Author Archives: Federica Ventrella

Bomboniera Polaroid Laurea

Bomboniera Polaroid per la laurea dal gusto retrò

Non sai che ricordo lasciare ai tuoi amici della tua fantastica festa di laurea? Perchè non regalare un piccolo pensiero originale fatto di emozioni? Una polaroid di te con i tuoi amici e parenti scattata durante la festa potrebbe essere un’opzione carina!

Bomboniera Polaroid laurea

Bomboniere con le polaroid: perché una foto è per sempre!

L’idea di donare questo piccolo ma significativo cadeau a tutte le persone che festeggeranno con te il raggiungimento di questa meta importante è geniale! Sicuramente i tuoi invitati saranno contenti, stanchi di tutti quelle bomboniere “raccogli-polvere” viste e riviste, ricevute per lauree, compleanni e qualsiasi altro tipo di occasione.

Può essere visto paradossalmente come un ritorno al passato ma allo stesso tempo come una novità. Ne saranno sicuramente contenti i parenti vintage come i nonni e gli zii. Si lamentano sempre delle foto virtuali rimpiangendo i vecchi album cartacei.

Se hai un fotografo a disposizione potrà occuparsi lui di fare tutte le istantanee che vuoi e sistemarle su un tableau per farle trovare pronte agli ospiti alla fine della festa. Se cosi non fosse potrai fare tu stessa gli scatti,  tutti lo prenderanno sicuramente come un gioco molto divertente! Questo ti permetterebbe anche di evitare lo stress di dover fare le solite noiose foto di rito con tutti gli invitati.

Photo booth e Polaroid: divertimento assicurato!

Per rendere ancora più divertente potresti organizzare un photo boothuna simpaticissima cabina con divertenti accessori come baffi, occhiali buffi, parrucche, cappellini e lavagnette con gessetti dove potere scrivere dei messaggi carini ai festeggiati.

Photo Booth laurea

A ognuno la sua polaroid

Alla fine della festa saranno asciutte e pronte per regalarle. Se vuoi sarebbe decisamente carino e originale  scrivere qualche riga per gli invitati, ognuno di loro avrà la sua “bomboniera” personalizzata  o semplicemente scrivere la data.

Sicuramente tutti rivedendo questi scatti ricorderanno sognanti le emozioni e la spenzieratezza della tua festa!

E tu che ricordo lascerai ai tuoi amici della tua festa di laurea?

Ti laurei? Scegli la lista regalo che ti aiuta a realizzare i tuoi sogni di neolaureato. Prova Giftsitter!


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Asilo e bimbi

Come scegliere l’asilo giusto per tuo figlio?

A.A.A. Asilo cercasi!

Hai già scelto l’asilo per tuo figlio? Il mestiere di genitore non è semplice, soprattutto all’inizio quando devi fare per loro delle scelte che li segneranno per la vita. Una delle prime, più importanti decisioni da prendere quando i bambini sono ancora piccoli è proprio quella della scelta dell’asilo!

Come scegliere l’asilo giusto?

Ci sono degli aspetti in particolare a cui dovrai fare attenzione nella scelta della scuola dell’infanzia del tuo piccolo. Vediamo insieme quali sono gli elementi più importanti da valutare.

Quello in cui tuo figlio andrà all’asilo sarà il primo vero e importante momento in cui ti distaccherai da lui, sarà per lui un momento di stress e tu sarai assalita da mille preoccupazioni, proprio per questo motivo dovrai essere meticolosa e attenta nella scelta. Sarebbe il massimo se riuscissi a trovare una soluzione che faccia sentire i bimbi sereni in un ambiente accogliente cosi da farti stare tranquilla durante le ore scolastiche.

Asili pubblici o privati?

Preferisci affidarti a strutture pubbliche o private? Un fattore determinante nella scelta di una tipologia piuttosto che l’altra dipende anche dai costi e quindi dalle possibilità economiche che hai.

Scuola materna

6 consigli per fare la scelta giusta

Seguendo i consigli che ti darò potresti essere fortunata e riuscire a trovare una scuola pubblica che possa soddisfare le tue aspettative, o perfino superarle, cosí non sarai costretta a dover sostenere delle pesanti spese economiche per pagare l’asilo.

  1. Visita gli spazi: valuta che la struttura non sia troppo vecchia, che sia un luogo adatto ai bambini, che non vi siano ambienti che possano mettere in pericolo il bambino. Osserva la divisione degli spazi e chiedi di potere vederli tutti, bagni, sale, mensa. Attenzione! È fondamentale che l’igiene regni sovrana.
  2. Ogni cosa al suo posto: Nel limite del possibile, anche l’ordine è importante, ma non essere troppo rigida, ricorda sempre che è un posto dove i bambini giocano e mai potrà essere tutto in ordine.
  3. Fai domande: Sciogli tutti i dubbi che ti sorgono. Informati su tutte le attività che la scuola offre, gli orari, i pasti. Chiedi della mensa, se c’è un’area pranzo adibita dove poter consumare il cibo, o se invece c’è una mensa interna, e se le insegnanti sono presenti al momento del pasto.
  4. Confrontati: chiedi pareri agli altri genitori, consulta internet e leggi le opinioni che trovi sul web.
  5. La prima impressione: è importante seguire anche le prime impressioni. Le prime sensazioni, suscitate ad esempio dal clima che si respita nell’ambiente, o dall’attenzione data ai bambini, potranno aiutarti nella scelta; non sottovalutare inoltre un altro aspetto: le educatrici ti tramettono sicurezza e ti ispirano fiducia?
  6. Provare per credere: Ottima possibilità sarebbe quella di partecipare a degli open day, se vengono organizzati, per vedere bene da vicino, come funziona l’asilo, come vengono scandite le giornate dei bambini, come vengono trattati.

È importante capire come le maestre si rapportano ai i bambini, dopo i fatti accaduti negli ultimi tempi sarete molto più apprensive, sicuramente non lascerete facilmente il bene più prezioso della vostra vita nelle mani di persone sconosciute che non ritenete abbastanza affidabili!

Non sottovalutare le competenze del personale scolastico! Sarebbe bene che ci sia in ogni classe un numero proporzionato di bambini per ogni educatrice, cosi che tutti i bambini possano essere seguiti nella maniera adeguata!

Hai mai sentito parlare del metodo Montessori? Consiste nel rendere i bambini autonomi sin da piccoli. Ci sono delle strutture nel mondo che incarnano interamente questa scuola di pensiero. Kate e William d’Inghilterra hanno scelto questa tipo di scuola per il piccolo George.

Asili con le telecamere? Perchè no! Questo potrebbe essere l’elemento chiave che potrebbe spingervi a scegliere una struttura piuttosto che un’altra!

Gli spazi esterni? Sarebbe veramente bello poter scegliere un istituto che abbia un giardinetto dove i bambini abbiano la possibiità di poter giocare nelle giornate con temperature più miti.

Asili con giardino

Osservati e valutati bene bene tutti questi aspetti, va considerata anche la collocazione. In genere le mamme preferiscono sempre scegliere una scuola materna che sia facile da raggiungere e vicina a casa o al posto di lavoro.

Il compleanno del tuo piccolo si avvicina? Scegli la lista regalo adatta. Prova Giftsitter!


CREA LA TUA LISTA REGALO

Compleanno tema Hollywood

Organizza un compleanno da oscar!

Sei un appassionata di cinema? Tra poco compi gli anni? Hai mai pensato di organizzare il tuo compleanno a tema Hollywood?

Ti aiuto io ad organizzarlo con qualche utile suggerimento!

Alcuni consigli per un party da diva

Puoi scegliere il tema di un film in particolare oppure un generico tema Hollywood, sarà fantastico lo stesso.

Decoriamo l’ambiente

Cominciamo pensando agli addobbi da poter scegliere. Per ricreare una vera e propria atmosfera da set cinematografico potresti pensare di affittare delle sedie da regista, e al posto dei festoni potresti addobbare la stanza che hai scelto per i festeggiamenti con della pellicola cinematografica.

Per ricreare un vera atmosfera da festival del cinema procurati delle riproduzioni dei più famosi premi cinematografici: il Leone d’oro di Venezia, il Premio Oscar e il Golden Globe. Con questi potrai addobbare la sala e metterli anche sul tavolo dei regali e della torta.

Addobbi Hollywood party

Foto di: Pinterest

All’entrata non possono mancare il Red Carpet e il classico pannello sponsor davanti al quale tutti gli invitati non potranno far a meno di scattarsi mille foto per immortalare una sera da divi del cinema, quando gli ricapiterà un occasione cosi?

Hollywood party

Foto di: Pinterest

Sopra il tavolo dove farai le foto con la torta potresti fare la classica scritta “Buon Compleanno” con pellicola da cinema e agli estremi dei ciak in polistirolo. Insomma puoi sbizzarrirti utilizzando le riproduzioni di tutti gli gli elementi da cinema

Rendi tutto ancora più vero comprando dei gadget simpatici, cappelli, tanti boa colorati per le tue amiche, parrucche, mascherine, occhiali da 007 per tuoi amici, si sentiranno molto Brad Pitt e George Clooney per una sera!

Dress code Hollywood party

E se ognuno dei tuoi invitati fosse travestito da attore famoso? Sarebbe fighissimo avere Audrey Hepburn, Marilyn Monroe, Sophia Loren, Al Pacino, Sylvester Stallone e John Travolta solo per te al tuo compleanno!

Dress code Hollywood Party

Foto di: Pinterest

Il classico outfit che si può creare per questo tipo di party a tema ha in genere dei colori caratteristici che sono gold, nero e bianco!

Ci sono tante tonalità di gold, scegli quella che fa per te. Per ottenere un risultato glam opta per tagli semplici e medio corti. Per gli uomini invece sarebbe ideale qualche accessorio gold, papillon o cappellino.

Con il bianco e il nero bisogna trovare la soluzione ideale, la giusta combinazione per non sembrare troppo seriosi. Per le donne sarebbe carino un abbinamento di gonna lunga con top leggero o il classico tubino nero. È importante riuscire a trovare gli accessori giusto per spezzare e impreziosire l’outfit! Anche in questo caso l’uomo deve puntare sul gioco degli accessori: orologi, papillon, scarpe bicolore.

Quale cibo preparare per un compleanno in stile Hollywood?

Se vuoi una festa frizzante e divertente ti consiglio di optare per un buffet, le cene seduti al tavolo diventano noiose, interminabili e rubano tempo al divertimento. Non ci sono dei particolari tipo di cibo da scegliere per questa festa a tema. Direi che non può mancare un angolo bar, come può essere una festa frizzante senza bollicine?

Food Hollywood-party

Foto di: Pinterest

Il tipo di torta che si presta di più ad essere a tema è quella in pasta di zucchero. Scegliendo questo genere di torta potrai far realizzare dal tuo pasticcere di fiducia tutto quello che più desideri.

Cake Hollywood party

Foto di: Pinterest

Puoi organizzare dei quiz e tema per divertirti con i tuoi amici o semplicemente organizzare una serata da ballo!

Bene! Adesso non ti resta altro che prepararti perchè devi essere la diva più bella della festa!!!

 

Hai una grande occasione da festeggiare in pieno stile hollywoodiano? Scegli la lista regalo adatta. Prova Giftsitter!


CREA LA TUA LISTA REGALO

Bouquet-sposa

Come scegliere il bouquet sposa

Idee e consigli per scegliere il bouquet da sposa adatto alle tue nozze

Hai già scelto i fiori per il tuo matrimonio? E il bouquet? Di che forma lo desideri? Hai provato a immaginarlo abbinato all’abito?  La risposta è no? Bene, ti do i consigli che ti servono per sceglierlo!!!

Il bouquet da sposa non è un elemento da trascurare, e per non fare le scelte sbagliate ci sono delle piccole dritte che devi seguire per poter decidere quale sia quello perfetto per te.

La cosa fondamentale è decidere qual è quello che si abbina ed è più adatto al tuo abito, per colore e per modello. Non deve sembrare sproporzionato o fuori luogo, e deve adattarsi alle caratteristiche estetiche della sposa.

Qual è il bouquet da sposa per te? Qual è la forma giusta per il tuo bouquet sposa?

Ce ne sono di vari tipi, forme e colori, tutto dipende dal tuo stile e dal tuo modo di essere.Bouquet da sposa

I formati più utilizzati sono: rotondo o compatto, apertovoluminoso, con un unico fiore, a cascata e a fascio.

Vediamo insieme quali sono quelli più scelti.

  • Rotondo: compatto, formato da fiori piccoli e/o boccioli, semplice, senza troppi nastri e fronzoli; si può abbinare ad un abito corto o a colonna;
  • Aperto e voluminoso: lasciando libero sfogo all’estro del fioraio, con fiori grandi e a lungo stelo, sarannno in stile con i vestiti più lunghi e voluminosi;
  • Un solo fiore: importante e sofisticato, come una rosa rossa con petali porpora effetto velluto o un delicato rametto di orchidea, con particolari, nastri e fiocchi. Perfetto per gli abiti a sirena;
  • A cascata: adatto per gli abiti bianchi e romantici con strascico.
  • fascio: per le spose più semplici che decidono di optare per una cerimonia civile o di sposarsi al comune; adatti anche su un tailleur.

Colori per il bouquet da sposa

Le tonalità di colore non sono una variante da sottovalutare, alcune ragazze decidono di scegliere fiori bianchi per non attirare troppo l’attenzione sul bouquet, altre invece ne scelgono di più colorati. Sicuramente risulteranno più appariscenti e andranno abbinati agli allestimenti, al tema del matrimonio e senza dubbio anche alla cravatta dello sposo e alla bottoniera.

È preferibile scegliere fiori che siano di stagione.

Qualsiasi tipologia di bouquet decidi di utilizzare sono fondamentali alcune cose:

  • Deve essere maneggevole e non pesante;
  • Non deve macchiare l’abito;
  • Deve durare tutto il giorno;
  • Deve essere proporzionato alla grandezza delle tue mani.

Attenzione! Se sei allergica, sii accorta nella scelta di un fiore che non ti dia fastidio. Non scegliere dei fiori troppo profumati, ricorda che avrai questi fiori tutto il giorno sotto il naso e alla lunga potrebbero iniziare a infastidirti.

Bouquet per la sposa

Il bouquet deve essere un accessorio che deve andare a completare la figura della sposa e nel complesso abito, acconciatura, trucco e fiori devono essere elementi che risultano visivamente armonici.

E tu quale hai scelto?

Stai organizzando il matrimonio dei tuoi sogni? Scegli Giftsitter, la lista nozze online gratuita e senza vincoli!


CREA LA TUA LISTA NOZZE

tableau mariage estivo

Tableau mariage estivo: 5 idee da copiare

Ti sposi in estate? Il matrimonio che hai organizzato ha delle caratteristiche prettamente estive? Bene, allora devi trovare il tableau de mariage a tema!

Idee e consigli per il tableau per le nozze in estate

Sempre più diffuso nelle sale di ricevimento delle nozze, il tableau mariage è ormai un must have dei matrimoni. Principalmente serve per aiutare gli invitati a trovare agevolmente il loro posto a sedere in sala durante il ricevimento di nozze, ma, attraverso allestimenti creativi e raffinati, è diventato uno di quei dettagli a cui una sposa non può rinunciare.

L’idea è sempre quella di ispirarsi al tema o ai colori del matrimonio, ma, ovviamente, anche la stagione in cui si svolge la cerimonia può essere un ottimo elemento di ispirazione.

Vediamo insieme qualche idea originale per la stagione estiva che puoi copiare!

Tableau de mariage estivo classico

Una delle idee più semplici da realizzare e, sicuramente, più economiche che potresti sfruttare è quella di realizzare un tableau de mariage classico ispirato ad alcuni elementi dell’estate. Per realizzarlo basterà un cartoncino appoggiato su un cavalletto e decorarlo con tutto ciò che ricorda il mare: conchiglie, stelle marine, sabbia sparsa qui e lì o reti e ami di pescatori.

Oppure potresti far disegnare un’atmosfera calda e rilassante tipica di un’isola caraibica con tanto di palme, spiaggia e mare.

Tableau de Mariage tema mare

Foto di: Pinterest

 Tableau con i fiori di stagione

Potresti pensare di realizzarne uno profumatissimo con i fiori di stagione che preferisci.

I fiori estivi che potresti usare sono: i Girasoli, le Ortensie, le Dalie, le Gardenie, la Lavanda, la Camomilla e il Fiordaliso. Sono tantissimi quelli tra cui puoi scegliere quelli che ti piacciono di più. Un’idea potrebbe essere una base di fiori dal quale escono fuori delle bacchette di legno a cui sono appesi dei cartoncini per ogni tavolo.

Tableau de Mariage floreale

Foto di: Pinterest

E perché non realizzare dei piccoli segnaposto per i tuoi invitati con mini bouquet per le donne e un piccolo fiore da bottoniera per gli uomini, magari con i loro nomi? Oltre ad essere un’idea estremamente semplice da mettere in pratica, potrebbe fungere anche da piccolo cadeau.

Mini bouquet Tableau Mariage

Foto di: Pinterest

Tableau di matrimonio da spiaggia

Se per te l’estate è sinonimo di spiaggia allora non c’è che da sbizzarrirsi.

Il tuo tableau potrebbe essere magnetico, in modo da poter attaccarci su delle piccole infradito-calamita con sopra scritti i nomi di amici e parenti. E se al posto del tavolo avessimo delle sdraio in miniatura o dei mini ombrelloni da spiaggia sui quali scrivere i nomi? Anche in questo caso si potrebbe creare un piccolo segnaposto per ogni invitato, un piccolo vasetto con dentro un po’ di sabbia e una palettina su cui scrivere il nome dell’invitato.

Tableau de Mariage estivo

Foto di: Pinterest

Tableau mariage estivi bizzarri

Un’idea che sicuramente stupirà i vostri invitati, soprattutto se il tuo matrimonio è in spiaggia, è avere come sfondo la fantasia di una camicia hawaiana e al posto dei tavoli un taschino dove saranno messi dei colorati occhiali da sole con scritto sulle asticelle i nomi degli invitati.

Stai organizzando il matrimonio dei tuoi sogni? Scegli Giftsitter


CREA LA TUA LISTA NOZZE

Un tableau dissetante

Estate fa ricordare anche il caldo e giornate afose, c’è dunque bisogno di qualcosa che ci tiri su. Un’idea rinfrescante sarebbe unire l’aperitivo e il tableau de mariage! Come? Ogni bicchiere d’aperitivo avrà una cannuccia con i nomi e il numero del tavolo dove dovranno sedersi. Originale no?

Aperitivo e Tableau de Mariage

Foto di: Pinterest

Ti piacciono queste idee di tableau mariage ispirati alla bella stagione? Quale sceglierai per il tuo matrimonio? Faccelo sapere nei commenti!

Foto copertina: Pinterest
Come scrivere la tesi di laurea?

Consigli su come scrivere la tesi di laurea

Come scegliere l’argomento della tesi di laurea? Come scegliere il relatore di tesi?  Come iniziare a scriverla? Se ti stai facendo queste domande, allora hai bisogno del mio aiuto.

Sì, è proprio così, l’ultimo sforzo e sarà finita! Prima o poi per tutti gli studenti universitari arriverà il fatidico momento di scrivere la tesi e non bisogna farsi prendere dal panico. Come sempre, basta avere un piano!

Ti racconto la mia esperienza, potrebbe esserti d’aiuto per prendere le tue decisioni.

Come scegliere il relatore della tesi?

Io ho iniziato con largo anticipo chiedendo la disponibilità al professore che volevo come relatore, perché sapevo già che fosse molto richiesto. Perché ho scelto lui? A differenza dei casi generali, non ho scelto il mio relatore basandomi su voci di corridoio: quante leggende ho sentito su ipotetiche teorie per cui quel professore era super disponibile, quell’altro era nullafacente, quell’altro ancora era Superman! Lasciatemelo dire, sono tutte st…. stupidaggini! Ho preferito seguire il mio istinto e le mie impressioni personali.

In realtà, se devo essere del tutto sincera, avevo già deciso di essere seguita da lui dal primo momento in cui seguii la sua prima lezione, al primo anno di università! Prematuro? Forse sì, ma non potetti essere indifferente alla sua professionalità, alla sua preparazione, alla passione per il suo lavoro, gli argomenti affrontati, il modo di esporli e trattarli, l’originalità, la capacità di riuscire a catturare l’attenzione di tutti e di suscitare interesse e curiosità.

Come scegliere l’argomento della tesi di laurea?

Questa è sicuramente la domanda che ti sta facendo uscire il fumo dalle orecchie. Scegliere l’argomento sbagliato può esserti fatale: vuoi passare davvero mesi e mesi della tua vita a leggere, studiare e scrivere su un argomento che non trovi per nulla interessante o stimolante? Non credo proprio.

So bene che non per tutti sono rose e fiori, ma arrivare davanti al professore con le idee un po’ più chiare è la chiave per non incorrere in drammi inutili. Il mio consiglio, fai una lista degli argomenti che ti interessano di più e prova a fare una classifica di preferenza. Il tuo professore riuscirà ad indirizzarti e consigliarti per il meglio.

Ti laurei? Vorresti ricevere il regalo dei tuoi sogni? Scegli Giftsitter


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Ti consiglio di scegliere un argomento che veramente ti piaccia e ti coinvolga, in questo modo tutto ti verrà più semplice; qualsiasi dubbio tu abbia inoltre chiedi sempre al professore, lui saprà sicuramente come aiutarti.

Ricordo ancora che andai al ricevimento del professore esprimendo in maniera decisa che intendevo fare la tesi con lui e la macroarea all’interno del quale volevo scegliere l’argomento della tesi.  Lui ci pensò qualche attimo e mi propose l’argomento, che subito mi piacque e quindi accettai.

Come scegliere l'argomento della tesi

Quanto tempo si impiega a scrivere una tesi?

C’è chi decide di sostenere tutti gli esami di tutte le materie per poi, solo alla fine, dedicarsi alla tesi; altri invece preferiscono fare le due cose contemporaneamente.

La parte più intensa dedicata alla tesi sono stati i 10 mesi prima della laurea! Non fatevi spaventare dal tempo che ho impiegato io, ognuno ha i propri tempi.

Io ho impiegato cosi tanto tempo perché i primi mesi mi sono dedicata agli ultimi esami. Inoltre ho voluto dedicare tanto spazio alla fase di ricerca e di costruzione della bibliografia, dato che è tra le cose fondamentali della tesi. Ricorda: bibliografia scadente equivale ad una tesi scadente, quindi non sottovalutarla!

Negli ultimi mesi, invece, mi sono occupata della stesura dei capitoli.

Tesi compilativa o sperimentale?

La durata di preparazione è stata cosi lunga perché abbiamo deciso che la tesi dovesse avere carattere sperimentale e non compilativo.

La tesi compilativa è la rielaborazione di materiali, dati, teorie e concetti  su un dato argomento già esistente; la tesi sperimentale invece prevede una ricerca compiuta personalmente dallo studente: posto un obiettivo e decisi gli strumenti da utilizzare, bisogna alla fine presentare i risultati ottenuti.

Sicuramente le tempistiche sono differenti e una tesi sperimentale richiede più tempo, ma in genere si tratta della tipologia di tesi con la quale è possibile ottenere votazioni più alte e, soprattutto, più soddisfazione.

Come si scrive una tesi di laurea?

Come scegliere il relatore della tesi

Nella prima parte del mio lavoro mi sono dedicata alla ricerca empirica, poi ho affrontato degli step che mi sono stati consigliati dal professore per svolgere il lavoro in maniera più fluida e semplice:

  1. Ho concordato la bibliografia;
  2. Ho letto i testi per capire cosa mi sarebbe servito per la stesura;
  3. Ho fatto un indice strutturato, cos’è? È un indice in cui in corrispondenza di ogni paragrafo va scritto brevemente di che cosa s’intende parlare;
  4. Ho scritto in ordine bibliografia, introduzione, capitoli, conclusione, ringraziamenti, appendici e indice.

Io non ho avuto particolari difficoltà seguendo il metodo di lavoro che ti ho descritto, il lavoro è stato fluido e semplice. Oltretutto questa esperienza mi ha dato la possibilità di imparare davvero tanto, credo addirittura di aver appreso più in questi 10 mesi che in tutta la mia carriera universitaria.

A questo punto il relatore l’ha revisionata e dopo le correzioni finali l’ho caricata sul portale studenti! Quello è stato il momento in cui mi sono sentita incredibilmente leggera, non mi preoccupava tanto il discorso che avrei dovuto tenere in seduta di laurea perché mi sono occupata personalmente di ogni minimo dettaglio.

Rilegare la tesi di laurea è necessario?

Anche se ormai siamo nell’era digitale e in quasi tutti gli atenei non è necessario consegnare anche una copia cartacea della tesi, il mio consiglio è quello di rilegare comunque una copia per te e una per il tuo relatore.

La parte più divertente è stata scegliere  la copertina per la rilegatura. C’è chi dice che ogni facoltà abbia un suo colore, ad esempio per giurisprudenza blu, per medicina rossa, per lettere e filosofia bianca. In realtà puoi scegliere quella che più ti piace, non ci sono delle regole fisse da rispettare a riguardo.

Fatto ciò puoi dedicarti ad outfit e festeggiamenti vari.

Tu hai già scelto l’argomento della tesi? E il tuo relatore?

Mamme casalinghe

E tu, che mamma sei?

Che tipo di mamma vuoi essere per il tuo bambino?

Sai qual è il mestiere più difficile al mondo? La mamma!!!  La figura che spontaneamente ci viene in mente pronunciando questa parola è quella della classica donna che cresce i figli, si occupa della casa, accudisce il marito ed è la tutto fare della casa e della famiglia.

In realtà oggi con l’evolversi della società il ruolo della mamma è un po’ cambiato. Ci sono donne in carriera che desiderano ugualmente costruire una famiglia e avere dei bambini, altre che decidono di portare avanti la gravidanza nonostante siano single e altre ancora che decidono di fare figli anche in età più avanzata.

Mamma casalinga

La mamma che non lavora è sicuramente dedita al 100% ai figli, ma ciò è sempre un bene? Ci potrebbero essere dei risvolti negativi nell’essere una mamma casalinga, sia per lei che per il bambino.

Dietro la scelta di una donna che ha deciso di occuparsi dei suoi figli a tempo pieno c’è la rinuncia di una donna a proseguire la propria carriera lavorativa. E se questa stessa mamma si pentisse di non aver proseguito con i suoi progetti di ragazza ambiziosa, e per questo diventasse una mamma frustrata e nervosa? Questo inevitabilmente potrebbe generare un clima teso e quindi poco adatto per la crescita serena dei piccoli.

E se il bambino crescesse in maniera troppo dipendente dalla mamma non maturando autonomia e responsabilità?

Mamme casalinghe

 

Mamme in carriera

Essere mamma e donna in carriera non è affatto semplice! La combinazione di questi due elementi non è facile da gestire: non di rado capita che una mamma che lavora non può essere presente e attenta nella vita del proprio bambino tanto quanto potrebbe esserlo una mamma casalinga; così i bimbi vivono più a contatto con i nonni o le tate oppure passano lunghe giornate negli asili nido.

Spesso le mamme, per supplire a questa mancanza nella vita del figlio, cercano di compensare ricoprendoli di regali; purtroppo però l’affetto di un genitore non può essere sostituito dai beni materiali.

Nonostante ciò, è giusto che una donna ricca di ambizione e intraprendenza, dopo anni di sacrifici per lo studio e per raggiungere il successo lavorativo, possa realizzarsi per godere del frutto dei suoi sforzi. Da un certo punto di vista, inoltre, questa ulteriore entrata economica per la famiglia darebbe al bambino la possibilità di avere un’istruzione di un certo livello, e una qualità di vita migliore e più alta di quella che potrebbe avere una famiglia con meno possibilità.

Che mamma sei?

Certe volte quella di mamma in carriera è una condizione “costretta” e non esattamente voluta, infatti di questi tempi purtroppo è dura arrivare a fine mese; in questi casi non si tratta di ambizione ma semplicemente di necessità.

Non è sempre detto che i figli soffrano dell’assenza dei genitori! Le mamme lavoratrici affermano che ciò che conta davvero è la qualità e l’intensità  del tempo trascorso con i bambini.

 Single e mamma

E se poi devono anche occuparsi di fare da papà? Non sono poche le ragazze che decidono di diventare mamme anche se non hanno un compagno o se rompono una relazione. Decidono di adottare un bimbo o di optare per il metodo dell’inseminazione artificiale e portano avanti una gravidanza, oppure scelgono di crescere da sole un figlio nonostante il distacco dal padre.

Scelta coraggiosissima, perché se già di per sé essere mamma non è semplice, figuriamoci assumersi tutte le responsabilità di entrambe le figure genitoriali. Ancora peggio se oltre ad essere mamme single molto probabilmente saranno anche lavoratrici!

Diventi mamma? Vorresti una lista nascita che si adatti alle tue esigenze? Scegli Giftsitter


CREA LA TUA LISTA NASCITA

Mamme a tutte le età?

C’è una giusta età in cui diventare mamme? Oppure a qualsiasi età si è libere di soddisfare il bisogno di procreare? Sicuramente Gianna Nannini direbbe che non c’è nessun problema nel diventare mamme a 50 anni! Beh, potrebbe essere anche giusto, ma in realtà non pensate che si possa creare confusione nei bambini?

Il bambino, figlio della mamma cinquantenne, probabilmente non avvertirà stranezze dato che per lui è la normalità dalla nascita. Ma i compagni di classe che diranno? Diventare genitori ad un’età avanzata ha i suoi pro e i suoi contro: essi avranno meno pazienza nel crescere i figli e soprattutto meno energia fisica, elementi fondamentali per un genitore, specialmente nelle prime fasi della vita del bimbo.

Mamme e figli

Perfino il parto è più difficoltoso per le donne più grandi. Nei primi mesi i bambini hanno l’esigenza di essere tenuti in braccio o magari non dormiranno la notte, e quando dovranno imparare a camminare? E quando saranno più grandi dovranno essere seguiti, accompagnati a scuola, alle attività extrascolastiche. Questo per dire che di pari passo ai vostri piccoli crescerete anche voi. Sicuramente una mamma grande sarà una grande fonte di saggezza ed esperienza.

A prescindere che sia casalinga, lavoratrice, single o d’età avanzata, ogni madre senza dubbio amerà il suo pargolo in maniera smisurata cercando di dare il massimo e desiderando per lui il meglio.

E tu che mamma sei?

Abiti-da-sposa-secondo-le-forme-fisiche

Abito da sposa cercasi: ad ogni forma il suo!

Voglio aiutarti nella missione più importante per la sposa: trovare l’abito che ti cada a pennello qualsiasi sia la tua forma fisica! Diciamoci la verità, il vestito della sposa è una delle cose che più di tutte verrà notata il giorno del matrimonio. Quindi perfezione è la parola d’ordine!

Qual è l’abito perfetto per te?

Prima di cominciare a cercare disperatamente il vestito più adatto a te, dovresti capire che forma ha il tuo corpo. Capito questo, sarai già un passo avanti e potrai trovare quello che sembrerà disegnato su di te.

Questo è un dettaglio che potrà aiutarti nella scelta dell’abito. Tutte le donne sono belle, il giorno del matrimonio in particolare! Ma scegliere secondo le tue forme ti servirà a poterti valorizzare al massimo e ad essere il top! Quindi fai un attimo una capatina davanti allo specchio per capire di che forma è il tuo corpo. Però non essere troppo critica con te stessa!

Le fisicità più comuni sono: a pera, a mela, a clessidra, a rettangolo e a triangolo rovesciato. Per ognuna di queste ci sono dei modelli che esaltano i tuoi punti migliori e nascondono quelli che non tanto ti piacciono.

Ti aiuto con qualche idea riguardo le tipologie che rendono meglio su ognuna di queste corporature. Cosi potrai prendere spunto per capire quale sia quello giusto per te!

Sei una sposa con fisicità a forma di pera?

Abiti da sposa per ogni forma

Se il tuo fisico è proprio simile a una gustosissima pera, con spalle strette, seno piccolo e fianchi generosi, devi cercare di riequilibrare la figura e spostare l’attenzione sulla parte superiore e nascondere i fianchi. I modelli che più si addicono a queste esigenze sono quelli a trapezio, stile impero o principeschi con gonna ampia e dettagli particolarissimi sul corpetto che attirino tutte le attenzioni. Lo scollatura che renda il tutto più armonico è quella a cuore ma anche con uno scollo profondo, se hai un seno piccolo, non rischierà di risultare volgare. I tessuti ideali per te sono il raso, la seta e il pizzo.

Fisico a forma di mela?

La tua corporatura è quella di una mela? Sei una sposa curvy e vuoi nascondere qualche chiletto di troppo sull’addome? Allora i  modelli di vestiti tra cui puoi scegliere sono quelli a stile impero, che segnano il punto vita e cadono morbidi su pancia e fianchi. Se invece vuoi essere originale, potresti optare per un modello stile anni ’50 con gonna a ruota che sia lunga fino a metà polpaccio in modo da valorizzare e mettere in risalto le gambe. In entrambi i casi, sarebbe meglio orientarsi su tessuti un po’ più strutturati, non è conveniente scegliere stoffe che aggiungano volume alle tue forme come il tulle. Preferisci scollature squadrate, a barchetta o bustini.

La soluzione per la donna rettangolo

Se la larghezza di spalle, vita e fianchi è la stessa e hai poche forme, il rettangolo è la tua forma. Il disegno che puoi scegliere per valorizzarti di più è un modello a colonna o a tunica. Puoi addirittuta decidere di darti un’altra forma con un abito a trapezio. Non indossare un abito aderente, è meglio ridisegnare la tua forma fisica con un abito che evidenzi le tue femminilità. Non escludere l’idea di un elegantissimo scollo sulla schiena, con un seno piccolo non risulterà affatto volgare. Scegli tessuti fluidi come raso o pizzo.

Il triangolo no? Non l’avevi considerato?

Nel caso in cui la tua corporeità è a forma di triangolo rovesciato, caratterizzato da spalle larghe e fianchi stretti, perché non provi un vestito a sirena o uno stile impero? Con il primo potresti rimodellare il corpo e avere qualche curva in più sui fianchi, con il secondo invece valorizzeresti il punto vita. Anche gli abiti principeschi e molto femminili con tessuti leggeri possono fare al caso tuo.  Puoi scegliere un abito corto che dia valore alle tue gambe.

La forma più sexy: fisicità a clessidra!

La sposa più fortunata è sicuramente quella che ha una corporatura simile ad una clessidra! Vita stretta, seno generoso e spalle larghe quanto i fianchi: con queste caratteristiche puoi mettere proprio qualsiasi tipo di vestito ti piaccia! Ma se proprio ambisci al top quello che  ti darà una vera e propria silhoutte mozzafiato è quello a forma di sirena, che fascia mettendo in mostra in maniera raffinata le tue forme e si allarga all’altezza delle ginocchia; con quello a trapezio invece puoi esaltare il tuo punto vita senza aumentare il volume di spalle e fianchi. Qualsiasi tipo di tessuto va bene, l’abito ti scivolerà addosso perfettamente. Per lo scollo prediligi forme asimmetriche, a V o senza spalline!

Per le sposine bassine sono ideali dei vestiti scivolati e ampi, con un vestito lungo fino ai piedi potrete indossare un bel tacco 12!

Con questi consigli, dopo esserti un attimo guardata allo specchio, sono sicura che starai già con occhi sognanti immaginando il tuo abito indossato! La prossima mossa è quindi cominciare il tour delle boutique!

Non portare troppe consigliere con te, fatti consigliare da persone di cui ti fidi veramente!

La regola più importante è che tu scelga quello con cui ti senti più bella, comoda e a tuo agio. Il tuo matrimonio non deve essere un giorno in cui devi sentirti incastrata dentro il vestito,  dopo l’emozione iniziale della cerimonia devi anche pensare a dar spazio ai divertimenti!

Scegliere il tuo abito non sarà cosi difficile, quando indosserai per la prima volta quello perfetto sentirai la stessa sensazione che hai sentito quando hai capito che il tuo futuro marito era quello giusto!

E il modello perfetto per te qual è?

Ti sposi? Crea la lista nozze su Giftsitter.com!


CREA LA TUA LISTA NOZZE

Foto di copertina di Chirobocea Nicu
torta-primo-compleanno

Primo compleanno: come scegliere la torta?

Ci siamo! È il momento di scegliere la torta del primo compleanno!

Il tuo bebè sta crescendo ed è arrivato il momento di cominciare ad organizzare la sua prima festa di compleanno. La torta di compleanno è la cosa più importante di questa prima candelina.

Al giorno d’oggi per scegliere il dolce perfetto hai l’imbarazzo della scelta.  Pasta di zucchero, classiche torte di panna, cupcake gigante. Insomma c’è davvero una lista infinita di tipi di torte tra cui optare.

Qual è la torta perfetta per il primo compleanno?

Ti aiuterò dandoti qualche idea su quelle più scelte tra cui potresti trovare quella più adatta a te.

Torte in pasta di zucchero o cioccolato plastico

Le torte che per adesso stanno facendo più successo e suscitano più stupore sono le quelle in pasta di zucchero o in cioccolato plastico, perché è possibile modellare questi ingredienti come più si preferisce. Si può realizzare qualsiasi cosa desideri. È possibile creare torte di ogni genere, con le forme e i colori più belli e particolari. Se sei un’amante del fai da te e vuoi prepararla, sono in commercio gli utensili e i coloranti per lavorarla. Basta un pizzico di fantasia, un po’ di pazienza e buona volontà e la tua torta sarà cosi bella che ti sembrerà un peccato tagliarla per offrirla ai tuoi invitati.

Torta-primo-compleanno-pasta-di-zucchero

Smash Cake

È la torta più divertente che puoi scegliere per il tuo bambino. È appositamente creata perché il bambino possa divertirsi a giocarci come vuole, affondando le sue manine tra panna, pan di spagna e crema e sporcarsi come se non ci fosse un domani, sicuramente sarà molto divertito e ne usciranno delle foto spettacolari.

Foto di www.pianetamamma.it

Foto di www.pianetamamma.it

Cup Cake, Cake Pops e Macarons

Un’idea innovativa è quella di fare tanti cup cake. Sono originali e andrebbero a sostituire la classica torta di panna. Tutti colorati, di diversi tipi, possono rappresentare diversi soggetti: animaletti, fiori e pupazzetti, possono essere decorati con la pasta di zucchero, fiocchetti di panna o zuccherini colorati devi solo dare spazio alla fantasia. Con una bella composizione sembrerà una vera e propria torta.

E se facessi un cup cake gigante? Sarebbe una novità incredibile e sorprenderesti tutti i tuoi invitati!

Anche i cake pops sono un idea carinissima e coloratissima. Potresti sistemarli con gli stecchi in una base di polistirolo ben decorata: saranno deliziosi da gustare e belli da vedere.

I macarons, famosi e sfiziosissimi dolcetti di origine francese, sono un’altra gustosa e particolare alternativa per creare una struttura che abbia proprio la forma di una classica torta. Puoi decidere di usare quelli con i gusti e i colori che più ti piacciono.

Se sei tradizionalista e non vuoi rinunciare alla classica torta puoi sempre tenere in considerazione l’idea di fare cup cake, cake pops e macarons come dolcetti a prescindere. I bambini saranno molto curiosi di assaggiarli gli sembrerà un gioco buonissimo.

Con questi graziosi dolcetti potrai pensare anche ai tuoi invitati che hanno intolleranze, allergie o particolari preferenze alimentari. Puoi farne di diversi tipi: gluten free, vegan, per gli intolleranti al lattosio e in genere per qualsiasi tipo di problema.

Dolcetti-primo-compleanno

La torta con panna: un evergreen!

Un classico che non muore mai, è proprio lei, la classica signora!

  • Pan di Spagna: bianco, al cioccolato, con farine particolari, con la frutta secca, al rum.
  • Crema: di qualsiasi gusto tu preferisca, con frutta a pezzi, al cioccolato o con scaglie, chantilly.
  • Copertura: panna montata, glassa, frutta, gelatina, smarties.

Ecco  perchè questa è una delle soluzioni preferite! Puoi decidere di “assemblarla” secondo i tuoi gusti, avendo infinite prelibatezze tra cui poter scegliere. Sbizzarrisciti con le forme e le decorazioni più belle: il numero uno gigante, uno degli elementi a tema con la festa, o il personaggio preferito dal piccolo.

Cerchi un’idea che lasci tutti a bocca aperta? La rainbow cake è davvero cromaticamente bella da vedere. Come farla? Semplicissimo, basta solo colorare l’impasto dei vari strati con i colori dell’arcobaleno.

Rainbow-cake-primo-compleanno

Se il compleanno è in estate puoi optare per una freschissima torta a gelato o un semifreddo, anche se è un idea un po’ poco pratica, deve essere tagliata e servita abbastanza rapidamente agli invitati per non rischiare che i tuoi invitati la debbano bere piuttosto che mangiare.

Torta di compleanno fai da te o no?

Qualunque sia la tipologia di torta che preferisci, se sei una vera cuoca provetta, puoi pensare di preparare la torta: sicuramente un ingrediente che non mancherà nel tuo dolce sarà  l’amore di mamma.

Se invece i fornelli, i forni, il cake design non sono esattamente i tuoi migliori amici ,puoi decidere di affidarti alla tua pasticceria di fiducia o ad una vera e propria cake designer. Nella nostra sezione Partysitter puoi cercare il professionista più vicino a casa tua, puoi vedere delle foto dei suoi lavori e delle volte c’è anche chi è disponibile a fartela assaggiare, cosi da essere sicura di spendere bene i tuoi soldi, di fare una bella figura ma soprattutto di gustare una deliziosa torta.

Il compleanno del tuo piccolo si avvicina? Crea la lista regalo su Giftsitter.com!


CREA LA TUA LISTA COMPLEANNO

E le candeline?

Al primo compleanno si deve spegnere la candelina perfetta! Quindi anche la scelta delle candeline deve essere accurata. Ce ne sono di tanti tipi di diverse dimensioni e colori: lunghe, corte, a zig zag, le fontane flambè, quelle a numero, quelle magiche che non si spengono, quelle con i personaggi o quelle che formano la scritta buon compleanno. Come vedi anche con le candeline hai una vasta scelta.

candele-primo-compleanno

Bene adesso che ti ho dato qualche idea sei pronta per scegliere la torta per il primo compleanno del tuo bambino! Qual è la tua scelta?

Outfit-Laurea

Cosa indossare per la seduta di laurea?

Finalmente dopo tanti sacrifici la tanto attesa meta è arrivata: la laurea! Le ultime materie, le ultime correzioni e infine la consegna della tesi. Va bene, lo so, è fondamentale dare precedenza a queste cose, ma hai dimenticato che sei tu il/la protagonista di quel giorno? Cosa indosserai? Non puoi assolutamente presentarti con la  “divisa” da studente sotto esame: capelli arruffati, occhiaie e infradito!

Qual è l’outfit perfetto per il giorno della laurea?

Ormai dopo almeno anni di università il pigiama è diventato la tua seconda pelle. L’acconciatura più fashion che riesci a fare è uno chignon a mo’ di cipolla in testa che, ammettiamolo, più che Chiara Ferragni ti fa sembrare un vero e proprio pulcino spennacchiato.

Svegliaaaaaa! La tua laurea è il momento in cui devi sbocciare come un bellissimo cigno e camminare verso questo traguardo cosi importante e soddisfacente. Notti passate sui libri, caffettiere borbottanti che aspettano solo di essere svuotate per far posto ad altro caffè (doppio, ovviamente). La tua vita sociale? Meglio stendere un velo pietoso. Sì, ti sei trascurata un po’, però adesso è giunto il momento di rilassarti e prenderti cura di te stessa.

Tra tutte le cose che devi fare dopo aver consegnato la tesi, la prima è in assoluto scegliere l’abbigliamento per il giorno della seduta di laurea. Si tratta di un traguardo molto importante e, non vuoi di certo passare inosservata!

Ci sono tante opzioni tra cui puoi scegliere, vediamo insieme quali sono.

Idee outfit laurea per ragazza

Quel giorno sarà necessaria sobrietà, eleganza e quel pizzico di professionalità che non guasta mai, ovviamente senza diventare troppo seriosi, siete sempre delle giovani laureande!

La prima idea che ti suggerisco è di pensare al classico Tailleur, con gonna o pantalone a seconda dei tuoi gusti. Per non essere troppo seria e classica puoi sdrammatizzarlo con degli accessori o con un bel sottogiacca. Potresti anche decidere di creare uno spezzato abbinando un pantalone o una gonna con giacca di colori diversi. Giocare cambiando il genere di giacca, sostituendo la classica con un Blazeer o con una giacca avvitata dal taglio giovanile, lo stesso puoi fare con il pantalone spaziando dal pantapalazzo al pantalone a sigaretta o a quello a zampa d’elefante.

Tailleur-laurea
Foto di irenecloset.com

Che colore scegliere per l’abito giusto? Le opzioni sono infinite, puoi scegliere quello con cui ti senti più a tuo agio, che rientra nel tuo stile. Per decidere il colore potresti adeguarti alla stagione: se la laurea si svolge in autunno o inverno opta per colori più scuri, mentre in primavera ed estate puoi usare dei toni più chiari, anche pastello se ti piacciono, l’importante è che siano freschi e vivaci.

Se invece non ti va di indossare il Tailleur e vuoi puntare su qualcosa di più sbarazzino, sfruttabile anche per la tua festa puoi orientarti su un vestitino semplice ed elegante: il tubino nero è un evergreen.

Come già detto da VOGUE Italia, può essere anche la tipologia di laurea a suggerirti il tipo di abbigliamento adatto.

Se il tuo  percorso universitario ti farà diventare una dottoressa in legge, l’outfit più adatto potrebbe essere una sobria longuette e una semplice ed elegante camicia in chiffon.

Scienze politiche ed economia? Un classico tailleur vi calza a pennello.

Se sei una laureanda in medicina non sarebbe male cominciare ad abituare gli occhi con un bel completo in bianco in vista del camice che indosserai tutti i giorni.

La laurea in architettura o design richiede uno stile dal mondo sailor.

Anche gli abiti che vestiamo sono una forma di comunicazione, un biglietto da visita e chi è una futura laureanda in comunicazione lo sa, potrai esprimere il tuo carattere attraverso degli abiti dai colori decisi. Che ne dici di avere un bel contrasto con bianco e nero?

Le studentesse di lingue amano le diverse culture e il mix di diversi stili tra gli accessori, per apparire molto casual, ma assolutamente elegante.

Insomma, sei assolutamente libera di scegliere quello che ti fa stare meglio, che sia comodo e che non aggiunga altri fastidi a questa giornata che sarà già di per se abbastanza tesa.

Ti laurei? Crea la tua lista regalo su Giftsitter.com e realizza i tuoi desideri!


CREA LA TUA LISTA LAUREA

Idee outfit laurea per ragazzo

Per i maschietti la scelta è fortunatamente più semplice. Per te un abito completo di giacca e pantalone è la soluzione ideale, con il tessuto giusto a seconda della stagione, il colore che preferisci. La cravatta  non è obbligatoria, c’è a chi piace indossarla rossa, proprio perchè è il colore della laurea.

cravatta-rossa-laurea

Attenzione però ci sono dei consigli che devi assolutamente seguire per non rischiare di sbagliare!

Non eccedere con l’eleganza, non stai andando ad un matrimonio!

Linee guida generali e i “No” per lui e per lei

  • No ai jeans!! Questo abbigliamento andava bene per frequentare le lezioni e sostenere gli esami. Se proprio, soprattutto i maschietti, non riesci a vederti con un elegante completo allora cerca di abbinare il tuo amato jeans, ad una camicia e ad una  giacca eleganti.
  • Stai andando alla tua laurea quindi no a qualsiasi genere di volgarità, non è il caso di presentarsi con tacchi vertiginosi, vestitini esageratamente corti o scolli che lasciano poca immaginazione.
  • No agli abiti lunghi! La serata di Gala non è esattamente l’appuntamento a cui devi presentarti, mi raccomando, moderazione.
  • Nel caso in cui la tua laurea è in estate, si sa, il caldo è una brutta bestia da combattere, però non mi sembra il caso di presentarsi con pantaloncini, vestitini frivoli e svolazzanti o infradito: la perfetta tenuta spiaggia lasciamola in spiaggia.
  • Sarà una giornata di tensione sicuramente, ma il total black è davvero pesante! Puoi spezzare con una maglia bianca o colorata o anche con qualche particolare accessorio che dia un po’ di luce al tuo outfit;
  • No a terribili manicure con esagerati ornamenti e decorazioni in rilievo, di lunghezze improponibili. Lo stesso vale per il trucco, un trucco leggero e pulito è proprio la soluzione che fa per te.

Bene, la tesi è pronta, il vestito sarà un gioco da ragazzi sceglierlo con queste dritte che ti ho dato, ripassa un po’ la tesi e siete pronti per il tuo grande giorno!