Author Archives: Francesco Sicali

Regali

Il regalo giusto per un amante dei viaggi? Scoprilo con noi!

Strani, particolari e sorprendenti, potranno esserti utile in qualsiasi momento! Ecco i regali da fare a un amante dei viaggi!

Il tuo migliore amico fa il compleanno e non sai regalargli? Sai, però, che ha una passione sfrenata per i viaggi, una grande fame di conoscenza e un entusiasmo a dir poco travolgente.

In questo articolo ti daremo consigli, spunti e idee originali per il regalo di compleanno (quasi) perfetto.
Buona lettura e, soprattutto, buono spunto!

  1. Il biglietto per un concerto
    Tra i regali più apprezzati per un amante dei viaggi c’è il biglietto del gruppo o dell’artista preferito. Per lui è una buona opportunità per scoprire nuovi posti, per te è una facile soluzione ad un annoso problema!
    Concerto
  2. Un kit da viaggio per voli intercontinentali
    Utile per i voli molto lunghi, i tappi per le orecchie, il cuscino e la mascherina per gli occhi sono i migliori accompagnatori per un viaggiatore! Il riposo è fondamentale prima di affrontare un viaggio alla scoperta di nuovi luoghi… e anche dopo! 😀
  3. Una guida da viaggio: aiuta a scoprire la meta del prossimo viaggio
    La tua amica vorrebbe programmare un viaggio dall’altra parte del mondo e ancora non ha trovato il luogo ideale? Dagli una mano tu con una guida da viaggio! Regalo semplice, economico e molto utile :)
    Guida
  4. Una fotocamera, per immortalare i momenti unici del viaggio tanto sognato
    Vero è che gli smartphone ormai stanno prendendo sempre più il predominio nella vita quotidiana di tutti quanti.
    Ancor più vero è che il fascino della macchina fotografica non lo toglie nessuno.
    Ogni scatto rende una vacanza memorabile e le foto regalano emozioni non indifferenti.
  5. Una macchinetta del caffè portatile, gli amanti dell’espresso ringrazieranno
    È risaputo, per gli italiani il vero dramma della lontananza da casa è l’impossibilità di bere un buon caffè espresso. Li abbiamo provati tutti all’estero, Francia, America, Spagna, Australia, Inghilterra… nella migliore delle ipotesi è acqua sporca! 😀
    Addio nostalgia!
    cialde caffè
  6. Un navigatore, per non perdersi più negli angoli più disparati delle città
    Fondamentale per chi vuole avventurarsi alla scoperta di un nuovo posto senza l’aiuto di nessuno. Molti, ancora oggi, preferiscono la mappa tradizionale alla mappa interattiva.
    Io, ad esempio, avendo uno scarso senso dell’orientamento opto sempre e comunque per il navigatore 😀
    navigatore
  7. Una scratch map: grattare non è mai stato così soddisfacente!Una mappa come un gratta e vinci! Giri il mondo e gratti via tutti i posti che si sono visitati.
    Più si viaggia e più si colora!
    A chi non verrebbe voglia di grattare via tutto? 😀
    Il regalo perfetto per un amante dei viaggi!
  8. Un biglietto aereo: alla scoperta di nuovi orizzontiSemplice, no? Quale regalo può essere più apprezzato da un amante dei viaggi, se non il viaggio stesso?
    vista aereo
  9. Un distributore automatico di cibo per animali
    Dare da mangiare al cane, quando si è fuori, non è mai stato così facile.
    Il distributore automatico di cibo leverà al viaggiatore più di un problema e il suo amico a quattro zampe sarà sempre a stomaco pieno.
  10. Il biglietto per una partita della squadra del cuoreUn regalo apparentemente semplice ma pieno di significato: per ogni appassionato di di sport la propria fede non ha eguali e per un amante dei viaggi è l’occasione per volare alla scoperta di nuovi posti.
    Chiunque sarebbe pronto ad affrontare mari e monti pur di sostenere i colori del cuore. Stadio
  11. Un adattatore da viaggioQuante volte, prima di partire, abbiamo pensato a che tipo di presa elettrica ci saremmo trovati davanti una volta arrivati dall’altra parte del mondo?
    Con un adattatore universale ricaricare i dispositivi elettronici non sarà più un problema!
    Il viaggio potrà essere dedicato alla scoperta di nuovi posti e non di negozi di elettrodomestici!.
  12. Un salvadanaio, la soluzione ideale per risparmiare su un viaggioUn regalo tanto semplice quanto utile, se usato con costanza regalerà grandi soddisfazioni al momento dell’apertura!
    Questo l’ho anche provato personalmente… una sensazione fantastica 😀
    Salvadanaio

  13. Un annaffiatoio automatico per avere piante sempre più verdiIl viaggiatore molte volte ha il così detto  pollice verde: le piante sono la sua grande passione!
    Con l’annaffiatoio automatico si potrà prendere cura delle piante e viaggiare liberamente, un gran sollievo per la piantina di basilico che ha in balcone 😀
  14. Un lancio con il paracaduteRegalo non adatto a chi soffre di acrofobia 😀
    Un’esperienza memorabile per chiunque l’abbia fatto.
    Molti sostengono che sia una delle cose più entusiasmanti ed emozionanti da fare, tutti elementi comuni nella vita di un viaggiatore.

Lancio paracadute

Ti è stato utile questo articolo?
Secondo te qual è il regalo giusto per un amante dei viaggi?

Apri la tua lista regalo online! Con Giftsitter dirai addio a tutti i regali indesiderati!


CREA LA TUA LISTA COMPLEANNO

Persone sdraiate in spiaggia

Sei consigli per studiare a mare

Ecco sei consigli che ti aiuteranno a fingere di studiare a mare, l’hobby estivo preferito dagli studenti universitari.

Quante volte ci siamo illusi di poter conciliare studio e divertimento?
Quante volte abbiamo provato a sentirci meno in colpa appesantendo la borsa del mare con i libri?

Tutti ci abbiamo provato, almeno una volta nella vita, e quasi tutti ne siamo usciti sconfitti!

In questo articolo parleremo delle sei cose da fare per riuscire a studiare in spiaggia, sotto il sole e a due passi dal mare: una missione (quasi) impossibile.

Serviranno ad affrontare questa impresa con successo?

Note per il mare

Ecco le sei cose da fare per provare a studiare al mare e sopravvivere alla sessione estiva:

  1. Buona volontà e auto convinzione: il giusto compromesso

    Questi sono due elementi fondamentali per riuscire in questa impresa titanica!
    Vorresti solamente prendere il sole, stare a mollo e non avere pensieri, ma purtroppo hai un esame tra pochi giorni!

    Sai che non puoi far altro che dedicare il tuo tempo, quasi interamente, ai libri in queste giornate calde, stressanti e infinite.
    Che la forza sia con te, ci siamo passati tutti.

  2. Metti in salvo i libri

    La crema solare, la sabbia e l’acqua sono i peggiori nemici dei libri al mare. Fai molta attenzione, nessuno vorrebbe ritrovarsi a dover sottolineare di nuovo tutti gli appunti  a pochi giorni da un esame!

    I libri, in questo periodo dell’anno, sono i tuoi migliori amici ed è inutile negarlo.Valigia con adesivi da mare

  3. Scegli la materia giusta

    Una materia molto leggera, facile, scorrevole aiuta sempre lo studio tra i granelli di sabbia.
    Portare in spiaggia il classico “mattone” è utile solo a fare peso nella borsa del mare e non credo sia questo l’obiettivo della giornata.

    Devi pur sempre trascorrere qualche ora piacevole all’insegna dell’estate, nonostante gli impegni universitari!

  4. Resistere per i primi dieci minuti

    Sono già passati i primi, interminabili, dieci minuti.

    Ti sono già arrivati: tre palloni da beach volley, due da calcio, cinque palline da beach tennis e due da tamburello. Il fato ti mette alla prova e tutto rema contro di te.

    Inizi pure a sudare, il caldo si fa incessante e cominci ad avere lo stesso entusiasmo di quando, da bambino, tua madre ti diceva di mangiare i broccoli al posto della pizza.

    Inizi a prendere coscienza che la buona volontà, la tenacia e i migliori propositi stanno per essere sconfitti dal realismo: tu non mollerai, ci proverai fino alla fine e in cuor tuo speri di farcela.

    Manca poco alla laurea e sono le ultime materie prima di liberarsi da questa tortura estiva!
    Racchetta-da-beach-Tennis

  5. Posa i libri, è arrivata la resa dei conti

    Il primo consiglio di questo elenco è letteralmente naufragato, non ti resta che ri-attuare il secondo: posa i libri e goditi questa giornata di mare!

    Durante questi ultimi minuti hai provato a resistere in tutti modi, non farti scoraggiare, ci abbiamo provato tutti e abbiamo fallito miseramente.

    Cerca di essere realista, bisogna accettare la sconfitta e godersi la giornata: studiare a mare è semplicemente impossibile!

    libro-sul-telo-da-mare

  6. Basta con i sensi di colpa

    Non lasciarti prendere dai sensi di colpa se non sei riuscito a studiare a mare e ti sei lasciato prendere dal clima estivo. Non preoccuparti! Avrai tempo per recuperare… alla prossima sessione!

Lo sai che con Giftsitter raccogli le quote e organizzi la tua festa di laurea in pochi minuti!


CREA LA LISTA PER LA LAUREA

Strada-Havana

Viaggio di laurea a Cuba: il mio sogno!

Viaggio di laurea da sogno. Dove? A Cuba!

Il viaggio di laurea è, probabilmente, il sogno di ogni studente universitario. Quanto tempo abbiamo passato sui libri sognando questo momento?

Oggi racconterò la mia esperienza, il coronamento di un sogno, uno dei regali di laurea che più belli che potessi desiderare: andare a Cuba da neo laureato, una doppia gioia. Tripla se consideriamo che la mia compagna di viaggio era la mia ragazza, anche lei fresca di proclamazione.

Il viaggio più entusiasmante della mia vita ha avuto inizio (con non pochi inconvenienti) esattamente un anno fa, il 23 maggio.

Il programma prevedeva la partenza da Catania alla volta di Roma alle 08:00, con successivo imbarco alle 11:00 per l’Havana. Bene, questo è il momento dei “non pochi inconvenienti”: il volo ha avuto un’ora e mezzo di ritardo a causa di guasto al trattore che accompagna l’aereo in fase di manovra e in seguito alla foratura della ruota anteriore dell’aereo. Non vi nascondo che ho temuto seriamente per il peggio.

Nonostante ciò arrivammo, per il rotto della cuffia, ad Imbarcarci per l’Havana: dopo 11 interminabili ore di volo, il nostro viaggio alla scoperta di Cuba ha avuto finalmente inizio.

bandiera-cubana

Benvenuti a L’Havana, la capitale della rivoluzione!

L’Havana, anzi, La Habana per entrare nello spirito cubano, è un luogo affascinante, ricco di storia e di tradizioni, uno di quei posti da visitare necessariamente una volta nella vita. È una continua carrellata di emozioni, sorprese e stupore.

Il (vero) primo giorno a L’Havana inizia da Plaza de la Revolucion, la piazza principale della città e simbolo della rivoluzione cubana: in cui riecheggiano il memoriale a Josè Marti, le immagini di Ernesto Che Guevara e di Camilo Cienfuegos, considerati ancora oggi autentici eroi nazionali. Bisogna fermarsi per qualche minuto per viverla, ammirarla e apprezzarla in silenzio.

Nonostante il caldo, girare per l’Havana è molto piacevole: ad eccezione delle grandi distanze, percorse con il coquito, un mini taxi giallo a forma di cocco fatto pure due persone (divertentissimo da prendere).

Ho scoperto con grande curiosità questa sorprendente città a piedi, conoscendone pregi e difetti. L’Havana è ricca di vegetazione, una città così naturale che in qualsiasi momento può caderti un cocco accanto mentre passeggi (a me è successo e per fortuna non mi ha preso!).Malecon Havana

Le radici, il passato, la storia di un popolo innamorato delle proprie origini.

Essere viaggiatori, non turisti, è una delle prerogative del viaggio: il viaggio ti lascia sempre qualcosa dentro, ti arricchisce umanamente, culturalmente ed emotivamente, ti segna per il resto della vita. Una esperienza che devi vivere assolutamente dopo la laurea: segnerà il momento di passaggio dall’essere studente a essere finalmente libero! 😀

Ogni angolo della città infatti richiama il mito della Revolucion, il popolo cubano infatti è molto orgoglioso della propria storia, del proprio passato e della propria identità. È una cosa che forse un poco invidio, vorrei che il popolo italiano fosse orgoglioso delle proprie radici, vorrei che il passato sia uno strumento che aiuti ad unire e non a dividere. L’amore per il proprio paese, questo trasmette Cuba.

Murales Havana

Alla scoperta di Pinar del Rio, la provincia del tabacco!

La provincia di Pinar del Rio mi ha colpito molto, complessivamente credo sia uno dei luoghi più inalterati della nazione. Prima di raggiungere Vinales, la destinazione finale, la sosta iniziale è stata a Soroa, famosa per la sua magnifica cascata e per l’Orquideario, un giardino con più di ventimila esemplari di orchidee: un paradiso terrestre immersi nella vegetazione e nella natura più incontaminata.

Ed eccoci giunti a Viñales, una piacevole sorpresa: si torna indietro nel tempo di cinquanta o sessant’anni: aquile, condor e galline che attraversano la strada, paesaggio immutato, e piante di tabacco ovunque. Questa è la valle del tabacco, il paradiso per gli amanti dei sigari!

Ok, nessuno ti obbliga a fumare un sigaro se non sei un fumatore, ma una foto di rito con il sigaro tra le dita è obbligatoria!

Valle di Viñales

Avevo sentito parlare tanto di questa piccola cittadina, famosa per la Cueva del Indio e il Mural de la Prehistoria, ma sinceramente non pensavo fosse così incantevole: un luogo di pace immerso nella flora cubana.

A Viñales si trovano tante fattorie che coltivano il tabacco, l’oro della nazione, da poter visitare in ogni momento della giornata e dove poter assistere alle varie fase di fabbricazione dei sigari e acquistarne 10 con 40 Cuc (la moneta cubana) di ottima qualità.

Varadero ed è subito mare, spiaggia e relax.

Abbiamo dedicato gli ultimi giorni al relax, al sole e al mare. Siamo stati a Varadero, luogo prettamente turistico, una vacanza nella vacanza.

Tra un Mojito e l’altro (i migliori al mondo si trovano a Cuba, non a caso la ricetta nasce qua) abbiamo trascorso le giornate fino al giorno del rientro, in spiaggia, a Cayo Blanco, un’isola nel cuore del Mar dei Caraibi, praticando lo snorkeling e facendo il bagno con i delfini.

Spiaggia Cayo Blanco

È tempo di resoconti…

Su Cuba ci sarebbero tante altre cose da dire, dall’assenza di internet se non in determinati punti della città, dal cibo buono di origine contadina e non marittima (a differenza di quanti molti credono) e dalla grande sicurezza, probabilmente la nazione più sicura in cui sia mai stato.

Concludo questo racconto del mio viaggio di laurea, ricordando ciò che disse mio padre:

apprezzerai ancora di più Cuba quando sarai sull’aereo per tornare a casa!

Beh, aveva ragione!

Il mio consiglio è solo uno: vola a Cuba! Visitala, scoprila e apprezzala, non te ne pentirai.

Questo è stato senza ombra di dubbio il regalo più bello che potessi ricevere. Partire per un viaggio dopo avere raggiunto un importante traguardo della propria vita, come la laurea per uno studente, è sempre un’enorme gratificazione.

Ringrazio ancora oggi i miei amici per questo splendido regalo che mi hanno fatto.

Come farsi regalare un viaggio di laurea da sogno? Con Giftsitter raccogli le quote e prendi il volo!


CREA LA LISTA PER LA LAUREA

Cose da fare

Le 30 (e lode) cose da fare prima di laurearsi

Quali sono le 30 (e lode) cose che gli studenti dovrebbero fare prima di laurearsi?

Questo manuale ti aiuterà ad affrontare il percorso universitario nel migliore dei modi. 30 (e lode) consigli per rendere sorprendenti gli anni più belli della vita di un universitario.

Il diario dello studente (prima parte)

Questo è l’elenco delle 30 e lode cose da fare prima di arrivare al giorno più importante della vita di uno studente, quello della laurea.

  1. Studentessa laureata La scelta dell’università
    Sì, sembra un’ovvietà, ma questa è la decisione più importante da affrontare per aver modo di completare questo elenco. Non dimenticare di seguire le tue ambizioni, le tue aspirazioni e le tue passioni.
  2. Vivi con entusiasmo, curiosità e felicità il primo giorno di università!
    Essere matricola ha tanti aspetti positivi, più di quanti si possa pensare.
  3. La cena prima dell’esame
    Mangiare 30 cheeseburger con il tuo migliore amico (e collega) la notte prima di un esame è sicuramente una cosa da provare… io l’ho fatto ed è andata bene, lo giuro.
  4. Il giorno prima di un esame
    Cerca di svagare un po’, divertiti, esci con gli amici e gioca ai videogames tutta la notte. Generalmente il primo giorno serve soltanto ad aumentare la tensione e a concludere la giornata con la frase più pronunciata dagli studenti… “non so nulla, domani sarà un disastro”.
  5. Trova un portafortuna
    La scaramanzia, sappiamo tutti, non è mai abbastanza. Ad esempio il mio talismano era il gatto, non lo portavo agli esami ma non falliva mai. 30 e lode al mio gatto!
  6. Sostenere un esame all’orario stabilito
    Questo punto non dipende da te, ma ti auguriamo di poter trovare, prima o poi, una commissione d’esame puntuale.
  7. Farsi accompagnare a lezione in ambulanza
    No, non è una gufata. Il ritardo non è mai abbastanza e quindi a mali estremi, estremi rimedi.
    …p.s. conosco gente che l’ha fatto sul serio.
  8. Viaggia
    L’aereo non usarlo solo per tornare a casa, scopri il mondo, è troppo bello per non essere visitato. Viaggiare ti aiuta a scoprire nuovi luoghi,  nuove prospettive, nuovi stimoli e nuove passioni, è un momento di crescita formidabile.
  9. Erasmus
    Il miglior modo per abbinare crescita, divertimento e conoscenza, non dubitarne. Lanciati in questa fantastica esperienza!
  10. Dormire a lezione
    Dopo aver passato una notte da leone e aver la presenza obbligatoria, resta l’unica soluzione.
  11. L’amico che prende gli appunti
    Questo punto va necessariamente abbinato con quello precedente, ti salverà la vita (e la laurea).
    appunti lezione

    Il diario dello studente fuori sede

  12. Trova una casa
    Possibilmente vicino all’università, spaziosa e soprattutto con il condizionatore.
  13. Imparare a cucinare
    Perché la pasta con il tonno, con il pesto, le uova, i wurstel e la nutella sono i piatti preferiti dallo studente fuori sede… disperato.
  14. La raccolta differenziata
    L’incubo di ogni studente fuori sede, la multa è sempre dietro l’angolo: certo, bisogna pure impegnarsi per buttare la mozzarella confezionata nell’umido… e vi giuro, anche in questo caso conosco persone che l’hanno fatto.
  15. Trovare il supermercato più vicino a casa
    Sconosciuti fino a questo momento, questi sono luoghi affollati dove si comprano i beni di prima necessità (e non solo). Evita di fare la fine dello studente fuori sede disperato (vedi il punto tredici).
  16. Imparare a fare la spesa
    I fondi non sono infiniti e dovrai arrivare in salute alla fine mese, non ridurti mai a pranzare e cenare con latte e cereali. Non perderti d’animo, questo corso di sopravvivenza alimentare ti cambierà letteralmente la vita, stanne certo.
  17. Divertiti
    Le feste, le gite fuori porta e l’escursioni, una volta laureati, non torneranno più. Non perdere le occasioni e impara a dire “sì” più spesso.
    studenti festeggiano in spiaggia
  18. Imparare a fare il bucato
    È un altro passo fondamentale nella vita di un fuorisede, a meno che non preferiate comprare vestiti nuovi ogni giorno è arrivata l’ora di imparare a fare la lavatrice.
  19. Imparare a stirare
    Questa è una conseguenza del punto precedente, ma per ovviare a tutto ciò:
  20. Trovare la lavanderia più vicina a casa
    Perché se i due punti precedenti richiedono tempo e pazienza, potrai risolvere tutto con pochi spiccioli, levandoti pensieri e non dovendo imparare nulla.
  21. Maratona di serie tv
    A ciascuno la sua. Lo studente fuori sede diventa un divoratore seriale di saghe di ogni genere.
    ragazza sul divano
  22. Fatti mandare i pacchi da casa
    Cerca di trattenere le lacrime, è arrivato il cibo.  Finalmente potrai mangiare qualcosa di diverso da quanto elencato al punto dodici.
  23. I contenitori per alimenti
    Il terrore di ogni studente fuori sede: loro devono tornare a casa sani e salvi, sempre.

    Il diario dello studente laureando

  24. Scegliere la tesi di laurea
    Eccoti arrivato al momento clou della tua vita da studente, la tesi di laurea. Scegli bene l’argomento e buona fortuna.
  25. Trovare il relatore 
    Colui che stravolgerà le tue idee, le tue certezze e le tue convinzioni; non vedrai l’ora che arrivi il giorno della proclamazione.
  26. Fare una massiccia scorta di Maalox
    Ne avrai bisogno soprattutto nel periodo di consegna della tesi e le notti prima degli ultimi esami. Un fedele amico.
  27. Divertiti dopo l’ultimo esame
    Dopo l’ultimo, maledetto e memorabile esame da 30 e lode (qualunque sia il voto), ecco le cinque cose da fare dopo la laurea.
  28. Organizza la festa di laurea
    Rendi indimenticabile uno dei giorni più importanti della tua vita, te lo meriti dopo anni di sacrifici.
  29. Crea la tua lista regalo con Giftsitter.
    Il modo più elegante, semplice e discreto per evitare un regalo indesiderato. 
    Con Giftsitter crei la tua lista laurea online.

    Un altro punto tanto atteso è arrivato, scegli la tua lista laurea!


    CREA LA LISTA PER LA LAUREA

  30. Il giorno della laurea
    Sta arrivando e non hai ancora pensato a cosa indossare? Nessun problema, ecco una guida sull’outfit ideale. Adesso non resta che attendere la proclamazione!

30… e lode! Il viaggio
Il momento del meritato riposo, del relax e della gratificazione è arrivato, buon viaggio!

Vista dall'aereo

Congratulazioni! Obiettivo raggiunto!

Hai affrontato con successo l’elenco delle 30 e lode cose fare prima di laurearsi, non è stato così difficile, vero?