Tag Archives: mare

Polinesia_Francese_spiaggia

La Polinesia Francese: un paradiso terrestre!

Sognate una vacanza in un posto lontano, caldo e con un mare cristallino? La risposta è semplice: la Polinesia Francese!

Parliamo di un insieme di arcipelaghi situati nell’Oceano Pacifico, appartenenti alla Francia. Questo luogo è molto mitizzato nell’immaginario di ognuno di noi, ed è grazie a Paul Gauguin che possiamo rivivere questo splendido paradiso terrestre attraverso i suoi quadri. Proprio il famoso pittore passò in questa terra i suoi ultimi anni di vita.

TAHITI

Chi sceglie di trascorrere le proprie vacanze in Polinesia Francese potrà godere di un’incontaminata natura. Al contrario, non aspettatevi grande vita notturna se non a Papeete. Capitale e centro politico della Polinesia è situata nell’isola di Tahiti. Questa vivace città è caratterizzata non solo dai suoi mercatini e dalla sua singolare vita notturna, ma anche dalle sfarzose abitazioni. L’isola di Tahiti è circondata dalla barriera corallina e da una super variopinta fauna. Quest’isola vi permetterà di ammirare sia il suo profilo roccioso per gli amanti dell’escursionismo che la bellezza delle spiagge per gli amanti del surf e del relax.  Insomma un vero e proprio paradiso naturale!

Polinesia-Francese-Tahiti-Papeete

È vero anche che la Polinesia è uno dei luoghi più cari al mondo, ma non dimenticate che la bellezza della natura è ancora gratis per tutti i turisti curiosi.

BORA BORA

Un altro arcipelago di origine vulcanica è proprio Bora Bora. Quest’isola è soprannominata la perla dei mari del sud grazie alla stupefacente bellezza della sua laguna. Per chi sceglie la Polinesia Francese come meta per il proprio viaggio, Bora Bora rappresenta una meta d’obbligo. È consigliato tuttavia non trascorrere più di tre, quattro giorni, perché bastevoli per poter godere di questo paradiso tropicale.

Polinesia-Francese-Bora-Bora

Moorea, Huahine, Raiatea, Tahaa e Maupiti sono il resto delle isole principali degli arcipelaghi della Polinesia dove potrete visitare altri splendidi panorami naturali e dove è possibile compiere molte attività come ad esempio quella subacquea.

ARCIPELAGO DELLE ISOLE MARCHESI

Da non perdere assolutamente sono le Isole Marchesi. Soprannominate la terra degli uomini per essere state le più popolate, sono situate in prossimità dell’Equatore. Sono isole estremamente selvagge e dal profilo altamente roccioso. Questo arcipelago di origine vulcanica è composto da dodici isole e solamente sei di queste sono abitate. Queste isole sono considerate il punto nevralgico della cultura e della tradizione polinesiana. Qui vengono ancora praticati diversi riti antichi come le danze caratteristiche.

Polinesia-Francese-Isole_Marchesi

__________________________________

Se si avvicina per voi una grande occasione come un matrimonio, una laurea o un compleanno, non dimenticate che Giftsitter.com è la lista regalo adatta ad ogni occasione. Potrete gestire in piena libertà il denaro raccolto e scegliere di partire per una meta lontana!

Il team di Giftsitter spera di avervi fatto viaggiare, almeno per adesso, con la fantasia. Non ci resta quindi che invitarvi a leggere i nostri articoli per trovare la vostra meta ideale.

Buon viaggio!

viaggio_puglia_spiagge_polignano

Amore, dove andiamo in vacanza? In Puglia!

Viaggiare fa bene allo spirito: perché non andare in Puglia?

L’Italia è un Paese dai mille volti: il mare e le montagne, i boschi e le colline, fiumi e laghi, i monumenti e l’antica cultura. Non c’è turista che non sappia apprezzare la bellezza della nostra terra.

Oggi noi di Giftsitter faremo un viaggio nel “tacco del nostro stivale”: la Puglia. Terra di forti tradizioni e di un’antica storia, questa regione è costellata da spiagge meravigliose e da un’armoniosa natura.

Per chi ama una vacanza in totale relax completamente dedicata al sole e alla spiaggia è possibile scegliere tra la riviera sabbiosa e quella rocciosa.

TORRE DELL’ORSO

Torre dell’Orso è una perla della costa Adriatica. Più volte premiata con la Bandiera Blu d’Europa per le sue acque cristalline è una delle località più frequentate dai turisti. La spiaggia color argento ed il mare limpido di questa località balneare diventano l’emblema della natura incontaminata salentina. Sembra quasi di essere ai Caraibi, ma con un vantaggio sicuramente superiore: il costo. In passato questo meraviglioso luogo è stato ammirato da tutti anche da Virgilio che la menziona nell’Eneide.

puglia_vacanza_italiana_spiagge_salento_torre_dell'orso

PORTO CESARIO

Un’altra meravigliosa località balneare salentina è Porto Cesario con una stupenda spiaggia che si estende per ben 17 km. Da questa spiaggia è possibile scorgere un arcipelago di isolotti che spesso si riflettono in un’acqua cristallina. Porto Cesario costituisce un’altra perla dello Ionio. Allora, perché affrontare ore ed ore di viaggio quando i Caraibi sono dietro porta? È una località dalle origini antichissime, già nota in epoca pre-romana con il nome di Portus Sasinae. Insomma, non solo luogo di bellezza naturale, ma anche luogo di storia antica tutta da conoscere. Qui è stato istituito il Parco Marino Nazionale dove è possibile fare attività subacquea ed ammirare stupendi fondali abitati da fantastiche tartarughe, pesci variopinti, crostacei e molluschi.

viaggio_puglia_spiagge_salento_Porto_Cesario_esatta

OTRANTO

Per chi preferisce la riviera rocciosa, Otranto è la meta ideale. È il comune più orientale d’Italia ed è non solo dotato di meravigliose spiagge, ma anche un luogo ricco di cultura, arte e storia. Otranto è una città fortezza ed il suo borgo antico, a cui si può accedere tramite la Porta Alfonsina, è racchiuso da mura difensive. Da visitare assolutamente è la Cattedrale di Santa Maria Annunziata all’interno del quale è possibile ammirare il mosaico pavimentale. Una città in cui c’è davvero tanto da vedere.

viaggio_puglia_spiagge_salento_otranto

Ma come dicevamo, Otranto non è ammirevole solo per i suoi repertori artistici ma anche per le magnifiche spiagge. La Baia dei Turchi, anticamente sito d’approdo dei soldati turchi, è una località balneare che vi lascerà a bocca aperta!

viaggio_puglia_spiagge_salento_Baia_dei_Turchi

PARCO NAZIONALE DELLE MURGE

Per gli amanti della natura il Parco Nazionale delle Murge è l’ideale. Rappresenta un esempio di steppa mediterranea ricca di funghi, carboncelli, asparagi selvatici e lampascioni. Il territorio è composto prevalentemente da depositi d’argille, tufi e rocce calcaree. Nel paesaggio di questo meraviglioso parco è possibile scorgere possenti masserie: antichi centri agricoli che rappresentano l’economia del  XV secolo. Motivo di vanto del parco è  Castel del Monte voluto da Federico II come residenza di caccia. Esso si erge nell’incontaminata natura del parco nazionale delle Murge mostrando tutta la sua maestosa bellezza.

viaggio_puglia_castel_del_monte3

Ma la Puglia può offrire anche un viaggio all’insegna della storia antica. Per gli appassionati, questa terra offre una vasta gamma di luoghi che raccontano le origini antiche di questo territorio. Ad esempio il lusso del barocco di Lecce. È il capoluogo della Puglia in grado di affascinare chiunque con le sue architetture. Il barocco la fa da padrone in questa calorosa terra. Dalla Cattedrale al Palazzo del Seminario, dalla Chiesa di S. Maria delle Grazia alla cappella di San Marco, insomma, una città ricca di monumenti da visitare.

viaggio_puglia_barocco_leccese

ALBEROBELLO

Ultima tappa del nostro viaggio alla scoperta della Puglia è Alberobello. Città che sorge al centro della Valle d’Itria, rappresenta un’antica testimonianza dei tempi rurali di questa terra. I trulli sono il simbolo di questo luogo e sono stati nominati Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Sono una testimonianza  di una tradizione culturale antica ed un eccellente esempio di costruzione architettonica per tutto il mondo. Sono strutture costruite interamente in pietra ed hanno una forma a cono. Molti di questi sono diventati dei veri e propri musei da visitare e tanti altri sono, invece, delle botteghe o delle vere e proprie abitazioni.

viaggio_puglia_trullo_alberobello

Cosa aspettate?  Prenotate il vostro viaggio in Puglia! E se volete farvi regalare una vacanza, Giftsitter.com è lo strumento ideale. Potrete creare una lista viaggio in occasione di un compleanno, un matrimonio, una laurea o, semplicemente, per raccogliere le quote di partecipazione se partite in gruppo. Provalo!

scala dei turchi Sicilia giftsitter mare

Paesaggi incantati: la Scala dei Turchi in Sicilia [VIDEO]

Scala dei turchi: una delle spiagge più belle della Sicilia

E torniamo a parlare di Sicilia e delle sue meraviglie. Ebbene sì, come sapete noi di Giftsitter.com siamo un po’ di parte perché abbiamo la fortuna di essere nati in questa magnifica terra e ogni tanto ne approfittiamo per farla conoscere un po’ di più a tutti voi.

Oggi parliamo di un posto incantato, dove cielo e mare sono intervallati da una candida costa, dove si rimane basiti della meraviglia della parete rocciosa di un bianco quasi accecante, chiamata falesia, a picco sulla costa di Realmonte in provincia di Agrigento.

Patrimonio dell‘UNESCO dal 2007 il nome della Scala dei Turchi viene dalla sua naturale forma a scala che si affaccia sul golfo e, soprattutto, dalle incursioni di pirateria di cui fu scenario da parte di popolazioni arabe (chiamate erroneamente “turchi” dalla popolazione locale) che, secondo la leggenda ormeggiavano le loro navi nelle acque della Scala. Da li si arrampicavano tra le insenature della scogliera, ne raggiungevano la cima e saccheggiavano ogni bene dai villaggi vicini.

scala dei turchi Sicilia giftsitter

Una piccola scalata fino alla cima è obbligatoria per poter godere di una vista mozzafiato: le insenature della roccia bianca fanno capolino fra le onde del mare azzurro. Di sicuro rappresenta un paesaggio unico e suggestivo (ahimè un po’ rovinato dall’abusivismo edilizio intorno, anche se l’amministrazione sta cercando negli ultimi tempi di ripristinare la situazione e attuare un’operazione di bonifica dell’area circostante).

Ecco una panoramica dall’alto della Scala dei Turchi in un video:

Purtroppo raggiungere la Scala dei Turchi per i turisti non è molto semplice, quindi ecco a voi alcuni consigli su come raggiungerla.

IN AUTOBUS

Da Catania, Palermo o Trapani, prendere un autobus (o anche un treno, ma lo sconsigliamo) che porti ad Agrigento e successivamente prendere la coincidenza per Realmonte. Da Realmonte, per raggiungere la Scala dei Turchi, si può andare in auto o anche a piedi (servono 35 minuti) o, nel periodo estivo, il Comune ha messo a disposizione un bus navetta.

IN AUTO

Si può anche raggiungere la Scala dei Turchi in auto.

  • Da Palermo basta seguire l’autostrada A29 per Mazara del Vallo, uscire a Castelvetrano, prendere la SS 115 in direzione Agrigento e poi uscire a Realmonte.
  • Da Catania basta prendere l’autostrada A19, uscire a Caltanissetta, seguire la SS 640 fino ad Agrigento, poi la SS 115 verso Trapani ed uscire a Realmonte.
  • Da Trapani, bisogna seguire l’autostrada A29 verso Mazara del Vallo, uscire a Castelvetrano, poi prendere la SS 115 in direzione Agrigento ed uscire a Realmonte.

Non state più nella pelle? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

 

prepararsi-all-estate

Estate al mare: le 10 mete più economiche!

Vacanza al mare low cost? Ecco 10 mete imperdibili!

Siete tra quelli che non rinuncerebbero mai al mare d’estate, ma visto i prezzi che ci sono in giro correte il rischio di rimanere a casa? Volete qualche idea di viaggio low cost? In Italia e all’estero ci sono posti meravigliosi e molto economici dove potete stare distesi al sole senza pensieri e, soprattutto, senza il timore di svuotare del tutto il portafogli.

Ecco le 10 mete più economiche per una vacanza al mare!

1) La Puglia è una meta low cost casalinga e a portata di tutti. Se volete scoprire un angolo di paradiso a basso costo a nord di Otranto si trova la Baia dei Turchi, una incredibile spiaggia che fa parte dell’Oasi protetta dei Laghi Alimini, oppure la Baia dei Mergoli sul Gargano, Punta Prosciutto nel Salento o Polignano a Mare nella zona di Bari. La Puglia offre spettacoli mozzafiato lungo tutta la costa. 

Mare-di-Puglia-ing

2) Altra meta tutta italiana è la Basilicata. Le spiagge della Costa Ionica e del Tirreno, il Metaponto e Maratea potrebbero rivelarsi tra le più belle spiagge che abbiate mai visto. Anche qui prezzi bassi e divertimento assicurato!

maratea-2w

3) Il Portogallo è  un’altra tra le destinazioni più economiche per le vacanze estive. Tra le mete favorite Lisbona, la capitale portoghese che, oltre che per il mare cristallino dell’oceano, affascina sempre di più per la sua commistione di tradizione e modernità. Un’altra città imperdibile è Porto, città di mare con il porto mercantile che conserva il fascino popolare un po’ malandato dei suoi vicoli. L’Algarve è il distretto che racchiude il maggior numero di spiagge bellissime. Praia de Rocha che insieme a Praia do Vau e Alvor formano un insieme di baie a ferro di cavallo. Ovviamente tutto economico a prezzi stracciati! 

Idyllic beach landscape at Lagos, Algarve, (Portugal)

4) Una delle destinazioni emergenti in fatto di vacanze al mare, dove i prezzi sono ancora davvero low cost è il Vietnam. Si possono trovare stanze singole in Vietnam a due stelle al costo di 4 euro a notte e godersi un mare sorprendente. Tra le spiagge più famose troviamo China Beach, Con Dao, Doc Let, Ho Coc e Miu Ne.

mare_phu_quoc

5) Ibiza, la più famosa delle Isole Baleari, stupisce sempre per la sua vitalità e per la ricchezza delle offerte turistiche che comprendono pacchetti all inclusive e low cost ma anche la possibilità di soggiornare in una delle tante casette tipiche del luogo a prezzi ridotti. Sole, mare e movida: ideale per i giovani!

article

6) Malta e le sue meravigliose isole sorelle, Gozo e Comino regalano angoli mozzafiato e la famosa Laguna Blu di Comino è famosa in tutto il mondo. Vedere per credere!

DSCF0105

7) Tra le mete low cost che stanno avendo sempre più successo c’è anche il Montenegro. Qui il mare che si affaccia su circa 300 km di costa, proprio di fronte al Gargano, è color smeraldo e vanta angoli incantati. Le strutture, anche di lusso, hanno spiagge private e prezzi contenuti.

88_dubrovnik_4808_z

8) Tenerife, l’isola più grande dell’arcipelago spagnolo delle Canarie dove è sempre primavera, è una meta a basso costo ideale per l’estate. L’isola offre una vasta gamma di spiagge dalle sabbie di tutti i colori, dalla dorata Tejita alla Enramada fatta di ciottoli alla rocciosa Caleta. Piccoli paradisi terrestri a portata di mano.

foto-hotel-jacaranda-spagna-mare

9) Dalla verde isola di Lesina alle luccicanti acque blu della Costa Dalmata, in Croazia si può godere delle bellezze di un paese dalle mille sfaccettature. Grazie alla sua vicinanza con l’Italia la costa croata è raggiungibile anche in traghetto e ospita numerose cittadine storiche, oltre a sette località dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO. 

3-spiaggia-cres-camper

10) La Grecia resta sempre una delle destinazioni più convenienti dell’estate. Tra le isole greche più rinomate dove potrete soggiornare comodamente anche con budget contenuto vi è Rodi che vi sorprenderà per le sue spiagge bellissime sull’ Egeo (Kalithea, Faliraki, Ladikò, la baia di Anthony Quinn, Tsampìka) e una movida notturna non indifferente, ovviamente a costi bassissimi. Se invece amate i posti un po’ più incontaminati e selvaggi l’isola di Naxos è l’ideale: non ancora raggiunta dal turismo di massa offre paesaggi verdeggianti, hotel economici e mare veramente sorprendente. Si può anche optare per le isole greche di Skiatos e Samos dove si affacciano sulle meravigliose spiagge dalla sabbia finissima numerosi hotel e pensioni a basso costo. Ma ogni isola greca ha il suo fascino,ci si può sbizzarrire: Mykonos, Naxos, Skiatos, Rodi, Kos, Astypalea, Samos, Patmos, Alonissos, Kastellorizo, Sifnos, Santorini, Parga, Ios, Kytera, Delos, Paxos, Zante, Creta, Koufonisi, a voi la scelta. 

quinto-posto-santorini-grecia

E voi avete scelto la vostra prossima destinazione di viaggio? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

spiaggia-e-relax-a-Ravenna-720x320

Le 10 spiagge più belle d’Italia!

Agli amanti del mare sicuramente non sarà sfuggito, per i distratti arriviamo noi di Giftsitter. Qualche settimana fa il famosissimo sito di viaggi TripAdvisor ha decretato quelli che sono i vincitori del TripAdvisor Travelers’ ChoiceTMBeaches Awards 2015 stilando Classifiche su ristoranti, hotel, attrazioni ecc. Tra le varie classifiche spicca sicuramente quella delle migliori 10 spiagge italiane.

Sarà il caldo che comincia ad arrivare, sarà la voglia dell’estate, ma anche a noi è venuta voglia di spiaggia, relax e mare cristallino. Allora vi riproponiamo la lista delle 10 spiagge più belle di Italia accompagnandola con curiosità sulle località e i nostri consigli di viaggio.

Ecco le 10 spiagge più belle d’Italia:

1. Spiaggia dei Conigli, Lampedusa, Agrigento.

La prima in assoluto che ha scalato tutte le classifiche, sia a livello nazionale che a livello europeo e mondiale, la spiaggia dei Conigli in Sicilia è la spiaggia più bella d’Italia e d’Europa ed è il terzo posto di mare più bello d’Europa. Lampedusa, negli ultimi anni scenario di cronaca, è, dal punto di vista turistico, una autentica meraviglia incorniciata in uno scenario da sogno. Preserva una incredibile fauna marina e un’acqua la cui limpidezza e le cui sfumature azzurre attraggono visitatori e turisti da ogni parte del mondo.

Controversa è l’origine dell’attuale nome della baia. Si racconta che una colonia di conigli raggiunse l’isolotto proprio nel momento in cui esso era collegato alla terraferma. Quando il ponte di sabbia sparì e le acque del mare riemersero, i conigli rimasero intrappolati, si riprodussero, divenendo così numerosi tanto da far battezzare il luogo “Isola dei Conigli”. Ma è solo una leggenda, pioché avvistamenti di “conigli” sull’isola sono pari a zero. La denominazione italiana potrebbe, infatti, essere considerata un vero e proprio qui pro quo linguistico. In arabo “Rabit”, può essere tradotto in legame (o che lega, che collega) suggereisce un plausibile riferimento all’istmo che si forma di rado tra l’isolotto e la costa. In una carta dell’ammiraglio Smith (1824), però, si legge per la prima volta “Rabit Island”. Dunque sembra plausibile che tale toponimo venne impropriamente tradotto dall’inglese (rabbit = coniglio).

Come arrivare?

L’isola è raggiungibile in poco più di un’ora di volo aereo da qualsiasi aeroporto italiano durante la stagione estiva, da Catania e Palermo tutto l’anno. Inoltre, dalla sicilia è possibile raggiungere l’isola via mare da Porto Empedocle, Agrigento o dall’isola di Linosa.

Un vero paradiso terrestre da non perdere!

spiaggia dei conigli

2. Cala Rossa, Favignana, Trapani.

Sempre in Sicilia (non siamo di parte, però ne siamo davvero orgogliosi)! Nell’arcipelago delle isole Egadi, Favignana è l’isola più grande dell’arcipelago e rappresenta una tappa davvero mozzafiato. Quest’isola è famosa per le sue acque cristalline e i fondali sabbiosi. Se vi aspettate villaggi turistici e animazione ci dispiace siete nel posto sbagliato. Infatti l’assenza nella zona di strutture turistiche regalano al visitatore una natura incontaminata e un mare paradisiaco.

Favignana è solo mare? Assolutamente no. Qui si è combattuta una delle battaglie tra le più antiche al mondo, durante la prima Guerra Punica nel 241 a.C.. Non a caso il nome della cala deriva appunto dal colore del sangue che tinse queste acque dopo la battaglia.

Come arrivare?

Favignana è raggiungibile con aliscafi e catamarani in partenza da Trapani, Napoli e Marsala. Per arrivare a Favignana in aereo è necessario atterrare a Trapani Birgi o Palermo, gli scali più vicini. Una volta giunti all’aeroporto è possibile raggiungere il porto di Trapani con autobus di linea, taxi o pullman privati per prendere il traghetto o l’aliscafo.

Chi non vorrebbe tuffarsi in un mare così?

favignana

3. Spiaggia La Pelosa, Stintino, Sassari.

Facciamo un salto e raggiungiamo la Sardegna. L’arenile si trova nei pressi di Stintino, provincia di Sassari, sullo spigolo alto e sinistro della Sardegna. Dunque, essendo situata nel golfo dell’Asinara, all’estremità nord-est di Capo Falcone, è protetta dal mare aperto da una barriera naturale formata dai faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara. Di fronte alla spiaggia si trova l’isolotto con la caratteristica torre aragonese della Pelosa edificata nel 1578 a difesa del litorale, che dà il nome ad una spiaggia di sabbia finissima, contornata di dune parzialmente coperte di macchia mediterranea.

Come arrivare?

La cosa più logica sarebbe quella di arrivare ad Sassari (in aereo o nave, questo dipende da voi). Poi si può prendere un autobus per arrivare a destinazione. Per chi volesse andare in auto abbiamo trovato sul sito sardegna turismo le informazioni dettagliate. In pratica da Sassari, ci si immette sulla SS 131, in direzione Porto Torres; all’ingresso della cittadina si svolta a sinistra, e si prosegue in direzione Stintino. Prima di giungere al paese, prima della Torre Spagnola, sulla destra inizia una stradina asfaltata che porta alla Spiaggia delle Saline. Dopo 300 m dal ponte sullo stagno di Casaraccio, si trova un incrocio: si giri a sinistra e si imbocchi la circonvallazione, proseguendo sino all’incrocio con la strada che torna al paese, dove bisogna girare a sinistra e proseguire sino alle spiagge. Da Stintino le spiagge si raggiungono anche con i servizi di navetta.

Cosa aspettate? La Sardegna è tutta vostra!

Pelosa stintino

4. Cala Mariolu, Baunei, Ogliastra.

Ancora Sardegna! La spiaggia di Cala Mariolu è in effetti davvero un luogo fantastico: piccoli sassolini bianchi, bassi fondali e acqua limpida e cristallina ne fanno una meta ideale per gli amanti dello snorkeling. Il nome è legato alla foca monaca, apostrofata dai pescatori “mariolu” (ladra) in quanto prelevava il pescato dalle reti.

Come arrivare?

Questa spiaggia stupenda è incastonata tra alte pareti calcaree tali che ne rendono difficile l’accesso via terra. Ovviamente è possibile attraverso un percorso di trekking, che può però essere affrontato solo da escursionisti veramente esperti. Sicuramente più agevole è l’arrivo via mare grazie al comodo servizio offerto dalle motonavi in partenza da Santa Maria Navarrese e Arbatax, da Orosei, o dalla caletta di Siniscola.

cala mariolu

5. Spiagge di Tropea, Tropea, Vibo Valentia.

Non ha certo bisogno di presentazioni: Tropea è la regina delle località turistiche della Calabria. É un luogo davvero incantevole con il suo centro storico, l’atmosfera caratteristica che ne pervade i vicoli e con i palazzi nobiliari del ’700 e dell”800 arroccati sulla rupe a strapiombo con la spiaggia sottostante. Tra le spiagge più belle troviamo:

  1. Spiaggia del cannone: una delle più piccole e meno frequentata proprio per la sua ubicazione nascosta. Si trova esattamente dietro al molo nord del porto turistico e ad ovest è coperta dallo scoglio di San Leonardo. Per arrivarci seguire le indicazioni per il porto turistico, raggiungere il molo nord, superarlo attraverso le scalette.
  2. La spiaggia della Rotonda: una delle più belle del litorale soprattutto per il panorama mozzafiato, a destra è delimitata dallo scoglio di San Leonardo mentre a sinistra da altri piccoli scogli che la dividono dalla spiaggia limitrofa. La spiaggia si trova di fronte alla vecchia Tropea ed è facilmente raggiungibile scendendo dalla scalinata dei Carabinieri.
  3. Spiaggia Marina dell’Isola: molto piccola e si colloca a destra della spiaggia della rotonda. Il fascino della piccola insenatura si deve alla vicinanza alla roccia dell’Isola Bella. Per raggiungere la spiaggetta è necessario arrivare fino alla spiaggia della rotonda e seguire il lungo mare per altri 100 metri.
  4. Spiaggia ‘a Linguata, una delle più grandi spiagge di Tropea, confina ad ovest con l’isola e ad est con gli scogli dei Missaggi. Per arrivare in spiaggia bisogna arrivare la Spiaggia Marina dell’Isola e poi scendere la scalinata di Largo villetta.
  5. Spiaggia del Convento: il nome deriva dal convento che sovrasta la spiaggia e che regala un’atmosfera unica! Per arrivarci basterà prendere l’omonima scalinata. Si tratta di un’altra delle spiagge più ampie del litorale di Tropea ed è sempre molto affollata, anche se per fortuna riuscirete sempre ad avere il vostro spazio.

C’è solo l’imbarazzo della scelta!

Tropea

6. Baia del Silenzio, Sestri Levante, Genova.

Sestri Levante è soprannominata la “città dei due mari” ed è di sicuro una delle più affascinanti e accessibili località della riviera ligure di levante. Regala acque trasparenti ed il mare della Baia del Silenzio è circondato da case color pastello che rendono incantevole il paesaggio. Insomma, una meta obbligata per chi visita il levante ligure. La sua conformazione, a ridosso di un promontorio roccioso proteso verso il mare, è davvero particolare: un sottile lembo divide la Baia delle Favole, sede del porticciolo turistico, dalla suggestiva Baia del Silenzio, meta prediletta anche di ospiti illustri come Lord Byron e Goethe.

Come arrivare?

Arrivare non è semplicissimo. Da Genova si potranno prendere mezzi privati per arrivare alla Baia, ma con poche tratte al giorno. Per chi è in auto dall’autostrada A12 (da Genova quindi), appena usciti, prendere la seconda a destra alla rotonda grande (Via Giorgio Bo), dopodiché girare a destra al semaforo. Da questo momento su Via Nazionale sempre dritto fino a Santa Maria di Nazareth.

Baia del Silenzio

7. Spiaggia Porto Selvaggio, Nardò, Lecce.

Arriviamo nel cuore del Salento, parliamo di circa 1.000 ettari di parco, a circa 1 km da Santa Caterina. La Baia è bellissima e molto piccola, con sassolini e scogliera.

Come raggiungere Porto Selvaggio?
Per chi proviene da Porto Cesareo, seguire le indicazioni per S.Isidoro e percorrere la litoranea (SP 286) in direzione Nardò: si incontrano nell’ordine la palude del Capitano, poi la Baia di Uluzzo e la pineta di Porto Selvaggio.
Per chi proviene da Gallipoli, seguire le indicazioni per S.Caterina e poi per la litoranea Nardò – S.Isidoro – Porto Cesareo (SP 286). f

Porto Selvaggio Salento

8. Porto Giunco, Villasimius, Cagliari.

Eccoci di nuovo in Sardegna, questa volta in provincia di Cagliari. La spiaggia di Porto Giunco ha un fondo di sabbia bianca e sottile. Meta turistica anche un po’ mondana che ha attratto numerosi pubblicitari rendendola scenario di molti spot. Nella zona si trova lo stagno di Notteri, luogo scelto dai fenicotteri rosa quale habitat. La spiaggia è ricca di servizi turistici ed è caratterizzata da un basso fondale che rende sicuro il gioco dei bambini (mamme all’ascolto, potreste pensare di trascorrere una vacanza in spiaggia con i bambini in piena tranquillità). Inoltre è meta ideale per i surfisti ed è ottima per gli amanti del diving e snorkeling.

Come arrivare?

Partendo da Cagliari si percorre la Strada Statale 125 fino a Villasimius, ed è raggiungibile partendo dall’abitato, percorrendo la strada verso sud. Superato lo stagno di Notteri, si seguono le indicazioni per la spiaggia, cui si accede a piedi attraverso un sentiero interno a un bosco di eucalipti.

porto giunco villasimius

9. La Cinta, San Teodoro, Olbia-Tempio.

Ancora una volta Sardegna! La costa di San Teodoro si estende, varia e articolata, intervallata da bianchi e vasti arenili e da solitarie cale, per circa 35km. Il mare è splendido, l’acqua limpida e pura. Le acque basse e limpide si prestano in modo particolare alla balneazione e sono per questo motivo preferite dalle famiglie e dai giovani. La Cinta è anche il luogo ideale per lunghe passeggiate, presenta infatti aspetti naturalistici di grande interesse legati all’avifauna e al birdwatching.

Come arrivare?

Da Olbia si esce sulla SS 125 verso sud, e la si percorre per 23,8 km dopo i quali si svolta a sinistra in direzione San Teodoro. Percorsi 850 m, subito dopo un ponte, si gira a sinistra e si prosegue per 1,3 km sino ad arrivare al parcheggio della spiaggia, la quale è lunga circa 4 km ed è la più frequentata di tutta la zona.

La Cinta

10. Spiaggia Capriccioli, Arzachena, Olbia-Tempio.

Concludiamo ancora con la Sardegna. La spiaggia di Capriccioli presenta un fondo di sabbia fine e chiara con sfumature grigiastre, alternata a massicci scogli di granito. La caletta è circondata da un’abbondante macchia mediterranea, con lentischi, cisti, olivastri e pini, ed è divisa in due parti da enormi e tondeggianti massi granitici. Con piccole imbarcazioni è possibile raggiungere l’antistante isola di Mortorio, oasi naturalistica ricca di vegetazione, punteggiata da rocce che rievocano forme e colori di grande bellezza. Il panorama è inoltre arricchito dalla vista delle Isole di Soffi e delle Camere. La spiaggia di Capriccioli è caratterizzata da un basso fondale sabbioso che rende agevole il gioco dei bambini.

Come arrivare?

In uscita da Olbia sulla SS 125 per Palau, dopo 7,2 km si svolta a destra in direzione Costa Smeralda sulla SP 73, si continua per 7,6 km sino al bivio di San Pantaleo, dove si gira a destra sulla SP 94. Dopo 8 km si trova il bivio per Cala di Volpe e Capriccioli.

A noi è venuta voglia di un bel tuffo a mare e a voi?

Lista viaggio per il tuo compleanno?


CREA LA TUA LISTA REGALO