Monthly Archives: September 2015

bonbons_etouffement

Il Museo Haribo in Francia: la dolcezze in mostra

Il museo più dolce al mondo!

Gli amanti delle caramelle gommose non potranno crederci e invece è tutto vero: esiste un museo dedicato alle dolcezze Haribo. Orsetti gommosi, liquirizie e bonbon di ogni genere tutte in bella mostra: una tappa non convenzionale per le famiglie e una quasi obbligata per gli amanti degli “zuccheri raffinati”.

Potremmo definirlo “turismo dolce” e il “Musée du Bonbon Haribo” a Pont des Charrettes, Uzès, è la meta adatta.

museo_haribo

Il museo ripercorre la storia del marchio Haribo vedendo dal vivo l’evoluzione dei primi prodotti, nonché gli elementi e oggetti che sono diventati dei cult nelle pubblicità.

Questo tipo di museo punta sempre sull’interazione, al Musée du Bonbon Haribo è possibile partecipare a una dimostrazione della produzione di questi dolci. Vecchi macchinari e procedimenti artigianali contrapposti a nuove tecnologie. In totale, il museo è diviso in quattro aree distinte: la storia di Haribo, spot pubblicitari, giochi interattivi e sala macchine.

bandeau_40

Le visite al museo non finiscono senza passare attraverso il negozio “enorme”, dove, come si può immaginare ci sono un’infinità  di prodotti disponibili per l’acquisto da parte dei visitatori.

Vi abbiamo fatto venire voglia di dolce?

autunno

Idee per il tableau autunnale

Colori e profumi d’autunno per un tableau de mariage originale

Il tableau de mariage è sempre più in voga nei matrimoni, soprattutto se avete tanti invitati è sicuramente una soluzione pratica e elegante per farli accomodare al tavolo. Ma il tableau non è solo comodo e funzionale, rappresenta una vera e propria scelta di stile, uno di quei dettagli non indifferenti che renderà il giorno delle nozze ancora più personale e magico.

Come vi avevamo già anticipato in un altro articolo del nostro blog, il tableau deve rispecchiare lo stile che si è scelto per il matrimonio: se avete pensato ad un matrimonio scintillante e chic non è il caso di creare un tableau country!

Se per il leitmotiv delle vostre nozze vi siete ispirati alla stagione in corso, scegliendo colori e fiori di stagione, ecco che il tableau deve essere anch’esso di ispirazione autunnale.

Come sempre, la fantasia la fa da padrone, ma noi di Giftsitter.com abbiamo pensato ad alcune idee che potrebbero fare al caso vostro per creare un tableau autunnale originale ed elegante.

tableau_autunno

L’autunno è il periodo in cui cadono le foglie dagli alberi. Vi sembra triste? Non è questo il caso. Una idea originale e elegante può essere quella di scrivere sopra le foglie i nomi degli invitati e disporle in un grande albero. L’autunno fa anche pensare al sottobosco, alle castagne, alle ghiande e ai funghi. Si potrebbero utilizzare questi elementi per creare il tableau. Rametti di pino, ricci di castagne, un prato con dei profumati funghetti. Infine, questo è il periodo delle zucche con le loro forme buffe e i colori caldi. L’ideale sarebbe quello di creare una composizione che fungerà da tableau e da decorazione della sala.

E per la lista nozze? Beh, per quello non preoccupatevi, ci pensa Giftsitter.com! 

Panico_esami

I consigli da non seguire il giorno della laurea

Ansia da seduta di laurea non ti temo: basta scacciar via i cattivi consigli!

Siamo tutti bravi a dare consigli, soprattutto nelle occasioni importanti, ma sono davvero efficaci? A volte sarebbe meglio non seguirli e andare per la propria strada come ad esempio il giorno della laurea.

Si sta avvicinando l’ora x, l’ansia sale, le gambe tremano: aiuto, il giorno della laurea è alle porte! Ovviamente è inutile dirvi di non farvi prendere dal panico perché, anche se siete delle persone tutte d’un pezzo, vi capiterà di aver un piccolo fremito quel giorno. Non disperate, capita anche ai migliori di avere un po’ di “strizza” il giorno della discussione della tesi, il segreto per superare tutto è semplicemente prepararvi ad affrontare e superare le crisi di panico.

Il web è pieno di consigli per superare l’ansia e chissà quanti altri vi saranno stati dati dai vostri colleghi più anziani, amici e parenti. Quindi, no, questo non sarà un tutorial su come superare l’ansia, ma semplicemente su quali consigli evitare di seguire per fare in modo di non farsi trascinare nel baratro. Perché diciamocelo chiaramente, a parlare siamo bravi tutti, soprattutto quando non siamo noi a doverci presentare davanti al “patibolo”.

Dunque, sfatiamo questi miti uno per uno e quando qualcuno tenterà di dirvi una di queste cose, se potete, scappate.

1. Immaginare la commissione nuda.

morandi in mutandeUna delle tecniche più chiacchierate per smorzare l’ansia del parlare in pubblico è quella di immaginare la platea in mutande o completamente nuda. Secondo gli psicologi questo dovrebbe rilassare e far sorridere al pensiero di immaginare tutti a braghe calate. Ma ne siamo davvero sicuri? Nemmeno Gianni Morandi a Sanremo ci ha fatto una grande figura in mutande. Non so voi, ma a me l’idea di immagine il presidente di commissione in boxer mi mette agitazione e suscita in me un po’ di disgusto (sarà perché non è un Adone). Magari per qualcuno funzionerà, ma se fossi in voi eviterei di provarci.

2. Respira!

Molti quel giorno vi diranno di respirare. Bene, a meno che state cercando di battere il record di apnea, state tranquilli che respirerete comunque, senza aver bisogno che ve lo dicano gli altri. Inoltre, avete mai sentito parlare della pericolosità dell’iperventilazione? Quindi lasciate fare agli esperti (naso, bocca, polmoni) e andrà tutto bene.

3. Tanto la tesi l’hai scritta tu, di che ti preoccupi?

Questa è la frase clou di ogni amico. Cercare di tranquillizzare il laureando sperando di iniettare una dose di fiducia e coraggio puntando sull’orgoglio e l’autoconsapevolezza di sé. SBAGLIATO! Sentirsi dire prima della discussione “l’hai scritta tu” può far scaturire dubbi esistenziali: “avrò scritto tutto? Sarà abbastanza? Avrò citato quella fonte?”.

4. Hai una media altissima, il 110 non te lo toglie nessuno. Rilassati!

Ecco adesso passiamo a quelli che non sono veri consigli, ma frasi fatte mischiate a un po’ di invidia. Credi che chi te lo sta dicendo non possa provare mai invidia nei tuoi confronti? Bene, allora il caso è dei peggiori perché chi ve lo sta dicendo ha deciso (direttamente o indirettamente) di portarvi sfiga. Scappate a gambe levate!

Sicuramente ce ne saranno altri, ma limitiamoci ai più gettonati. L’unico vero consiglio da seguire? Accetta lo stress: è tuo amico! Sotto stress diamo il meglio di noi stressi.

In bocca al lupo a tutti i laureandi!

Ti laurei? Perché non farti regalare ciò che realmente desideri? Con Giftsitter sei tu a scegliere cosa fare del tuo denaro!

prague-547842_640

Le 10 migliori attrazioni turistiche di Praga

Praga, la città incantata d’Europa

Trent’anni fa, Praga era un luogo sconosciuto per i viaggiatori in Europa, ora, invece, è una delle destinazioni più popolari del continente europeo che conta circa 4 milioni di visitatori ogni anno.

Praga è una affascinante cittadina, piccola rispetto ad altre città europee, che offre un centro urbano compatto, ricco di storia secolare: troviamo splendidi esempi di architettura romanica, gotica, barocca, rinascimentale e Art Nouveau. Un primo consiglio da dare a chi decide di visitare Praga è quello di non rinunciare a gironzolare in giro per la città, perdersi nelle stradine del centro, soffermarsi a guardare palazzi, chiese, piazze e, ovviamente, godersi un bel boccale di birra ceca e un buon piatto di prelibatezze locali.

Ma cosa non perdere? Ecco che noi di Giftsitter.com vi forniamo una panoramica delle 10 principali attrazioni turistiche di Praga:

1. Il Ponte Carlo

Copia di praga 2 293

Il Ponte Carlo è un ponte in pietra in stile gotico che collega la Città Vecchia a Malà Strana.La sua costruzione fu commissionata dal re di Boemia e Sacro Romano Imperatore Carlo IV ed ebbe inizio nel 1357. Si dice che dei tuorli d’uovo furono aggiunti alla calcina per rafforzare la struttura del ponte. Nel XVII secolo si inizió a collocare delle statue barocche su entrambe i lati del Ponte Carlo. Ora molte di queste statue sono delle copie e quelle originali si possono vedere al Lapidarium. La statua più nota è probabilmente quella di -San Giovanni Nepomuceno, un martire ceco che fu giustiziato durante il regno di Venceslao IV venendo gettato nella Moldava dal ponte. La lapide sulla statua è stata lucidata fino a brillare dall’incalcolabile numero di persone che l’hanno toccata nel corso dei secoli. Si suppone che toccare la statua porti fortuna e assicuri il proprio ritorno a Praga. Il Ponte Carlo si colloca in cima alla lista dei posti da vedere. È molto amato anche dagli artisti locali, musicisti e venditori di souvenir che collocano le loro bancarelle su entrambe i lati del ponte tutto l’anno. Un buon momento per visitare il ponte è il tramonto, momento in cui potrete godere di una vista mozzafiato dell’intero Castello di Praga illuminato nel cielo della sera.

2. Piazza della Città Vecchia

praga

Centro dove pulsa il vero cuore di Praga, nella piazza della Città Vecchia convergono le viuzze tortuose della Città Vecchia. L’elegante torre del Municipio con il famoso Orologio astronomico, l’imponente silhouette della fiabesca chiesa di Týn, la maestosa chiesa di San Nicola e numerose case dalle facciate colorate, costruite in diversi stili architettonici, donano a questo luogo un aspetto irripetibile che affascinerà tutti coloro che si arrendono di fronte a tanta bellezza. La piazza della Città Vecchia, nel corso di un millennio, è stata muto testimone di avvenimenti importanti della storia della nazione ceca che hanno lasciato segni indelebili (manifestazioni, esecuzioni, ma anche matrimoni, tornei e trattative politiche).

3. Josefov

CimiteroEbraicopraga

Le tombe disordinate del cimitero ebraico sono forse lo spettacolo più emozionante di tutta Praga. Raccontano la storia dello Josefov, il ghetto ebraico di Praga, a pochi passi dalla Piazza della Città Vecchia, in cui gli ebrei della città hanno vissuto dal 900 al 1708. Costretti a vivere in pochi chilometri quadrati, gli ebrei hanno imparato a sfruttare ogni minimo spazio, creando una specie di labirinto in cui case private, negozi e laboratori si confondevano. Qui sono vissuti il rabbino Low e il suo leggendario Golem, Franz Kafka e 77.279 ebrei cechi e moldavi massacrati dai nazisti.

4. Catello d Praga

prague_castle

Una sagoma imponente che domina Praga, una fortezza inaccessibile che fa pensare subito a Franz Kafka che sul Castello, simbolo di un potere lontano e inaccessibile, ci ha scritto un romanzo (incompiuto). Il Castello di Praga è il più grande del mondo e copre un’area di 70 km². Inserito dall’UNESCO uno dei monumenti Patrimonio Mondiale dell’Umanità, dal 1140 è sede dei Re di Boemia e dal 1918 della Presidenza della Repubblica. I quasi 1.000 anni di storia giustificano la varietà degli stili presenti nel castello: dalle origini romaniche al gotico quattrocentesco, passando per una profonda ristrutturazione avvenuta dal 1918 al 1938.

5. Orologio di Praga

orologio_Praga

Ogni ora, davanti al lato meridionale del Municipio della Città Vecchia si trovano centinaia di turisti provenienti da ogni angolo del pianeta, armati di macchine fotografiche e videocamere, pronti a immortalare lo spettacolo dello strumento che già nel Medioevo era considerato una delle meraviglie del mondo. L’orologio astronomico di Praga, che già da 600 anni è una delle più grandi ricchezze della città, ancora oggi stupisce con la processione degli Apostoli e con le statue mobili, e mostra il tempo in modo diverso da ogni altro strumento al mondo.

6. Piazza Venceslao

wenceslas_square

Una delle due piazze principali di Praga, Piazza Venceslao, è un paradiso dello shopping e dello svago. Situata a New Town, la piazza ospita bar, club, ristoranti, alberghi, negozi e banche, il che rende l’intrattenimento della città, la vita notturna e il quartiere commerciale. Gran parte della storia della Repubblica del 20° secolo è accaduto proprio sotto la statua di San Venceslao.

7. Il quartiere Malá Strana

mala_strana

L’architettura barocca è il leitmotiv del “piccolo quartiere”, ovvero Malá Strana. Di origine medievale, il quartiere fu fondato nel 1257 e si sviluppò estendendosi sulle pendici del Castello di Praga. Malá Strana ospita palazzi, chiese, piazze, parchi, giardini e molte altre attrazioni. Circostante Piazza della Città Piccola sono pub, negozi e ristoranti.

8. La Chiesa di Nostra Signora di Tyn

tyn

La Chiesa di Nostra Signora di Tyn abbellisce la Piazza della Città Vecchia. Questa è senza ombra di dubbio tra le attrazioni più famose di Praga: con le sue torri gotiche di oltre80 metri la chiesa può essere visto da tutte le parti della città. Come molte altre chiese di Praga, edificio originale del sito è una chiesa romanica dell’11° secolo costruita per i mercanti stranieri che venivano a Tyn per il commercio. All’interno, la chiesa di Tyn detiene molte opere d’arte in stile gotico, barocco e rinascimentale.

9. La Casa Danzante

casa_danzante

Praga è conosciuta per la sua commistione di stili architettonici differenti. La “Dancing House” creata dall’architetto ceco Valdo Milunic e dal canadese Frank Gehry rappresenta una delle costruzioni in cui si fondono lo stile Neobarocco, il Neogotico e l’Art Nouveau: stili architettonici per i quali Praga è famosa. Il nome Casa Danzante è dovuto alla somiglianza dell’edificio ad una ballerina che ondeggia tra le braccia del suo partner: Potremmo vederla come Fred Astaire e Ginger Rogers del mondo dell’architettura.

10. Torre delle Polveri

torre_delle_polveri

Si tratta di una delle porte originali nella Città Vecchia di Praga. Costruita nel 11° secolo era una delle tredici porte che circondavano il centro della città di Praga. Nel corso del 17° secolo la torre venne utilizzata come deposito per la polvere da sparo e per questo motivo le è stato assegnato il nome.

Voglia di vacanza? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Attraverso la colletta online di Giftsitter.com!

 

 

thailandia_wseu6.T0

Wat Rong Khun, il Tempio Bianco in Thailandia

Affascinante, stravagante e al limite dello strambo: tutto questo è Wat Rong Khun, il Tempio Bianco in Thailandia.

Se siete in cerca di un posto incantato da visitare, allora un viaggio in Thailandia fa al caso vostro. Questa terra è piena di luoghi straordinari, così belli da mozzare il fiato. Oggi vogliamo però parlarvi di un posto davvero caratteristico, strambo e che sembra sbucato fuori da un libro delle fiabe. Stiamo parlando del Wat Rong Khun, il Tempio Bianco della Thailandia.

desktop-1409761773

Il White Temple rappresenta una vera e propria stravaganza architettonica nata dall’estro dell’artista tailandese Chalermchai Kositpipat nel 1997. Lo scopo di tale singolare costruzione è quello di trasmettere, la purezza e la virtù di Buddha e, di conseguenza, gli insegnamenti buddhisti rivisitandoli, però, in chiave moderna. Il risultato è un maestoso tempio interamente costruito in gesso bianco luminoso e abbagliante nel quale sono stati incastonati piccoli specchietti che creano dei suggestivi e sfavillanti giochi di luce.

Le enormi statue che decorano tutto il tempio sono estremamente elaborate e ricche di dettagli. Ciò che dà immediatamente all’occhio è l’enorme distesa delle mani di gesso le quali simboleggiano le anime in pena che vagano negli inferi.

Wat_Rong_Khun

Ma la stravaganza di Kositpipat non finisce qui. All’interno del tempio i tradizionali dipinti dei templi buddhisti sono sostituiti con murales rappresentanti scene apocalittiche del mondo moderno, inclusa ad esempio quella delle Torri Gemelle, e immagini dallo spazio con raffigurati alcuni dei personaggi più famosi dei film e cartoni animati: Spiderman, Superman, Kung Fu Panda, Doreimon, Neo di Matrix, Elvis e, addirittura, Michael Jackson!

tumblr_nlgis86EoR1rmfxmoo3_1280

Di sicuro per qualcuno sarà kitsch, per altri troppo esagerato, per altri ancora bellissimo. Che vi piaccia o no, è sicuro che un tempio del genere non lo troverete in nessun altro luogo al mondo e quindi, se state progettando un viaggio in Thailandia, approfittatene per una visita!

Voglia di vacanza? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Attraverso la colletta online di Giftsitter.com!

addio_nubilato_spa_giftsitter

Addio al nubilato in spa: relax per la sposa assicurato!

Massaggi, tisane, cromoterapia per un addio al nubilato da regine

Continua imperterrita a diffondersi la tendenza di organizzare qualcosa di davvero speciale per l’addio al nubilato che strizza l’occhio a una tradizione d’oltre oceano, il famigerato bridal shower. C’è chi preferisce qualcosa di chic e raffinato, chi un party all’insegna della baldoria, chi invece abbandona l’idea dell’addio al nubilato per una festa a cui partecipano entrambi gli sposi con i rispettivi amici.

addio_nubilato_spa_giftsitter

I preparativi delle nozze, però, possono essere davvero stressanti per la sposa: troppe cose da fare e poco tempo per realizzarle! Primo compito di una perfetta testimone di nozze, o di un’amica in generale, è quello di alleviare lo stress e aiutare la sposa a mantenere la calma. Quindi cosa c’è di meglio di passare un po’ di tempo in compagnia delle amiche all’interno di una spa per rilassarsi e scaricare lo stress prima di un giorno importante come il matrimonio tra massaggi rigeneranti, maschere esfolianti, lunghi bagni in piscina, bagno turco e sauna?

In tutta Italia sono moltissimi i centri benessere e le beauty farm che offrono pacchetti ad hoc per festeggiare l’addio al nubilato, basta solo scegliere la soluzione che si preferisce: un pomeriggio, un’intera giornata o un weekend, a voi la scelta! Di sicuro con un addio al nubilato così la sposa no potrà non esserne felice!

Allora, cosa ne pensate di organizzare un addio al nubilato in Spa per le vostre amiche? Non vi sembra un’idea originale e fuori dal comune? Fateci sapere cosa ne pensate!

Avete bisogno di una mano per raccogliere le quote di partecipazione all’evento? Scegliete la lista nozze Giftsitter.com per raccogliere il denaro senza stress e in piena autonomia. Cosa aspettate? Provatelo!

 

Lake-Hillier-lago-rosa

Laghi rosa nel mondo: viaggi alla ricerca di colore

Un tocco di rosa nella natura incontaminata: i laghi rosa esistono davvero!

Sembrerebbe lo scherzo di qualche ragazzino, un po’ di colorante rosa e l’acqua appare immediatamente rosato, invece non è così. Sembra difficile da credere ma i laghi rosa esistono veramente e non sono frutto di manipolazioni fotografiche. Illusione ottica? Assolutamente no, si tratta di una straordinaria realtà, una meraviglia della natura che si può trovare in alcuni fortunati luoghi del mondo.

I motivi che donano il colore rosa all’acqua di questi laghi sono tuttora sconosciuti, anche se diversi studi ipotizzano che la colorazione delle acque sia dovuta ad una particolare alga chiamata Dunaliella di colore rosso acceso che sembra essere ricca di carotenoidi e al batterio Halobacterium cutirubrum che insieme, attraverso una reazione chimica, donerebbero alle acque la caratteristica colorazione rosa.

Al di là della scienza, questi laghi rosa presentano sfumature e giochi di luce che ci catapultano in paesaggio incantato, degno delle fiabe, offrendo uno spettacolo davvero incredibile.

Ma quali sono i laghi rosa al mondo e dove si trovano? Ecco che Giftsitter.com ve li svela tutti!

Lago Hiller

Il Lago Hiller è di sicuro il lago rosa più famoso al mondo e si trova nell’arcipelago Rhecherche in Australia. Questo è un lago salato poiché si trova ad appena 600 metri dall’oceano. Il suo colore è un rosa molto intenso che però può variare sfumatura durante le ore del giorno a causa della luce.

Lago-Hiller-Lago-Rosa-Natural-Pink-Lake-Giftsitter

Lago Retba

In Senegal, nell’Africa Occidentale, a nord-est di Dakar si trova il lago rosa Retba. Colore rosa candido con sfumature più intense a seconda della stagione. Anche questo è un lago salato, così tanto che è ben sviluppata l’attività della raccolta del sale.

Lake-Retba-Lac-Rose-senegal--Lago-Rosa-Natural-Pink-Lake-Giftsitter

Dusty Rose Lake

Il Dusty Rose è l’unico lago rosa di acqua dolce nel mondo che si trova in Canada nella British Columbia. A differenza degli altri laghi rosa si suppone che questo lago debba la sua colorazione rosa alle rocce che lo circondano che sono, appunto, di colore rosa tendente al viola.

dusty-rose-lake--Lago-Rosa-Natural-Pink-Lake-Giftsitter

Salina de Torrevieja e Mata

Anche in Europa si trovano i laghi rosa che sono anche i più grandi laghi salati di tutto il continente: siamo in Spagna, nella regione di Alicante. Si tratta sostanzialmente di due saline: la salina de Torrevieja e alla Salina de la Mata.

-Lago-Rosa-Natural-Pink-Lake-Giftsitter

Saline di Cervia

Sapevate che anche l’Italia vanta il suo personale lago rosa? Infatti, le Saline di Cervia presentano anch’esse le acque di colore rosa anche se il tono di colore non è poi così evidente come negli altri laghi che vi abbiamo presentato, ma nei periodi di secca l’acqua presenta delle sfumature rosate molto belle.

Cervia-Saline-Lago-Rosa-Natural-Pink-Lake-Giftsitter

Davvero dei luoghi surreali, non credete? 

Non state più nella pelle? Perché non farsi regalare uno di questi viaggi per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!

Matrimonio Last Minute: come organizzarlo in soli 30 giorni! Giftsitter

Matrimonio Last Minute: come organizzarlo in soli 30 giorni!

Quante volte abbiamo detto che bisogna seguire una tabella di marcia per assicurarsi la buona riuscita dell’evento, soprattutto se i tempi sono stretti.

Volete sposarvi subito e per forza di cose l’unica data disponibile in chiesa o al comune è vicinissima: un anno no, sei mesi no, ma solo 30 giorni per organizzare il tutto, sarà possibile? Niente paura, ecco che Giftsitter.com vi svela i segreti per pianificare alla perfezione un matrimonio last minute.

30 giorni prima

Ovviamente il primo giorno utile sarà vostra premura fissare un budget, lo stile e soprattutto cercare la location. Non scoraggiatevi se inizialmente sembrerà che ogni locale sarà impegnato per quella data, sicuramente troverete qualcosa adatta a voi e non è detto che non sia la location dei vostri sogni! Poi di conseguenza il fotografo che immortali il giorno (Vuoi una mano a cercare i professionisti nella tua zona? Clicca qui). Mandate un sms o una mail ai vostri invitati per “avvisarli” che il grande giorno è vicino.

29 giorni prima

Abito, abbiamo bisogno dell’abito da sposa. Immaginate quel giorno come una giornata di shopping con le amiche per scacciar via “l’ansia da prestazione”. Tranquille, una carta di credito e la paura svanisce (più o meno…il mese dopo vi ricorderete quel giorno, ma ne sarà valsa la pena).

28 giorni prima

Adesso è il momento di invitare gli amici e parenti ufficialmente: non avete il tempo di stampare le partecipazioni cartacee? Niente paura: il web vi dà la possibilità di inviare inviare partecipazioni online, oppure attaccatevi al caro vecchio telefono e fate il giro delle telefonate. Magari per i parenti più stretti cercate di programmare un aperitivo o una cena.

27 giorni prima

Niente bomboniere troppo costose o che hanno bisogno di una prenotazione di tantissimi giorni. Optate piccoli oggetti diversi tra loro o donazioni equo solidali (che potrete fare semplicemente con un click) da legare con un biglietto al sacchetto con i confetti. Di sicuro farete del bene e non spenderete soldi per oggetti inutili o che non vi soddisfano.

organizzare il matrimonio in 30 giorni

26 giorni prima

Lista regalo: in un negozio? Troppo tardi! Optate per una lista nozze online: pratica, comoda e immediata sia per voi che per i vostri invitati (Scoprite tutti i vantaggi della lista nozze di Giftsitter.com)

25 giorni prima

Pensate al trucco e parrucco: prenotate le sedute dall’estetista e dal parrucchiere e fatevi consigliare sullo stile che più vi si addice.

23 giorni prima

Andate dal fiorista e scegliete le decorazioni floreali e il vostro bouquet.

20 giorni prima

Comprate le fedi così facendo l’orafo avrà il tempo di apportare modifiche e di incidere, se lo volete, una frase all’interno.

18 giorni prima

Auto in affitto sì o no? Come preferite, l’importante è tenere in considerazione come arrivare alla cerimonia!

15 giorni prima

Terminate gli ultimi acquisti per gli accessori: scarpe, borsette, fermagli per i capelli.

10 giorni prima

Rilassatevi, questo è il momento dell’addio al nubilato e di un massaggio rilassante!

5 giorni prima

Estetista vieni a me: ceretta, unghie, maschere e tutto ciò che vi renderà più belle il giorno del matrimonio!

Giorno X

Indossate il vostro abito da sposa, munitevi di un bel sorriso e dite “sì”. Il futuro comincia adesso…

 

Cicloturismo: 5 città europee per gli amanti della bicicletta. giftsitter

Cicloturismo: 5 città europee per gli amanti della bicicletta

Pedalare in giro per le città europee: un viaggio non convenzionale e green!

C’è chi ama passeggiare per le strade delle città chi invece preferisce pedalare: l’ultima frontiera dei viaggi è il cicloturismo, dedicato agli appassionati delle due ruote.

Non importa che siate dei veri sportivi o meno, per una vacanza in bici sono necessari solo buoni propositi, abbigliamento comodo e zaino in spalla. Non storcete il naso, il cicloturismo può essere una valida alternativa ad un viaggio convenzionale, inoltre dà la possibilità di viaggiare in modo economico, rispettando l’ambiente e, soprattutto, fuori dai canoni e dai consueti itinerari del turismo di massa. Pensate ai paesaggi naturali che potreste ammirare lungo la strada!

E no, credete che non faccia proprio per voi? Preferite ai viaggi naturalistici una bella e affollata città europea? Non c’è alcun problema! Potrete godervi un viaggio in sella anche in città. Silenziosa, pulita, poco ingombrante: la bicicletta è il simbolo di una mobilità ecologica e, soprattutto, un modo diverso di intendere la vita nelle città. Quindi, se state pensando al vostro viaggio in bici servirà individuare le città che più si prestano alle due ruote. Nel mondo ce ne sono tante (ahimè non molte in Italia), basta solo scoprirle.

Iniziamo dall’Europa: ecco le 5 mete più bike-friendly! 

1. AMSTERDAM

Non avevamo dubbi! Amsterdam è per eccellenza la città più attenta ai bisogni dei ciclisti: non a caso le piste ciclabili percorrono ben 500 chilometri, dal centro alla periferia. Si può passeggiare tra i canali e raggiungere le rive del fiume Amstel su due ruote, oppure scoprire le straordinarie architetture nel cuore della città. Ad Amsterdam la bici è il mezzo più utilizzato, quindi pedalare è quasi un dovere! Sicuramente viaggiare in bicicletta rappresenta il modo più empatico per entrare in contatto con la cultura del luogo.

Cicloturismo: 5 città europee per gli amanti della bicicletta. giftsitter

2. COPENAGHEN

Se cercate una capitale costruita appositamente per i ciclisti, allora non potete perdervi la bellissima capitale danese. Qui, quasi un terzo degli abitanti si sposta in bicicletta. Per i turisti pedalare tra i castelli, i musei, le spiagge e i parchi di Copenaghen diventa un’esperienza unica e irripetibile.

3. BERLINO

Berlino su due ruote? Perché no! È una città ideale da scoprire in bicicletta: la prima motivazione è che la città è davvero enorme e usare la bicicletta potrebbe essere una soluzione per gli spostamenti. Inoltre, la città presenta poche strade ripide e moltissime piste ciclabili estese su tutta la città.

Cicloturismo: 5 città europee per gli amanti della bicicletta. giftsitter

4. PARIGI

Una pedalata lungo la Senna ed è subito “amore”! Parigi è una città che riserva romanticismo anche ai ciclisti. Consigliatissimo il grande parco alberato del Bois de Boulogne, per pedalare tra laghi, stagni e ruscelli, tanto da credere di essere proiettati in un’opera d’arte contemporanea!

5. BARCELLONA

Barcellona è una bella sorpresa, infatti, non molti sanno che la città spagnola ha sviluppato uno dei migliori sistemi di bike-sharing al mondo. Un viaggio in bici a Barcellona significa vivere la città in pieno, dai Barrios alle periferie.

Non state più nella pelle? Perché non farsi regalare un viaggio per un’occasione speciale come il compleanno, la laurea, un anniversario o le nozze? Come? Ma con Giftsitter.com!