Tag Archives: lista laurea

Bomboniera Polaroid Laurea

Bomboniera Polaroid per la laurea dal gusto retrò

Non sai che ricordo lasciare ai tuoi amici della tua fantastica festa di laurea? Perchè non regalare un piccolo pensiero originale fatto di emozioni? Una polaroid di te con i tuoi amici e parenti scattata durante la festa potrebbe essere un’opzione carina!

Bomboniera Polaroid laurea

Bomboniere con le polaroid: perché una foto è per sempre!

L’idea di donare questo piccolo ma significativo cadeau a tutte le persone che festeggeranno con te il raggiungimento di questa meta importante è geniale! Sicuramente i tuoi invitati saranno contenti, stanchi di tutti quelle bomboniere “raccogli-polvere” viste e riviste, ricevute per lauree, compleanni e qualsiasi altro tipo di occasione.

Può essere visto paradossalmente come un ritorno al passato ma allo stesso tempo come una novità. Ne saranno sicuramente contenti i parenti vintage come i nonni e gli zii. Si lamentano sempre delle foto virtuali rimpiangendo i vecchi album cartacei.

Se hai un fotografo a disposizione potrà occuparsi lui di fare tutte le istantanee che vuoi e sistemarle su un tableau per farle trovare pronte agli ospiti alla fine della festa. Se cosi non fosse potrai fare tu stessa gli scatti,  tutti lo prenderanno sicuramente come un gioco molto divertente! Questo ti permetterebbe anche di evitare lo stress di dover fare le solite noiose foto di rito con tutti gli invitati.

Photo booth e Polaroid: divertimento assicurato!

Per rendere ancora più divertente potresti organizzare un photo boothuna simpaticissima cabina con divertenti accessori come baffi, occhiali buffi, parrucche, cappellini e lavagnette con gessetti dove potere scrivere dei messaggi carini ai festeggiati.

Photo Booth laurea

A ognuno la sua polaroid

Alla fine della festa saranno asciutte e pronte per regalarle. Se vuoi sarebbe decisamente carino e originale  scrivere qualche riga per gli invitati, ognuno di loro avrà la sua “bomboniera” personalizzata  o semplicemente scrivere la data.

Sicuramente tutti rivedendo questi scatti ricorderanno sognanti le emozioni e la spenzieratezza della tua festa!

E tu che ricordo lascerai ai tuoi amici della tua festa di laurea?

Ti laurei? Scegli la lista regalo che ti aiuta a realizzare i tuoi sogni di neolaureato. Prova Giftsitter!


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Come scrivere la tesi di laurea?

Consigli su come scrivere la tesi di laurea

Come scegliere l’argomento della tesi di laurea? Come scegliere il relatore di tesi?  Come iniziare a scriverla? Se ti stai facendo queste domande, allora hai bisogno del mio aiuto.

Sì, è proprio così, l’ultimo sforzo e sarà finita! Prima o poi per tutti gli studenti universitari arriverà il fatidico momento di scrivere la tesi e non bisogna farsi prendere dal panico. Come sempre, basta avere un piano!

Ti racconto la mia esperienza, potrebbe esserti d’aiuto per prendere le tue decisioni.

Come scegliere il relatore della tesi?

Io ho iniziato con largo anticipo chiedendo la disponibilità al professore che volevo come relatore, perché sapevo già che fosse molto richiesto. Perché ho scelto lui? A differenza dei casi generali, non ho scelto il mio relatore basandomi su voci di corridoio: quante leggende ho sentito su ipotetiche teorie per cui quel professore era super disponibile, quell’altro era nullafacente, quell’altro ancora era Superman! Lasciatemelo dire, sono tutte st…. stupidaggini! Ho preferito seguire il mio istinto e le mie impressioni personali.

In realtà, se devo essere del tutto sincera, avevo già deciso di essere seguita da lui dal primo momento in cui seguii la sua prima lezione, al primo anno di università! Prematuro? Forse sì, ma non potetti essere indifferente alla sua professionalità, alla sua preparazione, alla passione per il suo lavoro, gli argomenti affrontati, il modo di esporli e trattarli, l’originalità, la capacità di riuscire a catturare l’attenzione di tutti e di suscitare interesse e curiosità.

Come scegliere l’argomento della tesi di laurea?

Questa è sicuramente la domanda che ti sta facendo uscire il fumo dalle orecchie. Scegliere l’argomento sbagliato può esserti fatale: vuoi passare davvero mesi e mesi della tua vita a leggere, studiare e scrivere su un argomento che non trovi per nulla interessante o stimolante? Non credo proprio.

So bene che non per tutti sono rose e fiori, ma arrivare davanti al professore con le idee un po’ più chiare è la chiave per non incorrere in drammi inutili. Il mio consiglio, fai una lista degli argomenti che ti interessano di più e prova a fare una classifica di preferenza. Il tuo professore riuscirà ad indirizzarti e consigliarti per il meglio.

Ti laurei? Vorresti ricevere il regalo dei tuoi sogni? Scegli Giftsitter


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Ti consiglio di scegliere un argomento che veramente ti piaccia e ti coinvolga, in questo modo tutto ti verrà più semplice; qualsiasi dubbio tu abbia inoltre chiedi sempre al professore, lui saprà sicuramente come aiutarti.

Ricordo ancora che andai al ricevimento del professore esprimendo in maniera decisa che intendevo fare la tesi con lui e la macroarea all’interno del quale volevo scegliere l’argomento della tesi.  Lui ci pensò qualche attimo e mi propose l’argomento, che subito mi piacque e quindi accettai.

Come scegliere l'argomento della tesi

Quanto tempo si impiega a scrivere una tesi?

C’è chi decide di sostenere tutti gli esami di tutte le materie per poi, solo alla fine, dedicarsi alla tesi; altri invece preferiscono fare le due cose contemporaneamente.

La parte più intensa dedicata alla tesi sono stati i 10 mesi prima della laurea! Non fatevi spaventare dal tempo che ho impiegato io, ognuno ha i propri tempi.

Io ho impiegato cosi tanto tempo perché i primi mesi mi sono dedicata agli ultimi esami. Inoltre ho voluto dedicare tanto spazio alla fase di ricerca e di costruzione della bibliografia, dato che è tra le cose fondamentali della tesi. Ricorda: bibliografia scadente equivale ad una tesi scadente, quindi non sottovalutarla!

Negli ultimi mesi, invece, mi sono occupata della stesura dei capitoli.

Tesi compilativa o sperimentale?

La durata di preparazione è stata cosi lunga perché abbiamo deciso che la tesi dovesse avere carattere sperimentale e non compilativo.

La tesi compilativa è la rielaborazione di materiali, dati, teorie e concetti  su un dato argomento già esistente; la tesi sperimentale invece prevede una ricerca compiuta personalmente dallo studente: posto un obiettivo e decisi gli strumenti da utilizzare, bisogna alla fine presentare i risultati ottenuti.

Sicuramente le tempistiche sono differenti e una tesi sperimentale richiede più tempo, ma in genere si tratta della tipologia di tesi con la quale è possibile ottenere votazioni più alte e, soprattutto, più soddisfazione.

Come si scrive una tesi di laurea?

Come scegliere il relatore della tesi

Nella prima parte del mio lavoro mi sono dedicata alla ricerca empirica, poi ho affrontato degli step che mi sono stati consigliati dal professore per svolgere il lavoro in maniera più fluida e semplice:

  1. Ho concordato la bibliografia;
  2. Ho letto i testi per capire cosa mi sarebbe servito per la stesura;
  3. Ho fatto un indice strutturato, cos’è? È un indice in cui in corrispondenza di ogni paragrafo va scritto brevemente di che cosa s’intende parlare;
  4. Ho scritto in ordine bibliografia, introduzione, capitoli, conclusione, ringraziamenti, appendici e indice.

Io non ho avuto particolari difficoltà seguendo il metodo di lavoro che ti ho descritto, il lavoro è stato fluido e semplice. Oltretutto questa esperienza mi ha dato la possibilità di imparare davvero tanto, credo addirittura di aver appreso più in questi 10 mesi che in tutta la mia carriera universitaria.

A questo punto il relatore l’ha revisionata e dopo le correzioni finali l’ho caricata sul portale studenti! Quello è stato il momento in cui mi sono sentita incredibilmente leggera, non mi preoccupava tanto il discorso che avrei dovuto tenere in seduta di laurea perché mi sono occupata personalmente di ogni minimo dettaglio.

Rilegare la tesi di laurea è necessario?

Anche se ormai siamo nell’era digitale e in quasi tutti gli atenei non è necessario consegnare anche una copia cartacea della tesi, il mio consiglio è quello di rilegare comunque una copia per te e una per il tuo relatore.

La parte più divertente è stata scegliere  la copertina per la rilegatura. C’è chi dice che ogni facoltà abbia un suo colore, ad esempio per giurisprudenza blu, per medicina rossa, per lettere e filosofia bianca. In realtà puoi scegliere quella che più ti piace, non ci sono delle regole fisse da rispettare a riguardo.

Fatto ciò puoi dedicarti ad outfit e festeggiamenti vari.

Tu hai già scelto l’argomento della tesi? E il tuo relatore?

Outfit-Laurea

Cosa indossare per la seduta di laurea?

Finalmente dopo tanti sacrifici la tanto attesa meta è arrivata: la laurea! Le ultime materie, le ultime correzioni e infine la consegna della tesi. Va bene, lo so, è fondamentale dare precedenza a queste cose, ma hai dimenticato che sei tu il/la protagonista di quel giorno? Cosa indosserai? Non puoi assolutamente presentarti con la  “divisa” da studente sotto esame: capelli arruffati, occhiaie e infradito!

Qual è l’outfit perfetto per il giorno della laurea?

Ormai dopo almeno anni di università il pigiama è diventato la tua seconda pelle. L’acconciatura più fashion che riesci a fare è uno chignon a mo’ di cipolla in testa che, ammettiamolo, più che Chiara Ferragni ti fa sembrare un vero e proprio pulcino spennacchiato.

Svegliaaaaaa! La tua laurea è il momento in cui devi sbocciare come un bellissimo cigno e camminare verso questo traguardo cosi importante e soddisfacente. Notti passate sui libri, caffettiere borbottanti che aspettano solo di essere svuotate per far posto ad altro caffè (doppio, ovviamente). La tua vita sociale? Meglio stendere un velo pietoso. Sì, ti sei trascurata un po’, però adesso è giunto il momento di rilassarti e prenderti cura di te stessa.

Tra tutte le cose che devi fare dopo aver consegnato la tesi, la prima è in assoluto scegliere l’abbigliamento per il giorno della seduta di laurea. Si tratta di un traguardo molto importante e, non vuoi di certo passare inosservata!

Ci sono tante opzioni tra cui puoi scegliere, vediamo insieme quali sono.

Idee outfit laurea per ragazza

Quel giorno sarà necessaria sobrietà, eleganza e quel pizzico di professionalità che non guasta mai, ovviamente senza diventare troppo seriosi, siete sempre delle giovani laureande!

La prima idea che ti suggerisco è di pensare al classico Tailleur, con gonna o pantalone a seconda dei tuoi gusti. Per non essere troppo seria e classica puoi sdrammatizzarlo con degli accessori o con un bel sottogiacca. Potresti anche decidere di creare uno spezzato abbinando un pantalone o una gonna con giacca di colori diversi. Giocare cambiando il genere di giacca, sostituendo la classica con un Blazeer o con una giacca avvitata dal taglio giovanile, lo stesso puoi fare con il pantalone spaziando dal pantapalazzo al pantalone a sigaretta o a quello a zampa d’elefante.

Tailleur-laurea
Foto di irenecloset.com

Che colore scegliere per l’abito giusto? Le opzioni sono infinite, puoi scegliere quello con cui ti senti più a tuo agio, che rientra nel tuo stile. Per decidere il colore potresti adeguarti alla stagione: se la laurea si svolge in autunno o inverno opta per colori più scuri, mentre in primavera ed estate puoi usare dei toni più chiari, anche pastello se ti piacciono, l’importante è che siano freschi e vivaci.

Se invece non ti va di indossare il Tailleur e vuoi puntare su qualcosa di più sbarazzino, sfruttabile anche per la tua festa puoi orientarti su un vestitino semplice ed elegante: il tubino nero è un evergreen.

Come già detto da VOGUE Italia, può essere anche la tipologia di laurea a suggerirti il tipo di abbigliamento adatto.

Se il tuo  percorso universitario ti farà diventare una dottoressa in legge, l’outfit più adatto potrebbe essere una sobria longuette e una semplice ed elegante camicia in chiffon.

Scienze politiche ed economia? Un classico tailleur vi calza a pennello.

Se sei una laureanda in medicina non sarebbe male cominciare ad abituare gli occhi con un bel completo in bianco in vista del camice che indosserai tutti i giorni.

La laurea in architettura o design richiede uno stile dal mondo sailor.

Anche gli abiti che vestiamo sono una forma di comunicazione, un biglietto da visita e chi è una futura laureanda in comunicazione lo sa, potrai esprimere il tuo carattere attraverso degli abiti dai colori decisi. Che ne dici di avere un bel contrasto con bianco e nero?

Le studentesse di lingue amano le diverse culture e il mix di diversi stili tra gli accessori, per apparire molto casual, ma assolutamente elegante.

Insomma, sei assolutamente libera di scegliere quello che ti fa stare meglio, che sia comodo e che non aggiunga altri fastidi a questa giornata che sarà già di per se abbastanza tesa.

Ti laurei? Crea la tua lista regalo su Giftsitter.com e realizza i tuoi desideri!


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Idee outfit laurea per ragazzo

Per i maschietti la scelta è fortunatamente più semplice. Per te un abito completo di giacca e pantalone è la soluzione ideale, con il tessuto giusto a seconda della stagione, il colore che preferisci. La cravatta  non è obbligatoria, c’è a chi piace indossarla rossa, proprio perchè è il colore della laurea.

cravatta-rossa-laurea

Attenzione però ci sono dei consigli che devi assolutamente seguire per non rischiare di sbagliare!

Non eccedere con l’eleganza, non stai andando ad un matrimonio!

Linee guida generali e i “No” per lui e per lei

  • No ai jeans!! Questo abbigliamento andava bene per frequentare le lezioni e sostenere gli esami. Se proprio, soprattutto i maschietti, non riesci a vederti con un elegante completo allora cerca di abbinare il tuo amato jeans, ad una camicia e ad una  giacca eleganti.
  • Stai andando alla tua laurea quindi no a qualsiasi genere di volgarità, non è il caso di presentarsi con tacchi vertiginosi, vestitini esageratamente corti o scolli che lasciano poca immaginazione.
  • No agli abiti lunghi! La serata di Gala non è esattamente l’appuntamento a cui devi presentarti, mi raccomando, moderazione.
  • Nel caso in cui la tua laurea è in estate, si sa, il caldo è una brutta bestia da combattere, però non mi sembra il caso di presentarsi con pantaloncini, vestitini frivoli e svolazzanti o infradito: la perfetta tenuta spiaggia lasciamola in spiaggia.
  • Sarà una giornata di tensione sicuramente, ma il total black è davvero pesante! Puoi spezzare con una maglia bianca o colorata o anche con qualche particolare accessorio che dia un po’ di luce al tuo outfit;
  • No a terribili manicure con esagerati ornamenti e decorazioni in rilievo, di lunghezze improponibili. Lo stesso vale per il trucco, un trucco leggero e pulito è proprio la soluzione che fa per te.

Bene, la tesi è pronta, il vestito sarà un gioco da ragazzi sceglierlo con queste dritte che ti ho dato, ripassa un po’ la tesi e siete pronti per il tuo grande giorno!