Category Archives: Studenti

Persone sdraiate in spiaggia

Sei consigli per studiare a mare

Ecco sei consigli che ti aiuteranno a fingere di studiare a mare, l’hobby estivo preferito dagli studenti universitari.

Quante volte ci siamo illusi di poter conciliare studio e divertimento?
Quante volte abbiamo provato a sentirci meno in colpa appesantendo la borsa del mare con i libri?

Tutti ci abbiamo provato, almeno una volta nella vita, e quasi tutti ne siamo usciti sconfitti!

In questo articolo parleremo delle sei cose da fare per riuscire a studiare in spiaggia, sotto il sole e a due passi dal mare: una missione (quasi) impossibile.

Serviranno ad affrontare questa impresa con successo?

Note per il mare

Ecco le sei cose da fare per provare a studiare al mare e sopravvivere alla sessione estiva:

  1. Buona volontà e auto convinzione: il giusto compromesso

    Questi sono due elementi fondamentali per riuscire in questa impresa titanica!
    Vorresti solamente prendere il sole, stare a mollo e non avere pensieri, ma purtroppo hai un esame tra pochi giorni!

    Sai che non puoi far altro che dedicare il tuo tempo, quasi interamente, ai libri in queste giornate calde, stressanti e infinite.
    Che la forza sia con te, ci siamo passati tutti.

  2. Metti in salvo i libri

    La crema solare, la sabbia e l’acqua sono i peggiori nemici dei libri al mare. Fai molta attenzione, nessuno vorrebbe ritrovarsi a dover sottolineare di nuovo tutti gli appunti  a pochi giorni da un esame!

    I libri, in questo periodo dell’anno, sono i tuoi migliori amici ed è inutile negarlo.Valigia con adesivi da mare

  3. Scegli la materia giusta

    Una materia molto leggera, facile, scorrevole aiuta sempre lo studio tra i granelli di sabbia.
    Portare in spiaggia il classico “mattone” è utile solo a fare peso nella borsa del mare e non credo sia questo l’obiettivo della giornata.

    Devi pur sempre trascorrere qualche ora piacevole all’insegna dell’estate, nonostante gli impegni universitari!

  4. Resistere per i primi dieci minuti

    Sono già passati i primi, interminabili, dieci minuti.

    Ti sono già arrivati: tre palloni da beach volley, due da calcio, cinque palline da beach tennis e due da tamburello. Il fato ti mette alla prova e tutto rema contro di te.

    Inizi pure a sudare, il caldo si fa incessante e cominci ad avere lo stesso entusiasmo di quando, da bambino, tua madre ti diceva di mangiare i broccoli al posto della pizza.

    Inizi a prendere coscienza che la buona volontà, la tenacia e i migliori propositi stanno per essere sconfitti dal realismo: tu non mollerai, ci proverai fino alla fine e in cuor tuo speri di farcela.

    Manca poco alla laurea e sono le ultime materie prima di liberarsi da questa tortura estiva!
    Racchetta-da-beach-Tennis

  5. Posa i libri, è arrivata la resa dei conti

    Il primo consiglio di questo elenco è letteralmente naufragato, non ti resta che ri-attuare il secondo: posa i libri e goditi questa giornata di mare!

    Durante questi ultimi minuti hai provato a resistere in tutti modi, non farti scoraggiare, ci abbiamo provato tutti e abbiamo fallito miseramente.

    Cerca di essere realista, bisogna accettare la sconfitta e godersi la giornata: studiare a mare è semplicemente impossibile!

    libro-sul-telo-da-mare

  6. Basta con i sensi di colpa

    Non lasciarti prendere dai sensi di colpa se non sei riuscito a studiare a mare e ti sei lasciato prendere dal clima estivo. Non preoccuparti! Avrai tempo per recuperare… alla prossima sessione!

Lo sai che con Giftsitter raccogli le quote e organizzi la tua festa di laurea in pochi minuti!


CREA LA LISTA PER LA LAUREA

Strada-Havana

Viaggio di laurea a Cuba: il mio sogno!

Viaggio di laurea da sogno. Dove? A Cuba!

Il viaggio di laurea è, probabilmente, il sogno di ogni studente universitario. Quanto tempo abbiamo passato sui libri sognando questo momento?

Oggi racconterò la mia esperienza, il coronamento di un sogno, uno dei regali di laurea che più belli che potessi desiderare: andare a Cuba da neo laureato, una doppia gioia. Tripla se consideriamo che la mia compagna di viaggio era la mia ragazza, anche lei fresca di proclamazione.

Il viaggio più entusiasmante della mia vita ha avuto inizio (con non pochi inconvenienti) esattamente un anno fa, il 23 maggio.

Il programma prevedeva la partenza da Catania alla volta di Roma alle 08:00, con successivo imbarco alle 11:00 per l’Havana. Bene, questo è il momento dei “non pochi inconvenienti”: il volo ha avuto un’ora e mezzo di ritardo a causa di guasto al trattore che accompagna l’aereo in fase di manovra e in seguito alla foratura della ruota anteriore dell’aereo. Non vi nascondo che ho temuto seriamente per il peggio.

Nonostante ciò arrivammo, per il rotto della cuffia, ad Imbarcarci per l’Havana: dopo 11 interminabili ore di volo, il nostro viaggio alla scoperta di Cuba ha avuto finalmente inizio.

bandiera-cubana

Benvenuti a L’Havana, la capitale della rivoluzione!

L’Havana, anzi, La Habana per entrare nello spirito cubano, è un luogo affascinante, ricco di storia e di tradizioni, uno di quei posti da visitare necessariamente una volta nella vita. È una continua carrellata di emozioni, sorprese e stupore.

Il (vero) primo giorno a L’Havana inizia da Plaza de la Revolucion, la piazza principale della città e simbolo della rivoluzione cubana: in cui riecheggiano il memoriale a Josè Marti, le immagini di Ernesto Che Guevara e di Camilo Cienfuegos, considerati ancora oggi autentici eroi nazionali. Bisogna fermarsi per qualche minuto per viverla, ammirarla e apprezzarla in silenzio.

Nonostante il caldo, girare per l’Havana è molto piacevole: ad eccezione delle grandi distanze, percorse con il coquito, un mini taxi giallo a forma di cocco fatto pure due persone (divertentissimo da prendere).

Ho scoperto con grande curiosità questa sorprendente città a piedi, conoscendone pregi e difetti. L’Havana è ricca di vegetazione, una città così naturale che in qualsiasi momento può caderti un cocco accanto mentre passeggi (a me è successo e per fortuna non mi ha preso!).Malecon Havana

Le radici, il passato, la storia di un popolo innamorato delle proprie origini.

Essere viaggiatori, non turisti, è una delle prerogative del viaggio: il viaggio ti lascia sempre qualcosa dentro, ti arricchisce umanamente, culturalmente ed emotivamente, ti segna per il resto della vita. Una esperienza che devi vivere assolutamente dopo la laurea: segnerà il momento di passaggio dall’essere studente a essere finalmente libero! 😀

Ogni angolo della città infatti richiama il mito della Revolucion, il popolo cubano infatti è molto orgoglioso della propria storia, del proprio passato e della propria identità. È una cosa che forse un poco invidio, vorrei che il popolo italiano fosse orgoglioso delle proprie radici, vorrei che il passato sia uno strumento che aiuti ad unire e non a dividere. L’amore per il proprio paese, questo trasmette Cuba.

Murales Havana

Alla scoperta di Pinar del Rio, la provincia del tabacco!

La provincia di Pinar del Rio mi ha colpito molto, complessivamente credo sia uno dei luoghi più inalterati della nazione. Prima di raggiungere Vinales, la destinazione finale, la sosta iniziale è stata a Soroa, famosa per la sua magnifica cascata e per l’Orquideario, un giardino con più di ventimila esemplari di orchidee: un paradiso terrestre immersi nella vegetazione e nella natura più incontaminata.

Ed eccoci giunti a Viñales, una piacevole sorpresa: si torna indietro nel tempo di cinquanta o sessant’anni: aquile, condor e galline che attraversano la strada, paesaggio immutato, e piante di tabacco ovunque. Questa è la valle del tabacco, il paradiso per gli amanti dei sigari!

Ok, nessuno ti obbliga a fumare un sigaro se non sei un fumatore, ma una foto di rito con il sigaro tra le dita è obbligatoria!

Valle di Viñales

Avevo sentito parlare tanto di questa piccola cittadina, famosa per la Cueva del Indio e il Mural de la Prehistoria, ma sinceramente non pensavo fosse così incantevole: un luogo di pace immerso nella flora cubana.

A Viñales si trovano tante fattorie che coltivano il tabacco, l’oro della nazione, da poter visitare in ogni momento della giornata e dove poter assistere alle varie fase di fabbricazione dei sigari e acquistarne 10 con 40 Cuc (la moneta cubana) di ottima qualità.

Varadero ed è subito mare, spiaggia e relax.

Abbiamo dedicato gli ultimi giorni al relax, al sole e al mare. Siamo stati a Varadero, luogo prettamente turistico, una vacanza nella vacanza.

Tra un Mojito e l’altro (i migliori al mondo si trovano a Cuba, non a caso la ricetta nasce qua) abbiamo trascorso le giornate fino al giorno del rientro, in spiaggia, a Cayo Blanco, un’isola nel cuore del Mar dei Caraibi, praticando lo snorkeling e facendo il bagno con i delfini.

Spiaggia Cayo Blanco

È tempo di resoconti…

Su Cuba ci sarebbero tante altre cose da dire, dall’assenza di internet se non in determinati punti della città, dal cibo buono di origine contadina e non marittima (a differenza di quanti molti credono) e dalla grande sicurezza, probabilmente la nazione più sicura in cui sia mai stato.

Concludo questo racconto del mio viaggio di laurea, ricordando ciò che disse mio padre:

apprezzerai ancora di più Cuba quando sarai sull’aereo per tornare a casa!

Beh, aveva ragione!

Il mio consiglio è solo uno: vola a Cuba! Visitala, scoprila e apprezzala, non te ne pentirai.

Questo è stato senza ombra di dubbio il regalo più bello che potessi ricevere. Partire per un viaggio dopo avere raggiunto un importante traguardo della propria vita, come la laurea per uno studente, è sempre un’enorme gratificazione.

Ringrazio ancora oggi i miei amici per questo splendido regalo che mi hanno fatto.

Come farsi regalare un viaggio di laurea da sogno? Con Giftsitter raccogli le quote e prendi il volo!


CREA LA LISTA PER LA LAUREA

Cose da fare

Le 30 (e lode) cose da fare prima di laurearsi

Quali sono le 30 (e lode) cose che gli studenti dovrebbero fare prima di laurearsi?

Questo manuale ti aiuterà ad affrontare il percorso universitario nel migliore dei modi. 30 (e lode) consigli per rendere sorprendenti gli anni più belli della vita di un universitario.

Il diario dello studente (prima parte)

Questo è l’elenco delle 30 e lode cose da fare prima di arrivare al giorno più importante della vita di uno studente, quello della laurea.

  1. Studentessa laureata La scelta dell’università
    Sì, sembra un’ovvietà, ma questa è la decisione più importante da affrontare per aver modo di completare questo elenco. Non dimenticare di seguire le tue ambizioni, le tue aspirazioni e le tue passioni.
  2. Vivi con entusiasmo, curiosità e felicità il primo giorno di università!
    Essere matricola ha tanti aspetti positivi, più di quanti si possa pensare.
  3. La cena prima dell’esame
    Mangiare 30 cheeseburger con il tuo migliore amico (e collega) la notte prima di un esame è sicuramente una cosa da provare… io l’ho fatto ed è andata bene, lo giuro.
  4. Il giorno prima di un esame
    Cerca di svagare un po’, divertiti, esci con gli amici e gioca ai videogames tutta la notte. Generalmente il primo giorno serve soltanto ad aumentare la tensione e a concludere la giornata con la frase più pronunciata dagli studenti… “non so nulla, domani sarà un disastro”.
  5. Trova un portafortuna
    La scaramanzia, sappiamo tutti, non è mai abbastanza. Ad esempio il mio talismano era il gatto, non lo portavo agli esami ma non falliva mai. 30 e lode al mio gatto!
  6. Sostenere un esame all’orario stabilito
    Questo punto non dipende da te, ma ti auguriamo di poter trovare, prima o poi, una commissione d’esame puntuale.
  7. Farsi accompagnare a lezione in ambulanza
    No, non è una gufata. Il ritardo non è mai abbastanza e quindi a mali estremi, estremi rimedi.
    …p.s. conosco gente che l’ha fatto sul serio.
  8. Viaggia
    L’aereo non usarlo solo per tornare a casa, scopri il mondo, è troppo bello per non essere visitato. Viaggiare ti aiuta a scoprire nuovi luoghi,  nuove prospettive, nuovi stimoli e nuove passioni, è un momento di crescita formidabile.
  9. Erasmus
    Il miglior modo per abbinare crescita, divertimento e conoscenza, non dubitarne. Lanciati in questa fantastica esperienza!
  10. Dormire a lezione
    Dopo aver passato una notte da leone e aver la presenza obbligatoria, resta l’unica soluzione.
  11. L’amico che prende gli appunti
    Questo punto va necessariamente abbinato con quello precedente, ti salverà la vita (e la laurea).
    appunti lezione

    Il diario dello studente fuori sede

  12. Trova una casa
    Possibilmente vicino all’università, spaziosa e soprattutto con il condizionatore.
  13. Imparare a cucinare
    Perché la pasta con il tonno, con il pesto, le uova, i wurstel e la nutella sono i piatti preferiti dallo studente fuori sede… disperato.
  14. La raccolta differenziata
    L’incubo di ogni studente fuori sede, la multa è sempre dietro l’angolo: certo, bisogna pure impegnarsi per buttare la mozzarella confezionata nell’umido… e vi giuro, anche in questo caso conosco persone che l’hanno fatto.
  15. Trovare il supermercato più vicino a casa
    Sconosciuti fino a questo momento, questi sono luoghi affollati dove si comprano i beni di prima necessità (e non solo). Evita di fare la fine dello studente fuori sede disperato (vedi il punto tredici).
  16. Imparare a fare la spesa
    I fondi non sono infiniti e dovrai arrivare in salute alla fine mese, non ridurti mai a pranzare e cenare con latte e cereali. Non perderti d’animo, questo corso di sopravvivenza alimentare ti cambierà letteralmente la vita, stanne certo.
  17. Divertiti
    Le feste, le gite fuori porta e l’escursioni, una volta laureati, non torneranno più. Non perdere le occasioni e impara a dire “sì” più spesso.
    studenti festeggiano in spiaggia
  18. Imparare a fare il bucato
    È un altro passo fondamentale nella vita di un fuorisede, a meno che non preferiate comprare vestiti nuovi ogni giorno è arrivata l’ora di imparare a fare la lavatrice.
  19. Imparare a stirare
    Questa è una conseguenza del punto precedente, ma per ovviare a tutto ciò:
  20. Trovare la lavanderia più vicina a casa
    Perché se i due punti precedenti richiedono tempo e pazienza, potrai risolvere tutto con pochi spiccioli, levandoti pensieri e non dovendo imparare nulla.
  21. Maratona di serie tv
    A ciascuno la sua. Lo studente fuori sede diventa un divoratore seriale di saghe di ogni genere.
    ragazza sul divano
  22. Fatti mandare i pacchi da casa
    Cerca di trattenere le lacrime, è arrivato il cibo.  Finalmente potrai mangiare qualcosa di diverso da quanto elencato al punto dodici.
  23. I contenitori per alimenti
    Il terrore di ogni studente fuori sede: loro devono tornare a casa sani e salvi, sempre.

    Il diario dello studente laureando

  24. Scegliere la tesi di laurea
    Eccoti arrivato al momento clou della tua vita da studente, la tesi di laurea. Scegli bene l’argomento e buona fortuna.
  25. Trovare il relatore 
    Colui che stravolgerà le tue idee, le tue certezze e le tue convinzioni; non vedrai l’ora che arrivi il giorno della proclamazione.
  26. Fare una massiccia scorta di Maalox
    Ne avrai bisogno soprattutto nel periodo di consegna della tesi e le notti prima degli ultimi esami. Un fedele amico.
  27. Divertiti dopo l’ultimo esame
    Dopo l’ultimo, maledetto e memorabile esame da 30 e lode (qualunque sia il voto), ecco le cinque cose da fare dopo la laurea.
  28. Organizza la festa di laurea
    Rendi indimenticabile uno dei giorni più importanti della tua vita, te lo meriti dopo anni di sacrifici.
  29. Crea la tua lista regalo con Giftsitter.
    Il modo più elegante, semplice e discreto per evitare un regalo indesiderato. 
    Con Giftsitter crei la tua lista laurea online.

    Un altro punto tanto atteso è arrivato, scegli la tua lista laurea!


    CREA LA LISTA PER LA LAUREA

  30. Il giorno della laurea
    Sta arrivando e non hai ancora pensato a cosa indossare? Nessun problema, ecco una guida sull’outfit ideale. Adesso non resta che attendere la proclamazione!

30… e lode! Il viaggio
Il momento del meritato riposo, del relax e della gratificazione è arrivato, buon viaggio!

Vista dall'aereo

Congratulazioni! Obiettivo raggiunto!

Hai affrontato con successo l’elenco delle 30 e lode cose fare prima di laurearsi, non è stato così difficile, vero?

Bomboniera Polaroid Laurea

Bomboniera Polaroid per la laurea dal gusto retrò

Non sai che ricordo lasciare ai tuoi amici della tua fantastica festa di laurea? Perchè non regalare un piccolo pensiero originale fatto di emozioni? Una polaroid di te con i tuoi amici e parenti scattata durante la festa potrebbe essere un’opzione carina!

Bomboniera Polaroid laurea

Bomboniere con le polaroid: perché una foto è per sempre!

L’idea di donare questo piccolo ma significativo cadeau a tutte le persone che festeggeranno con te il raggiungimento di questa meta importante è geniale! Sicuramente i tuoi invitati saranno contenti, stanchi di tutti quelle bomboniere “raccogli-polvere” viste e riviste, ricevute per lauree, compleanni e qualsiasi altro tipo di occasione.

Può essere visto paradossalmente come un ritorno al passato ma allo stesso tempo come una novità. Ne saranno sicuramente contenti i parenti vintage come i nonni e gli zii. Si lamentano sempre delle foto virtuali rimpiangendo i vecchi album cartacei.

Se hai un fotografo a disposizione potrà occuparsi lui di fare tutte le istantanee che vuoi e sistemarle su un tableau per farle trovare pronte agli ospiti alla fine della festa. Se cosi non fosse potrai fare tu stessa gli scatti,  tutti lo prenderanno sicuramente come un gioco molto divertente! Questo ti permetterebbe anche di evitare lo stress di dover fare le solite noiose foto di rito con tutti gli invitati.

Photo booth e Polaroid: divertimento assicurato!

Per rendere ancora più divertente potresti organizzare un photo boothuna simpaticissima cabina con divertenti accessori come baffi, occhiali buffi, parrucche, cappellini e lavagnette con gessetti dove potere scrivere dei messaggi carini ai festeggiati.

Photo Booth laurea

A ognuno la sua polaroid

Alla fine della festa saranno asciutte e pronte per regalarle. Se vuoi sarebbe decisamente carino e originale  scrivere qualche riga per gli invitati, ognuno di loro avrà la sua “bomboniera” personalizzata  o semplicemente scrivere la data.

Sicuramente tutti rivedendo questi scatti ricorderanno sognanti le emozioni e la spenzieratezza della tua festa!

E tu che ricordo lascerai ai tuoi amici della tua festa di laurea?

Ti laurei? Scegli la lista regalo che ti aiuta a realizzare i tuoi sogni di neolaureato. Prova Giftsitter!


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Come scrivere la tesi di laurea?

Consigli su come scrivere la tesi di laurea

Come scegliere l’argomento della tesi di laurea? Come scegliere il relatore di tesi?  Come iniziare a scriverla? Se ti stai facendo queste domande, allora hai bisogno del mio aiuto.

Sì, è proprio così, l’ultimo sforzo e sarà finita! Prima o poi per tutti gli studenti universitari arriverà il fatidico momento di scrivere la tesi e non bisogna farsi prendere dal panico. Come sempre, basta avere un piano!

Ti racconto la mia esperienza, potrebbe esserti d’aiuto per prendere le tue decisioni.

Come scegliere il relatore della tesi?

Io ho iniziato con largo anticipo chiedendo la disponibilità al professore che volevo come relatore, perché sapevo già che fosse molto richiesto. Perché ho scelto lui? A differenza dei casi generali, non ho scelto il mio relatore basandomi su voci di corridoio: quante leggende ho sentito su ipotetiche teorie per cui quel professore era super disponibile, quell’altro era nullafacente, quell’altro ancora era Superman! Lasciatemelo dire, sono tutte st…. stupidaggini! Ho preferito seguire il mio istinto e le mie impressioni personali.

In realtà, se devo essere del tutto sincera, avevo già deciso di essere seguita da lui dal primo momento in cui seguii la sua prima lezione, al primo anno di università! Prematuro? Forse sì, ma non potetti essere indifferente alla sua professionalità, alla sua preparazione, alla passione per il suo lavoro, gli argomenti affrontati, il modo di esporli e trattarli, l’originalità, la capacità di riuscire a catturare l’attenzione di tutti e di suscitare interesse e curiosità.

Come scegliere l’argomento della tesi di laurea?

Questa è sicuramente la domanda che ti sta facendo uscire il fumo dalle orecchie. Scegliere l’argomento sbagliato può esserti fatale: vuoi passare davvero mesi e mesi della tua vita a leggere, studiare e scrivere su un argomento che non trovi per nulla interessante o stimolante? Non credo proprio.

So bene che non per tutti sono rose e fiori, ma arrivare davanti al professore con le idee un po’ più chiare è la chiave per non incorrere in drammi inutili. Il mio consiglio, fai una lista degli argomenti che ti interessano di più e prova a fare una classifica di preferenza. Il tuo professore riuscirà ad indirizzarti e consigliarti per il meglio.

Ti laurei? Vorresti ricevere il regalo dei tuoi sogni? Scegli Giftsitter


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Ti consiglio di scegliere un argomento che veramente ti piaccia e ti coinvolga, in questo modo tutto ti verrà più semplice; qualsiasi dubbio tu abbia inoltre chiedi sempre al professore, lui saprà sicuramente come aiutarti.

Ricordo ancora che andai al ricevimento del professore esprimendo in maniera decisa che intendevo fare la tesi con lui e la macroarea all’interno del quale volevo scegliere l’argomento della tesi.  Lui ci pensò qualche attimo e mi propose l’argomento, che subito mi piacque e quindi accettai.

Come scegliere l'argomento della tesi

Quanto tempo si impiega a scrivere una tesi?

C’è chi decide di sostenere tutti gli esami di tutte le materie per poi, solo alla fine, dedicarsi alla tesi; altri invece preferiscono fare le due cose contemporaneamente.

La parte più intensa dedicata alla tesi sono stati i 10 mesi prima della laurea! Non fatevi spaventare dal tempo che ho impiegato io, ognuno ha i propri tempi.

Io ho impiegato cosi tanto tempo perché i primi mesi mi sono dedicata agli ultimi esami. Inoltre ho voluto dedicare tanto spazio alla fase di ricerca e di costruzione della bibliografia, dato che è tra le cose fondamentali della tesi. Ricorda: bibliografia scadente equivale ad una tesi scadente, quindi non sottovalutarla!

Negli ultimi mesi, invece, mi sono occupata della stesura dei capitoli.

Tesi compilativa o sperimentale?

La durata di preparazione è stata cosi lunga perché abbiamo deciso che la tesi dovesse avere carattere sperimentale e non compilativo.

La tesi compilativa è la rielaborazione di materiali, dati, teorie e concetti  su un dato argomento già esistente; la tesi sperimentale invece prevede una ricerca compiuta personalmente dallo studente: posto un obiettivo e decisi gli strumenti da utilizzare, bisogna alla fine presentare i risultati ottenuti.

Sicuramente le tempistiche sono differenti e una tesi sperimentale richiede più tempo, ma in genere si tratta della tipologia di tesi con la quale è possibile ottenere votazioni più alte e, soprattutto, più soddisfazione.

Come si scrive una tesi di laurea?

Come scegliere il relatore della tesi

Nella prima parte del mio lavoro mi sono dedicata alla ricerca empirica, poi ho affrontato degli step che mi sono stati consigliati dal professore per svolgere il lavoro in maniera più fluida e semplice:

  1. Ho concordato la bibliografia;
  2. Ho letto i testi per capire cosa mi sarebbe servito per la stesura;
  3. Ho fatto un indice strutturato, cos’è? È un indice in cui in corrispondenza di ogni paragrafo va scritto brevemente di che cosa s’intende parlare;
  4. Ho scritto in ordine bibliografia, introduzione, capitoli, conclusione, ringraziamenti, appendici e indice.

Io non ho avuto particolari difficoltà seguendo il metodo di lavoro che ti ho descritto, il lavoro è stato fluido e semplice. Oltretutto questa esperienza mi ha dato la possibilità di imparare davvero tanto, credo addirittura di aver appreso più in questi 10 mesi che in tutta la mia carriera universitaria.

A questo punto il relatore l’ha revisionata e dopo le correzioni finali l’ho caricata sul portale studenti! Quello è stato il momento in cui mi sono sentita incredibilmente leggera, non mi preoccupava tanto il discorso che avrei dovuto tenere in seduta di laurea perché mi sono occupata personalmente di ogni minimo dettaglio.

Rilegare la tesi di laurea è necessario?

Anche se ormai siamo nell’era digitale e in quasi tutti gli atenei non è necessario consegnare anche una copia cartacea della tesi, il mio consiglio è quello di rilegare comunque una copia per te e una per il tuo relatore.

La parte più divertente è stata scegliere  la copertina per la rilegatura. C’è chi dice che ogni facoltà abbia un suo colore, ad esempio per giurisprudenza blu, per medicina rossa, per lettere e filosofia bianca. In realtà puoi scegliere quella che più ti piace, non ci sono delle regole fisse da rispettare a riguardo.

Fatto ciò puoi dedicarti ad outfit e festeggiamenti vari.

Tu hai già scelto l’argomento della tesi? E il tuo relatore?

Outfit-Laurea

Cosa indossare per la seduta di laurea?

Finalmente dopo tanti sacrifici la tanto attesa meta è arrivata: la laurea! Le ultime materie, le ultime correzioni e infine la consegna della tesi. Va bene, lo so, è fondamentale dare precedenza a queste cose, ma hai dimenticato che sei tu il/la protagonista di quel giorno? Cosa indosserai? Non puoi assolutamente presentarti con la  “divisa” da studente sotto esame: capelli arruffati, occhiaie e infradito!

Qual è l’outfit perfetto per il giorno della laurea?

Ormai dopo almeno anni di università il pigiama è diventato la tua seconda pelle. L’acconciatura più fashion che riesci a fare è uno chignon a mo’ di cipolla in testa che, ammettiamolo, più che Chiara Ferragni ti fa sembrare un vero e proprio pulcino spennacchiato.

Svegliaaaaaa! La tua laurea è il momento in cui devi sbocciare come un bellissimo cigno e camminare verso questo traguardo cosi importante e soddisfacente. Notti passate sui libri, caffettiere borbottanti che aspettano solo di essere svuotate per far posto ad altro caffè (doppio, ovviamente). La tua vita sociale? Meglio stendere un velo pietoso. Sì, ti sei trascurata un po’, però adesso è giunto il momento di rilassarti e prenderti cura di te stessa.

Tra tutte le cose che devi fare dopo aver consegnato la tesi, la prima è in assoluto scegliere l’abbigliamento per il giorno della seduta di laurea. Si tratta di un traguardo molto importante e, non vuoi di certo passare inosservata!

Ci sono tante opzioni tra cui puoi scegliere, vediamo insieme quali sono.

Idee outfit laurea per ragazza

Quel giorno sarà necessaria sobrietà, eleganza e quel pizzico di professionalità che non guasta mai, ovviamente senza diventare troppo seriosi, siete sempre delle giovani laureande!

La prima idea che ti suggerisco è di pensare al classico Tailleur, con gonna o pantalone a seconda dei tuoi gusti. Per non essere troppo seria e classica puoi sdrammatizzarlo con degli accessori o con un bel sottogiacca. Potresti anche decidere di creare uno spezzato abbinando un pantalone o una gonna con giacca di colori diversi. Giocare cambiando il genere di giacca, sostituendo la classica con un Blazeer o con una giacca avvitata dal taglio giovanile, lo stesso puoi fare con il pantalone spaziando dal pantapalazzo al pantalone a sigaretta o a quello a zampa d’elefante.

Tailleur-laurea
Foto di irenecloset.com

Che colore scegliere per l’abito giusto? Le opzioni sono infinite, puoi scegliere quello con cui ti senti più a tuo agio, che rientra nel tuo stile. Per decidere il colore potresti adeguarti alla stagione: se la laurea si svolge in autunno o inverno opta per colori più scuri, mentre in primavera ed estate puoi usare dei toni più chiari, anche pastello se ti piacciono, l’importante è che siano freschi e vivaci.

Se invece non ti va di indossare il Tailleur e vuoi puntare su qualcosa di più sbarazzino, sfruttabile anche per la tua festa puoi orientarti su un vestitino semplice ed elegante: il tubino nero è un evergreen.

Come già detto da VOGUE Italia, può essere anche la tipologia di laurea a suggerirti il tipo di abbigliamento adatto.

Se il tuo  percorso universitario ti farà diventare una dottoressa in legge, l’outfit più adatto potrebbe essere una sobria longuette e una semplice ed elegante camicia in chiffon.

Scienze politiche ed economia? Un classico tailleur vi calza a pennello.

Se sei una laureanda in medicina non sarebbe male cominciare ad abituare gli occhi con un bel completo in bianco in vista del camice che indosserai tutti i giorni.

La laurea in architettura o design richiede uno stile dal mondo sailor.

Anche gli abiti che vestiamo sono una forma di comunicazione, un biglietto da visita e chi è una futura laureanda in comunicazione lo sa, potrai esprimere il tuo carattere attraverso degli abiti dai colori decisi. Che ne dici di avere un bel contrasto con bianco e nero?

Le studentesse di lingue amano le diverse culture e il mix di diversi stili tra gli accessori, per apparire molto casual, ma assolutamente elegante.

Insomma, sei assolutamente libera di scegliere quello che ti fa stare meglio, che sia comodo e che non aggiunga altri fastidi a questa giornata che sarà già di per se abbastanza tesa.

Ti laurei? Crea la tua lista regalo su Giftsitter.com e realizza i tuoi desideri!


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Idee outfit laurea per ragazzo

Per i maschietti la scelta è fortunatamente più semplice. Per te un abito completo di giacca e pantalone è la soluzione ideale, con il tessuto giusto a seconda della stagione, il colore che preferisci. La cravatta  non è obbligatoria, c’è a chi piace indossarla rossa, proprio perchè è il colore della laurea.

cravatta-rossa-laurea

Attenzione però ci sono dei consigli che devi assolutamente seguire per non rischiare di sbagliare!

Non eccedere con l’eleganza, non stai andando ad un matrimonio!

Linee guida generali e i “No” per lui e per lei

  • No ai jeans!! Questo abbigliamento andava bene per frequentare le lezioni e sostenere gli esami. Se proprio, soprattutto i maschietti, non riesci a vederti con un elegante completo allora cerca di abbinare il tuo amato jeans, ad una camicia e ad una  giacca eleganti.
  • Stai andando alla tua laurea quindi no a qualsiasi genere di volgarità, non è il caso di presentarsi con tacchi vertiginosi, vestitini esageratamente corti o scolli che lasciano poca immaginazione.
  • No agli abiti lunghi! La serata di Gala non è esattamente l’appuntamento a cui devi presentarti, mi raccomando, moderazione.
  • Nel caso in cui la tua laurea è in estate, si sa, il caldo è una brutta bestia da combattere, però non mi sembra il caso di presentarsi con pantaloncini, vestitini frivoli e svolazzanti o infradito: la perfetta tenuta spiaggia lasciamola in spiaggia.
  • Sarà una giornata di tensione sicuramente, ma il total black è davvero pesante! Puoi spezzare con una maglia bianca o colorata o anche con qualche particolare accessorio che dia un po’ di luce al tuo outfit;
  • No a terribili manicure con esagerati ornamenti e decorazioni in rilievo, di lunghezze improponibili. Lo stesso vale per il trucco, un trucco leggero e pulito è proprio la soluzione che fa per te.

Bene, la tesi è pronta, il vestito sarà un gioco da ragazzi sceglierlo con queste dritte che ti ho dato, ripassa un po’ la tesi e siete pronti per il tuo grande giorno!

regali di laurea desiderati

Regali di laurea più desiderati

Cosa inserire nella lista regalo per la laurea?

Se sei arrivato in questa pagina è perché finalmente hai terminato i tuoi esami universitari e ti accingi a concludere la tesi. Le tue “sudate carte” stanno per portare i frutti e giustamente ti concedi qualche minuto di svago pensando a ciò che farai dopo la laurea e, per quanto in questo momento ti interessi poco, stai cercando di dare una risposta definitiva ai tuoi amici che, man mano che si avvicina la data della discussione della tesi, continuano a chiederti “cosa vuoi ricevere per la tua laurea?”. 

Sappiamo quanto può essere snervante dover dare una risposta quando si è molto indecisi, motivo per cui abbiamo pensato di stilare una lista dei regali più desiderati dai neo dottori per poter dare finalmente una risposta.

  • Viaggio di laurea

La prima opzione è molto in voga, forse una vera e propria necessità, un modo per svagarsi dopo le fatiche colossali che hai affrontato nel corso dei tuoi anni universitari: un viaggio! Parole d’ordine sono relax e divertimento: te lo meriti!

regalo di laurea viaggio

  • Tecnologia a gogò

Anche se non sei un’amante sfegatato della tecnologia, ci sarà sempre qualche diavoleria tecnologica che desideri: un nuovo shartphone, un pc, un tablet, macchina fotografica o qualsiasi altro strumento che potrà fare la differenza.

  • Un gioiello

Se sei una donna è più semplice, puoi spaziare tra modelli e pietre preziose. Se sei un uomo il tuo gioiello importante può essere rappresentato da un bellissimo orologio (nulla toglie che è anche un’idea perfetta per una ragazza).

  • Denaro per i progetti futuri

Non hai voglia di farti regalare un oggetto in particolare allora preferisci raccogliere del denaro da poter spendere in futuro. Un’idea che farà felice le tue tasche, ma attenzione alle gaffes: non c’è niente di più imbarazzante di chiedere dei soldi come regalo ad amici e parenti.

E nell’indecisione cosa fare?

regali di laurea giftsitter

Semplice, basta creare una lista regalo online per la tua laurea come quella di Giftsitter.com! Con Giftsitter crei la tua lista regalo gratuitamente, invitare i tuoi amici, inserire i regali desiderati o una semplice raccolta quote. In qualsiasi momento, anche se la data di scadenza della lista è ancora lontana, puoi ricevere gratuitamente le somme raccolte sul tuo conto e decidere quindi come e quando spendere il denaro raccolto. Un viaggio, un pc nuovo, una borsa, un gioiello, un oggetto che desideri da tempo o semplicemente del denaro: tutto è possibile con una lista regalo online.

Creare la tua lista laurea su Giftsitter.com è semplicissimo!


CREA LA TUA LISTA LAUREA

viaggiare dopo la laurea

Perché partire per un viaggio dopo la laurea

5 motivi per cui vale la pena partire per un viaggio dopo la laurea

Se hai appena finito i tuoi esami universitari, la tesi ti ha portato via ogni energia e finalmente sei stato proclamato dottore, allora nessuno più di te si merita un viaggio. Motivi per partire per un viaggio da soli o in compagnia ce ne sono tanti, forse infiniti, ma ogni viaggio ha, oltre che una destinazione, un obiettivo.

Una sorta di rinascita emotiva ed intellettuale: dopo la laurea hai bisogno di accumulare energie positive per poi iniziare una nuova fase della tua vita. Viaggiare ti rende libero, aperto e pronto ad affrontare nuove sfide.

Dunque, perché dovresti partire per un viaggio dopo esserti laureato? I motivi sono infiniti, ma io qui te ne do ben 5, anche se sicuramente tu ne troverai qualcuno in più. Ognuno leggilo attentamente e sono sicura che dopo ti verrà voglia di cercare il viaggio perfetto per te.

  1. Relax

    Non c’è bisogno di dirlo, sei stressato: hai avuto tante di quelle cose da fare, la tua mente è stata oberata di lavoro, sei stato sovraccaricato di ansie ed emozioni che hai tanto bisogno di staccare la spina. Il pensiero di cercare un lavoro adesso è martellante, ma dovresti prenderti un po’ di tempo per te stesso e ricaricare le batterie. Prova il piacere del “dolce far nulla”: una pennichella all’ombra di una palma in una spiaggia caraibica con il rumore delle onde del mare, un cocktail ghiacciato accanto con un bell’ombrellino sopra: sì, perché l’ombrellino di carta non può mancare in una vacanza all’insegna del riposo e della rilassatezza.perché partire per un viaggio dopo la laurea relax

  2. Allargare i tuoi orizzonti

    Non puoi più coltivare l’orticello di casa, è arrivato il momento di esplorare e conoscere il mondo che ti circonda. Questo significa liberarti dai tuoi limiti mentali e aprirti verso gli altri. Entrare a contatto con culture diverse dalla tua può aiutarti ad aprire la mente e mostrarti propositivo nei confronti delle persone che non conosci. Questa qualità potrà esserti utile nella vita lavorativa e personale. Nessun uomo è un’isola e non vuoi essere certamente il primo ad esserlo!allargare orizzonti viaggio dopo laurea

  3. Costruire un’esperienza di vita

    Attenzione, non deve diventare l’unica esperienza eclatante della tua vita, ma la prima di tante altre che arriveranno in futuro. La cosa più bella? Al tuo ritorno avrai qualcosa da raccontare e, soprattutto, potrai affascinare i tuoi interlocutori con gli aneddoti più interessanti e divertenti delle avventure che hai vissuto durante il primo vero viaggio da persona matura e consapevole. E perché no, costruisci un vero e proprio storytelling su qualche episodio strambo o un luogo affascinante che ti ha colpito particolarmente: una persona interessante agli occhi degli altri è chi riesce ad attirare l’attenzione senza però strafare. Di sicuro questo ti aiuterà ad acquisire sicurezza. Ad esempio, in un colloquio di lavoro è molto apprezzato un candidato che sa parlare dei propri interessi in modo non banale.esperienze di viaggio

  4.  Metterti alla prova

    Fino ad ora le prove che hai dovuto affrontare sono stati gli esami. Nulla togliere alle fatiche di Ercole per affrontare il professore più temuto di tutto l’ateneo, tutti sappiamo quanta forza ci vuole per non scoraggiarsi. In viaggio sei in un luogo sconosciuto e non hai tutti i comfort di casa: è una sfida che si ha luogo in un campo di battaglia non familiare. Devi essere pronto ad ogni evenienza. Più che un viaggio si può trasformare in una prova di coraggio! Dai dimostrazione di sapertela cavare da solo e senza l’aiuto degli altri.viaggiare dopo la laurea

  5. Crescere

    Siamo arrivati al punto clou della nostra classifica. Ogni viaggio ti dà qualcosa in più e ti cambia nel carattere e nello spirito. Crescerai, sarai più indipendente, avrai una visione più chiara del tuo futuro e delle tue aspirazioni.

La tua laurea si avvicina? Scopri come farti regalare il viaggio dei tuoi sogni


ENTRA NEL MONDO DI GIFTSITTER

5 cose da fare dopo la laurea

5 cose da fare dopo la laurea

Dottore è il tuo momento: ecco cosa fare appena dopo la laurea!

Finalmente sei stato proclamato dottore: applausi, pianti di gioia che celano un po’ di isteria, corona d’alloro, tante foto ricordo, parenti che ti abbracciano in modo compulsivo, amici che si congratulano nemmeno avessi trovato la cura contro il cancro. Tutto bellissimo, ma adesso? Cosa si deve fare?

Adesso arriva il bello. Cosa fare? Dove andare? A cosa puntare? Interrogativi e domande affliggono la tua mente, ma niente paura. Le cose da fare sono tante, però è meglio iniziare da cose più semplici.

5 cose da fare dopo la laurea

Ecco le primissime 5 cose da fare dopo la proclamazione della laurea:

  1. Rilassati. Sembra banale dirlo, ma è la prima cosa da fare. Ormai il peggio è passato, non resta che fare un bel sospiro di sollievo e goderti il momento.
  2. Sorridi e sii felice. In qualunque modo sia andata, 110 e lode o minimo dei voti, punti in più per la tesi o no, devi essere soddisfatto del traguardo raggiunto. Niente e nessuno può rovinarti questo momento.
  3. Entra in letargo. Dopo lo stress degli ultimi esami e della stesura della tesi e le ore piccole, adesso ti sei meritato un po’ di sano riposo. Dormi come se non l’avessi fatto da anni (un po’ di verità c’è, non credi?) e recupera le energie. Dovrai essere carico nel momento in cui ti metterai alla ricerca di un lavoro o uno stage.
  4. Fai un viaggio. Esplora il mondo, scopri nuove culture e città, apri la tua mente ed esplora nuovi orizzonti. Adesso è arrivato il momento di diventare davvero adulti e confrontarsi con il mondo esterno!
  5. Brinda e festeggia. Non per forza bisogna fare festeggiamenti in grande degni di una serata di gala, ma non farti venire in mente la felice idea di non festeggiare anche con qualcosa di semplice e low cost. Te ne pentiresti: i traguardi si celebrano e si festeggiano insieme agli amici e alle persone care.

Dopo queste 5 cose è arrivato il momento di realizzare i tuoi sogni e costruire il tuo futuro.

Un grande in bocca al lupo!

Ti laurei? Vuoi una mano per realizzare i tuoi progetti futuri?


Crea la tua lista laurea

studenti-serie-tv

Studenti universitari e serie tv: a ciascuno la sua!

Dimmi cosa guardi in tv e ti dirò chi sei

Ore e ore passate sui libri a sgobbare. Un po’ di svago ogni tanto ci vuole. Ecco che noi di Giftsitter.com vogliamo fare in modo che i vostri momenti di relax siano comunque di qualità. Quale facoltà frequentate? Ecco le serie tv che fanno al caso vostro!

Giurisprudenza

Avremmo potuto citarne una ventina: il piccolo schermo prolifera di avvocati e aule di tribunale. Dunque, usciamo fuori dagli schemi: Gomorra – La serie. Non c’è bisogno di fare troppi preamboli, la serie tv, come il libro e il film, appassiona gli studenti di giurisprudenza soprattutto perché è molto più vicino alle realtà locali del nostro Paese.

gomorra serie tv giurisprudenza

Medicina

Anche qui scelta difficilissima. Ne sceglieremo due, una per le donne e una per gli uomini. Per le prime ovviamente Gray’s Anatomy, il medical drama incentrato sulla vita della dottoressa Meredith Grey, una tirocinante di chirurgia nell’immaginario Seattle Grace Hospital di Seattle.

Greys-Anatomy-serie-tv-medicina

Per i maschietti l’irriverente Dr House, un medico a dir poco non convenzionale dotato di grandi capacità e un irrefrenabile cinismo.

Dr-House-serie-tv

Chimica e Farmacia

Come non citare Breaking Bad? Walter White è un professore di chimica di Albuquerque. In seguito al casuale incontro con Jesse Pinkman, un suo ex studente diventato uno spacciatore di poco conto, decide di produrre in casa metanfetamina. Il prodotto di Walter si rivela però di qualità nettamente superiore rispetto alla concorrenza, con una purezza del 98% circa, grazie alle sue conoscenze chimiche.

Breaking-Bad-serie-tv

Fisica

Pronti a farsi delle grasse risate? The Big Bang Theory fa al caso vostro. Le avventure di Leonard, Sheldon, Howard e Raj, giovani scienziati che lavorano insieme al California Institute of Technology, allieterà le vostre giornate. La loro grande intelligenza ne fa tra le menti più valide del Paese, ma la loro routine cambia radicalmente quando Leonard si innamora di Penny, una bella ragazza di provincia giunta in California con il sogno di diventare attrice. Gli equivoci e le stranezze sono all’ordine del giorno!

the-big-bang-theory-serie-tv

Lettere

Niente serie barbosa su scrittori d’altri tempi. Per gli studenti di lettere consigliamo Californication, la serie comedy (con qualche piccolo tocco drammatico) che segue le vicissitudini e disavventure di Hank Moody, uno scrittore che, tra problemi di sesso e droga, tenta di riconquistare la sua ex ragazza e di ritrovare l’ispirazione per scrivere un nuovo libro.

californication-serie-tv

Sociologia

Studio sui comportamenti sociali? Orange is the new Black svela gli atteggiamenti atipici dell’universo femminile quando è limitato in una società ristretta come quella del carcere. Per  gli studenti di sociologia della comunicazione potrebbe diventare un vero e proprio cult.

Orange-Is-the-New-Black-serie-tv

Economia

Una serie tv adatta agli studenti di economia è senza dubbio House of Lies. Cosa accade all’interno di una società che si occupa di management consulting? Lo staff della compagnia è guidato dallo spietato Marty Kaan, che non si fa scrupoli a ricorrere a qualsiasi mezzo pur di soddisfare i propri clienti.

HOUSE-OF-LIES-serie-tv

Informatica

Appassionati di informatica e tecnologia? Seguite Mr. Robot, la serie incentrata sulla doppia vita di Elliot Alderson, un informatico che lavora come impiegato e consulente informatico, ma che di notte diventa un hacker alla ricerca di informazioni delle persone che incontra.

Mr-Robot-serie-tv

Criminologia

Dexter è l’ideale se volete passare le vostre ore di svago nella mente del serial killer più noto della storia della tv. Una serie tv avvincente che delinea la follia e l’instabilità psicologica del protagonista.

dexter-serie-tv-criminologia

Agraria

Commedia all’insegna del pollice verde, in tutti i sensi, Weeds racconta la storia di Nancy Botwin che, dopo l’improvvisa morte del marito e i conseguenti problemi finanziari, avvia una nuova professione: coltiva erba e diventa la spacciatrice del vicinato.

weeds-serie-tv

Psicologia

Quante volte voi studenti di psicologia avete provato ad analizzare i vostri amici e parenti? Decifrare il linguaggio del corpo per capire la metà oscura e nascosta delle persone è il vostro pane quotidiano? Tutto questo viene racchiuso in Lie to me dove il protagonista risolve casi polizieschi decifrando il linguaggio del corpo.

lie to me serie tv

Scienze politiche

Seguire Kevin Spacey è sempre una buona idea. House of Cards rivela moltissimi altarini della Casa Bianca sempre così impenetrabile: elezioni, emanazioni leggi e organizzazione interne.

house of cards serie tv

Lingue

Difficilissimo trovare una serie che faccia al caso vostro, anche perché potreste vederle tutte in lingua originale e divertirvi e appassionarvi mettendo alla prova la vostra capacità di ascolto e comprensione. Se però volete rilassarvi a suon di “cultural shock” potete optare per un grande classico: Kebab for Breakfast. Due famiglie, una di origine turca ed una di origine tedesca, iniziano a vivere insieme dopo che i due capofamiglia si innamorano, dando vita ad una famiglia allargata con tutte le difficoltà che le differenze culturali comportano.

serie tv lingue

Adesso basta bivaccare davanti la tv e andate a studiare, gli esami si avvicinano!

 

Ti laurei? Vuoi una mano per realizzare i tuoi progetti futuri?


SCOPRI GIFTSITTER