Tag Archives: giochi

papà e figlio

Come nasce il rapporto padre e figlio?

Il rapporto tra papà e figlio è importantissimo e non si deve trascurare!

A casa con papà? Ecco come gestire al meglio questo importante legame senza ansie da parte della mamma.

Cara mamma, ti sarà capitato causa forza maggiore di dover lasciare tuo figlio a casa e il pensiero che le altre persone non riescano a prendersi cura di lui ti spaventa? E quando l’unica alternativa possibile è quella di dover lasciare vostro figlio solo a casa con papà, allora sì che sale l’ansia! Nella tua mente il pericolo è dietro l’angolo…potrebbe succedere di tutto!

Opzione possibile: troverai casa trasformata in campo di battaglia!

Opzione molto probabile : trovai casa trasformata in un campo di battaglia e tuo figlio con una mise degna di un marine!

Opzione certa: troverai entrambi i “bambini” (papà e figlio) super felici per il tempo trascorso insieme… e la casa trasformata in campo di battaglia!

papà e figli

Quello che è certo è che con l’arrivo di un bambino cambiano principalmente i rapporti del nucleo familiare in tutti i loro aspetti. Ci saranno dei cambiamenti sostanziali nelle dinamiche della coppia e del loro rapporto con il figlio.

      1. Rapporto moglie e marito: la felicità per il futuro da genitori

        Sapere che la tua vita verrà stravolta con l’arrivo di un bambino è un’emozione indimenticabile. Instaurare una forte complicità col partner durante i mesi della gravidanza è di assoluta importanza. Mamma, ti sentirai più coccolata e più al sicuro con tuo marito vicino, pronto per qualsiasi necessità.

        diventare genitori

        Lui si sentirà utile facendoti stare bene, ti aiuterà con commissioni e faccende rafforzando il vostro rapporto di coppia e preparandolo al cambiamento. Si sentirà partecipe della gravidanza fino a quando lo prenderà in braccio per la prima volta instaurando il legame papà e figlio.

      2. Legame mamma e figlio indissolubile sin dal primo istante

        Dal momento in cui scopri di essere incinta il tuo mondo inizia a ruotare attorno a tuo figlio. Un legame talmente forte da mettere lui al primo posto. Dopo il parto, il rapporto si solidifica con l’allattamento e con le cure costanti, cerchi sempre di dargli il meglio, nel cibo e in tutto ciò di cui realmente ha bisogno.

        Il momento della nascita si avvicina! Crea gratuitamente la lista bebè per ogni sua necessità!

         CREA LA TUA LISTA NASCITA

      3. Mamma e papà supportatevi a vicenda in tutto e per tutto!

        Fare la mamma soprattutto durante il primo periodo è un lavoro a tempo pieno. È importante la presenza costante della mamma e del papà, soprattutto quando iniziano le difficoltà, perché ci saranno! Quindi supportatevi e aiutatevi a vicenda!

        Papà, fatti passare tutte le paure! Cambia i pannolini, alzati la notte per la ninna o per le poppate se non è necessaria la presenza della mamma. È vero, l’istinto materno è qualcosa di magico e primordiale. Ma esiste anche un istinto paterno, fatto di amore e giochi.

        legame papà-bimbo

      4. Rapporto papà e figlio: divertimento per loro e ansia per te!

        Il papà di una volta, che mette timore solo con uno sguardo è acqua passata! Si sa, i figli piccoli lasciati a casa con papà si divertono un sacco! Tuo marito riscoprirà il bambino che c’è in lui, giocando e facendo divertire il bimbo con facce buffe, balletti e bernoccoli sempre dietro l’angolo. Tuo figlio scoprirà di avere un padre super, pronto a giocare nel miglior modo possibile, non curante dei pericoli che la mamma di certo avrebbe evitato con fin troppa preoccupazione!

        Lasciare tuo figlio a casa col papà è una scelta di cui ti pentirai appena chiusa la porta di casa, lo sai! Ed è in quel preciso momento che ti sale l’ansia da mamma, perchè sai già cosa troverai al tuo rientro. Opzione A, opzione B, opzione C: il binomio felicità-disastro!

        Tante sono le foto o i video che ritraggono papà e figlio giocare insieme in modi inimmaginabili, dove non si capisce chi è più il piccolo tra i due! Trucchi della mamma usati per disegnare sopracciglia, barbe e pizzetti sul viso paffuto, altalene improvvisate e lanci del bebè che neanche l’ultima partita di rugby! Il divertimento è assicurato! Per loro…

        E anche quando i figli crescono la situazione di certo non migliora. Bambine con capelli acconciati in maniera assurda, che poi mamma dovrà sciogliere tra urla e pianti. Corse sfrenate in casa, giochi d’acqua e battaglie! Prese in giro all’ordine del giorno che poveri figli non sapranno mai. Chi non ha mai visto il video del “Lonfo di Andrea Paris insieme alla figlia?

        Il papà o babbo che dir si voglia, sarà sempre il genitore che si presta al divertimento, vestendosi da fatina e mettendosi in gioco più delle mamme, diciamo la verità. Si immolano come tela per colori a spirito e attacchi d’arte dei figli, giocano a fare le principesse, prendendo insieme tè e biscottini.

        giochi papà e figlia

        Perché ai papà non importa che le persone parlino di loro per strada. A loro importa ciò che pensano i figli. Avere un papà super! Loro saranno sempre più giocherelloni e permissivi rispetto alle mamme…questo è l’istinto paterno!

Il rapporto padre e figlio è da assecondare in tutti i modi

Quindi mamma, lascia più spesso il bebè a casa con il papà! Sarà indispensabile per il suo sviluppo, per rafforzare il legame papà-bimbo e per la vostra felicità. Al tuo rientro trovarli addormentati sul divano dopo un paio d’ore di puro divertimento riuscirà a farti passare l’ansia di averli lasciati soli.

Papà e figlio

Pesce_d'Aprile_usanze_credenze

Perché si festeggia il Pesce d’Aprile nel mondo?

Pesce d’Aprile: tutti i perché di una delle usanze più divertenti del pianeta

C’è un giorno dell’anno in cui tutti diventano più giocosi e scherzosi: il Pesce d’Aprile. Festeggiato in quasi tutto il mondo, l’uno Aprile è una data che affascina sia piccoli che grandi!

Ma come nasce l’usanza del Pesce d’Aprile?

Sono moltissimi gli aneddoti riguardo a questa strana ricorrenza e compiere delle ricerche per rintracciare la verità diventa una vera missione. C’è chi associa il Pesce d’Aprile all’avvento del calendario Gregoriano e chi all’inizio della Primavera.

L’ipotesi più veritiera e accreditata è quella del calendario Gregoriano risalente al sedicesimo secolo. Prima dell’avvento di tale calendario, il capodanno veniva festeggiato fra il 25 marzo e il primo aprile, con l’ingresso di questo venne poi spostato all’uno gennaio. Non tutti però erano aggiornati sulle nuove ricorrenze e continuarono a festeggiare il capodanno nelle date solite. Da qui, nascono le burle e gli sciocchi del primo di aprile.

Si pensa che tale ricorrenza abbia preso piede in Francia per poi espandersi in tutto il mondo. Dalla Francia il contagio di questa festività arriva a Genova fra il 1860 e il 1880, nonostante ci sia chi sostiene invece che sia nato a Firenze.

Ma c’è ancora un’altra leggenda che narra che l’uno di aprile fu l’ultimo giorno della creazione del mondo. Il Signore tornò in cielo, lasciando gli uomini soli e smarriti. Questi storditi cercarono cibo ed un posto per riposare, si intralciarono a vicenda impedendo ai più scaltri di trovare una soluzione. I più furbi allora, mandarono i più sciocchi in cerca di oggetti in esistenti cerandoli di allontanarli con una scusa. Proprio in questa occasione nasce l’usanza di prendersi gioco dei più creduloni!

Il nome di questa stramba festività, deriva dallo zodiaco: in questo periodo il Sole lascia la costellazione dei Pesci. Un’altra tesi però, riguarda le prime attività di pesca primaverili. In questo periodo, era frequente il ritorno dei pescatori nel porto a mani vuote e per questo divenivano oggetto di scherno da parte dei cittadini.

Pesce_d'Aprile_usanze_credenze

Insomma ogni parte del mondo conserva una leggenda sul Pesce d’Aprile. Dall’Italia all’America, dal Giappone alla Germania fino l’India sono pochi i paesi che non festeggiano questa usanza!

E voi avete già pensato al vostro Pesce d’Aprile? Il team di Giftsitter.com vi augura un divertentissimo uno d’Aprile!