesimo anno d’età è visto come un importante traguardo perché rappresenta un passaggio importante nella vita di ogni ragazzo o ragazza. I diciotto anni rappresentano un passo fondamentale verso l’età adulta ed è considerato un momento imprescindibile, come il diploma o la laurea: segnano il momento dal quale è possibile esprimere il proprio voto, firmare le giustificazioni scolastiche o prendere la patente. È una sorta di passaggio dall’età giovanile a quella adulta nella quale vieni considerato e trattato come un individuo responsabile di te stesso. Considerando l’importanza di questo evento è molto importante festeggiarlo in maniera adeguata e organizzare una festa di 18 anni indimenticabile.

Ecco che noi di Giftsitter.com vi diamo alcuni suggerimenti su come organizzare una meravigliosa festa di diciottesimo compleanno. Buona lettura!

Una delle chiavi per il successo di una festa è pianificare in anticipo: se vi ritroverete tutto da fare all’ultimo minuto, rischierete di dimenticare qualcosa anche di fondamentale. Prima di fare qualsiasi altra cosa, impostate un budget per i preparativi.

Da dove iniziare? Ovviamente dal festeggiato! Insomma, una festa per i diciotto anni deve tenere conto dei gusti e delle esigenze del ragazzo o della ragazza che compie gli anni. Le idee possono essere tante e disparate ma non si può pensare di proporre una festa in discoteca se il diciottenne non ama andarci. L’ideale è affittare un locale adatto all’occasione e incaricare una persona per creare il giusto effetto alla serata mettendo la musica più adeguata. In alternativa, si può ingaggiare un gruppo musicale che suoni la musica preferita dal festeggiato.

Una volta risolto con il locale e stabilito il giorno e l’ora della festa, si passa agli inviti. Fatelo con un certo anticipo, anche due o tre settimane, in modo che tutti abbiano il tempo di organizzarsi per essere presenti. Non spendete soldi per gli inviti. Ormai è uso comune utilizzare internet e creare gli eventi sui social network.

festa 18 anni

Ovviamente, il locale dovrà essere addobbato convenientemente anche se è meglio non esagerare con le decorazioni, visto che si tratta di un diciottesimo compleanno. Per una ragazza andranno benissimo i fiori, oltre alle classiche decorazioni di striscioni e ghirlande colorate. Per un ragazzo anche delle bellissime le sculture fatte con i palloncini, da sistemare vicino al tavolo o all’ingresso del locale, così come le composizioni, fatte sempre con i palloncini, da appoggiare sul tavolo del buffet. Rivolgendoti ad un negozio specializzato si avrà soltanto l’imbarazzo della scelta! Per quanto riguarda i tavoli scegliere delle tovaglie uguali o che comunque armonizzino bene tra di loro con i colori. Le tovaglie di carta o quelle in tessuto non tessuto saranno perfette perché coloratissime e allegre, oltre che pratiche ed è facilmente possibile abbinare i tovaglioli, piatti, bicchieri, posate e vassoi.

Non resta che occuparsi delle vivande. Trattandosi di una festa informale, di giovani, saranno perfetti piatti semplici e non troppo elaborati. Inoltre, informatevi se gli invitati hanno qualche intolleranza alimentare, in modo da poter eventualmente preparare qualcosa anche per loro. Ricorrete a bevande e cocktail analcoliche o leggermente alcoliche e lo spumante per un brindisi finale insieme alla torta, che sarà la regina del buffet. Dovrà essere bellissima, decorata secondo il gusto del festeggiato. Invece della solita scritta di auguri, si può optare per l’aggiunta di particolari che testimonino le passioni o la vita del diciottenne. Dopo il brindisi ci può stare bene un caffè e anche i fuochi d’artificio, per segnare questo momento così importante che rimarrà indimenticabile.

Infine la lista regalo. I diciottenni ormai hanno esigenze particolari e personali. L’ideale sarebbe una lista regalo online, riuscendo così a raccogliere il denaro e utilizzarlo per realizzare grandi sogni!

Cerchi una lista compleanno gratuita e senza vincoli? Giftsitter è la lista regalo che ti aiuta a realizzare  tuoi desideri!


CREA LA TUA LISTA REGALO

Shocked Computer Nerd

Incontri universitari del terzo tipo: le matricole

Durante il percorso universitario si fanno numerosissimi incontri che, nella maggior parte dei casi, si rivelano utili al fine di conseguire la laurea nel migliore dei modi: professori, ricercatori, colleghi, bibliotecari ecc. Però, ci sono altri incontri che segnano la tua vita universitaria per sempre, quelli che tra qualche anno ricorderai come i più divertenti o angoscianti. Quali sono? Beh, ce ne sarebbero tanti, ma partiamo con ordine.

Sei ormai agli sgoccioli, la tesi è quasi pronta, il libretto universitario è quasi al completo e chi incontri all’università? Sì, proprio loro, le matricole. Le riconosci subito: sguardo da “Bambi disperso“, abiti da nerd o eccessivamente elegante neanche fossero ad un matrimonio, viso da punto interrogativo. Non ridere, anche tu sei stato una matricola tempo fa e chissà quante ne avrebbero da dire i tuoi colleghi più anziani. Da bravo studente laureando dovresti dare l’esempio e non deridere le matricole spaesate che girovagano in tutti i corridoi della facoltà in missione alla ricerca dell’aula giusta (neanche fosse il Santo Graal). Qual è la sfida per voi laureandi? La sfida più grande è cercare di aiutare le matricole ad ambientarsi, senza cedere all’impulso di un po’ di sano e innocente “nonnismo”, ma ammettiamolo, a volte è molto difficile. Perché aiutare queste povere anime in pena? Non c’è un motivo ben preciso, ma considerando che ne incontrerete tante sul vostro cammino meglio tenersi preparati. Sicuramente alcune matricole è meglio lasciarle alla larga, ma non si sa mai.

Quindi noi di Giftsitter.com, per aiutarvi in questa titanica impresa, abbiamo stilato la lista delle 5 matricole che incontri all’università (e che forse, in alcuni casi, sarebbe meglio non incontrare). Se qualche matricola sta leggendo questo articolo, non c’è da preoccuparsi, nessuna matricola è stata maltrattata per la stesura di questo elenco e, soprattutto, se fate parte di una di queste categorie siete sempre in tempo per essere “salvati” da un vostro anziano collega.

  1. universitaLa matricola senza posto a sedere. Questo tipo di matricola è facilissima da trovare in giro per la facoltà. È quella convinta che arrivando 5 minuti prima dell’inizio della lezione riesca comunque a trovare posto. In realtà non è tutta colpa sua: la matricola è abituata bene. Arriva dalle scuole superiori dove, ogni mattina, c’è il suo bel banco vuoto che aspetta. Questo tipo di matricola, ingenua e naif, crede che trovare posto a lezione e sedersi al proprio banco sia semplice anche all’università. Ed è proprio questa la prima grande illusione! Altro che semplice! Le aule sono affollate come pollai e, se arrivi due minuti in ritardo, ti devi sedere sulle scale (se sei fortunato). Mio caro studente laureando, ormai esperiente e sapiente, lo so, la vedi lì la piccola e indifesa matricola, in un angolino all’impiedi o appollaiata sui gelidi gradini di marmo manco fosse un piccione, e cominci ad avere pietà di lei. Invece di pensare agli ultimi esami che ti mancano per mettere definitivamente la parola fine al percorso universitario da te scelto, decidi di prenderla sotto la tua ala e insegnarle tutto, ma proprio tutto, della vita da studente universitario. Prima fra tutti la lotta a gomiti alti cercando di sfoderare tanta cattiveria per cercare di guadagnarsi un posto a sedere. Ma soprattutto, eliminare ogni illusione sul fatto che i colleghi di corso saranno collaborativi: i colleghi mattinieri tengono occupati 50 posti proprio nell’aula dove è impossibile sedersi! La povera matricola dovrà imparare a sue spese l’importanza di tenersi stretti gli amici, ma ancor più i nemici.
  2. La matricola “finalmente studio quello che mi piace”. Questa tipologia di matricola fa scattare in te un briciolo di cattiveria: non ti verrà voglia di aiutarla, anzi. Non vedi l’ora di infrangere il suo piccolo cuoricino ingenuo e dirgli che se in teoria si è scelto un corso di laurea in base alle proprie passioni e quindi, sempre in teoria, si dovrebbe studiare quello che davvero interessa in realtà questa è solo una illusione! C’è sempre l’esame inutile che non c’entra un tubo con il percorso di laurea ma che si dovrà studiare comunque. Dopo questo non vi trattenete e cominciate a elencargli tutte le perdite di tempo che avete dovuto “sorbirvi” durante i vostri anni da studente universitario. Parola d’ordine “spaventare la matricola“!
  3. La matricola secchiona. Questa tipologia di matricola fa nascere in te sentimenti contrastanti. Non sai se vuoi farle i complimenti o salvarla dallo studio matto e disperatissimo (ammettilo, non vuoi che si laurei in tempo, mentre tu, in secoli di vita da studente, hai fatto letteralmente la muffa in università). Per riuscire nella tua impresa dovrai essere veloce: la prima settimana è cruciale. Devi affidarti a quelle matricole che pensano di farsi un mazzo quadro giusto i primi mesi: fagli conoscere gli eventi come i party selvaggi in discoteca per matricole o le feste erasmus e riuscirai a farle cambiare idea tempo zero.
  4. La matricola che ti ha scambiato per l’ufficio informazioni. Il fatto che sei veterano e dimostri una certa sicurezza ti rende un bersaglio facile per questo tipo di “matricolanza” che non vede l’ora di farti 2000 domande di ogni genere, mentre tu hai come obiettivo riuscire a svegliarti in tempo per andare al ricevimento del professore per fargli leggere gli ultimi risvolti della tua tanto amata e tanto odiata tesi di laurea. Se riesci a  schivarla e ignorarla buon per te. Se invece non puoi “disfartene”, presentala ad un altro tuo collega dicendole che lui è più bravo di te, è più avanti di te negli studi, ha molte conoscenze in facoltà (non deve essere per forza vero, basta essere convincenti). La matricola ti ringrazierà e sarai il suo mito, il tuo collega…beh, a lui devi un grande favore.
  5. andare-a-scuola1La matricola accompagnata dai genitori. La peggiore in assoluto, da evitare come la peste. Fino all’ultimo quadrimestre dell’ultimo anno i professori hanno convinto gli studenti di quanto sia indispensabile e necessario che i genitori si rechino ai ricevimenti con i docenti e che gli stessi poi mantengano quel buon controllo dei voti scolastici. Togliere questa “idea malsana” dalle menti delle matricole è dura, nel mondo accademico sarà un continuo face-to-face tra studente e docente: niente più intermediazioni e triangolazioni con i genitori! I genitori devono stare fuori dalla vita universitaria, è un po’ imbarazzante il parental control a 20 anni. Ai tempi d’oggi, riuscire in questa impresa dimostra di essere dei veri eroi!

Certo, nonostante tutto, la vita universitaria ti mancherà e forse anche gli incontri imbarazzanti con le matricole avranno un senso dopo la laurea. Pensa però che finalmente dopo tutti questi anni di sacrifici tutto verrà ripagato dal titolo di dottore e da un regalo inutile… Come? No, dai, dopo tanta fatica non farti fregare, affidati a Giftsitter.com per la tua lista di laurea.

Apri la tua lista laurea gratuitamente online: i tuoi invitati verseranno la loro quota e tu sceglierai il regalo che più ritieni opportuno per ripagare i tuoi sforzi.

 

 

tombola_bomporto

Tombola degli orrori: vendicarsi dei regali brutti

Vendicati dei regali brutti ricevuti durante tutto l’anno con la tombola degli orrori

Sfortunati al gioco, fortunati in amore! tumblr_lf76s6c1ne1qg995xo1_500Quante volte me lo son sentita dire eppure ogni anno vedevo svanire inesorabilmente tutti i miei spiccioli in giocate a carte e tombolate e di un “principe azzurro” (anche scolorito e poi ricolorato con la coloreria) nemmeno l’ombra. Che dire, sono affetta dalla sindrome di Bridget Jones: confesso che nei momenti di crisi più tristi anche io ho cantato sul divano di casa All by Myself  a squarciagola, rigorosamente con una mise supersexy come il pigiamone di flanella. Ma finalmente ho scoperto un gioco tutto natalizio dove vincere non è l’obiettivo e il “fine ultimo delle cose”, bensì l’esatto opposto. Diciamo che è un modo per riscattarsi di tutte le finanze sperperate in questi anni (alcuni amici mie quest’anno partiranno in crociera per brindare alla mia salute e nessuno si stupirebbe se nel biglietto comparisse la scritta “gentilmente finanziato da Gabriella Massara”). Finalmente la legge del contrappasso ha avuto inizio, non solo per le sfortune al gioco, ma anche per vendicarsi dei regali più brutti mai ricevuti nel corso degli anni. Eh sì, la tradizione di scambiarsi regali per Natale si rinnova ogni anno, nonostante la crisi. Tra i doni ricevuti, però, ce n’è sempre qualcuno che lascia delusi per bruttezza e inutilità. E dopo averli scartati, finiscono spesso a riempire i ripostigli delle case, prima delle pattumiere. Sempre più spesso, però, sono gli oggetti che servono per una tombola speciale da fare sotto le feste: la tombola degli orrori!

cianfrusaglieSinceramente non conoscevo questo gioco, ma invece sembra che fra le tante tradizioni natalizie, la tombola degli orrori è una di quelle più collaudate e casiniste. Organizzarla è semplice: si raccattano i peggiori regali ricevuti e li si riassortiscono a mo’ di premi, fra amici o parenti, incassandoli a colpi di ambi, terni e cinquine. Una kermesse del kitsch replicabile fra Santo Stefano, Capodanno e Epifania, che è anche la migliore occasione per disfarsi dei regali più insensati, spesso coincidenti coi più idioti, quelli che ciclicamente incassiamo tutti, insomma, assieme a tutte le cianfrusaglie accumulate negli anni: signori è arrivato il momento di sgomberare garage e cantine. Le regole del gioco sono semplicissime e non cambiano: tra un “78 asino cotto”, “50 la gallina canta”, “77 le gambe delle donne”, la paura qui non fa solo 90, ma anche tombola!

Stanati da armadi e ripostigli tombali o ancora freschi di scontrino, e catalogati dai partecipanti secondo un forfetario valore-premio, i regali e le cianfrusaglie messi in palio vengono rigorosamente confezionati con pagine di giornale, come a richiamare l’idea del riciclo e garantire, fra i giocatori, la suspance del rito di scartamento. Diciamo che con questa tombola la sfortuna al gioco è premiante e le dimensioni del pacco contano e come: temete il pacco più grosso, solitamente è proprio lì che si nasconde l’orrore degli orrori!

Non fidatevi di nessuno e controllate chi vi siede vicino. In questa tombola non sono rari i giocatori che cercano di occultare le loro vincite pur di non riscuotere i premi! Si racconta che ci siano varie tecniche per evitare di annunciare i vari ambi, terni o tombole per scongiurare l’onere di “vincere” la bomboniera o l’oggettino di turno preso a Tutto 99 cent.

97e137f7e98bac665e66f759a6f7ccff-509x353Va bene che a contare è il pensiero (anche noi di Giftsitter lo diciamo sempre), ma un minimo di buon gusto non guasterebbe. C’è chi il regalo orrendo lo riceve sempre dalla stessa persona e l’espressione di sorpresa, felicità e gratitudine la tira fuori ancora prima di strappare la carta regalo e ormai la esercita da così tanti anni che se ci fosse una categoria agli Oscar come attore protagonista delle feste di Natale si aggiudicherebbe certamente la statuetta. Ed ecco il sorriso a tutti denti davanti al maglione dai colori assurdi, sempre diverso e ogni anno più brutto, ricevuto dalla nonna o le ciabatte di indubbio gusto ricevute dalla zia. Per non parlare del grazie con voce isterica e sopracciglio tremolante all’amica (badate bene, sempre la stessa, non sia mai che un anno le venga un’epifania)  che spende ogni Natale sempre meno e propina i monili più assurdi comprati al 99cent. Ovviamente non vuol dire che un bel regalo debba costare per forza tanti soldi, solo che se alla tirchieria si aggiunge la mancanza di gusto, il gioco è fatto e non si ha scampo: il regalo più brutto di tutti i tempi non ce lo evita nessuno.

Ricevuto regali brutti per Natale o per il compleanno? La prossima volta non farti fregare!


SCOPRI GIFTSITTER

idee-regalo

La lista dei 5 regali più brutti della storia dei tempi

Regali indesiderati, come sopravvivere all’imbarazzo!

Al peggio non c’è mai fine? Ti sei trovato almeno una volta a dover far un sorriso forzato e ringraziare per un regalo ricevuto che si è dimostrato particolarmente non gradito? Bene, allora non puoi non continuare la tua vita se non leggi attentamente questo articolo.

regalo indesideratoPensa al regalo più brutto che tu abbia mai ricevuto per un compleanno, per la tua laurea o, che ne so, per Natale. Non temere, come te che stai leggendo, anche io nella mia vita ne ho viste tante: sembra proprio che quando si parla di fare un regalo si attivi nel cervello dei nostri amici un pulsante con su scritto “orrore”. Non saprei dire quale sia il vero motivo di questo scempio, sarà per una bizzarra congiunzione astrale o semplicemente perché ho amici e parenti meno dotati di buon gusto del pianeta, sta di fatto che per anni il giorno del mio compleanno è stato di una tristezza infinita: giorni in cui il male supremo si è concentrato in un brutto e inutile oggetto sapientemente confezionato in carta regalo imbarazzante, spesso anche natalizia nonostante io compia gli anni a settembre (va bene il riciclo, ma ammettiamolo, non si può pensare di riciclare un regalo di ricevuto a Natale senza nemmeno cambiare la confezione).

Ritrovarsi a scartare i regali più brutti e imbarazzanti della storia è un’esperienza che ti segna, perché qui non stiamo parlando di aver ricevuto un regalo che non rispecchia i tuoi gusti personali, ma di quei regali che non si farebbero nemmeno al peggior nemico!

Il viso diventa paonazzo, la voce trema e non sai cosa dire. Cerchi di tirar fuori un sorriso, ma l’effetto è quello di qualcuno che si è tatuato in fronte un enorme punto indicativo. Sì, perché l’unica cosa che hai in mente in quel momento è “cosa ho fatto di male per meritarmi questo?”.

Quindi, cercando di fare un po’ di ordine tra le cianfrusaglie accumulate negli anni, ho pensato di stilare la lista dei 5 regali più brutti della storia dei tempi che, ahimè, i miei parenti e amici continuano a regalarmi convinti di fare cosa gradita (o più facilmente, sono regali riciclati che vengono sapientemente incartati, infiocchettati e spacciati come regali che vengono dal cuore).

1- MAGLIONE DELLA NONNA (O DELLA ZIA). Primo in tutte le hit parade della storia dei tempi. Qualsiasi nonna al mondo ha creato un maglione di lana per i propri nipoti. Tutto fatto a mano, con massima cura e precisione, ma con pochissimo buon gusto. Quando lo scarti sei già pronto a trattenere il vomito, ma devi far finta di non aver mai visto un capo più bello. Il colmo è che sei costretto a indossarlo ogni qual volta vai a trovare la tua cara nonnina. Peggio ancora se il maglione te lo regala una zia che non sa lavorare a maglia perché, se nel caso della nonna è apprezzabile la fatica e l’amore che ha messo nel confezionarti questo capo d’abbigliamento così trash da far rabbrividire chiunque, la zia è andata in un negozio e tra tutti i maglioni disponibili ha scelto il capo più brutto che le è capitato a tiro. Sei sicuro che tua zia ti vuole tanto bene come dice? Per scegliere una roba del genere c’è qualcosa sotto…fossi in te indagherei.

2- SALI DA BAGNO. Chi non li ha mai ricevuti? Sappiate che c’è un’altissima probabilità che quella profumata confezione che avete tra le mani sia stata riciclata! Ebbene sì, i sali da bagno sono tra le cose più regalate, ma più riciclate dai tempi dei tempi e sapete perché? Non li usa nessuno! Adesso le aziende produttrici di sali da bagno mi si rivolteranno contro, ma ammettiamolo, chi oggi usa i sali da bagno nella vasca? Inoltre, se vogliamo dirla tutta, questo regalo può anche essere male interpretato: chi lo riceve potrebbe anche pensare di emanare cattivo odore e che quel regalo sia un chiaro invito a curare di più la propria igiene personale. Per la serie, cosa avranno voluto dirti con quel regalo?


SCEGLI IL REGALO SU MISURA PER TE!

spazzola per calvi3- IL REGALO UTILE… NON PER TE. Non sempre ciò che ci regalano è un chiaro segno di cattivo gusto, spesso si tratta solo di essere sbadati e poco attenti alle esigenze e ai gusti degli altri. Qui si apre la lunga parentesi dei regali che si dimostrano utili… ma per altri. Pensiamo ad una spazzola professionale regalata ad una persona calva, a un set di tazzine da caffè con tanto di caffettiera decorata con lo stesso motivo delle tazze a chi non beve caffè nemmeno sotto tortura (esperienza provata di persona, io odio il caffè, anche solo l’odore mi dà fastidio. Sì, lo so a cosa state pensando, sono una brutta persona, ma i gusti sono gusti), un porta sigari o sigarette a chi non fuma o ha smesso di fumare, un libro in lingua tedesca quando il tuo tedesco si limita alle parole “danke, ja, nein, Kartoffeln (grazie, sì, no, patate)“. Ricordo ancora quel che dissi a chi mi regalò un libro in russo: “non sai da quanto tempo avrei voluto leggerlo” (non riuscendo nemmeno a capire dal titolo che libro fosse). Potrei fare di questi esempi all’infinito, ma te li risparmio, la lista è così lunga che potresti star qui ore a leggere.

4- PANTOFOLE DI PELUCHE. Ecco un altro classico di cui è giusto avere il terrore! Arriva sempre il parente simpatico (o presunto tale) di turno e ti appioppa un pacco incartato alla buona, con carte appariscenti e fiocchi improponibili. Mentre lo scarti ti sale un brivido lungo la schiena, perché dalla morbidezza e dal peso del pacco hai già capito tutto! Appena le vedi ti verrebbe voglia di piangere per la rara bruttezza: coniglietti blu, maialini rosa, draghetti verdi, pantegane arancioni. Il parente simpatico, o presunto tale, ha anche il coraggio di aggiungere “Sono caldissime!”. Ovviamente tu sorridi, annuisci e pensi che tornato a casa il cane saprà come occupare il suo tempo.

regalo brutto calzini5- CALZINI E CALZE DI LANA. Eccolo il classico dei classici, un evergreen che non tramonterà mai, il regalo che rappresenta il classico “pensierino” confezionato nel pacchettino piccolo e leggero e tu non hai bisogno di scartarlo, sai già perfettamente di cosa si tratta. C’è però una variante: ogni anno rimani sempre più stupito dalle fantasie, colorazioni e disegni di pessimo gusto che la mente umana è in grado di partorire. Anzi, ormai è diventata una vera e propria sfida: saranno più brutti di quelli dell’anno precedente? Così tra calze di lana, calzini di spugna, antiscivolo, scalda muscoli e gambaletti, anno dopo anno ti rifai il guardaroba dell’orrore. Non mi ricordo l’ultima volta che ho comprato calze di mia spontanea volontà riuscendo incredula a seguire il mio gusto personale. Ormai mi sono rassegnata: avrò calze brutte fino alla fine dei miei giorni, questo è sicuro.

Esiste una soluzione o sei destinato a ricevere regali brutti tutta la vita?

Per fortuna sì, la musica è cambiata ed esiste una soluzione pratica, veloce e assolutamente gratis: creare una lista regalo online!

Ad esempio, per il mio compleanno ho deciso di fare la lista su Giftsitter.com. I miei amici e parenti hanno versato le loro quote e anche i pensierini di pochi euro finalmente sono diventati utili perché sono stati cumulati e ho raccolto un bel gruzzolo. Con il denaro raccolto nella mia lista ho comprato un bel biglietto aereo con destinazione Berlino. Finalmente un regalo gradito, il regalo che desideravo e che ha realizzato un mio sogno!

Ricevuto regali indesiderati? Meriti di meglio!


SCOPRI GIFTSITTER