Monthly Archives: December 2014

capodanno

Cosa fai a capodanno? Ansia da 31 dicembre!

C’è chi previdente ha iniziato a domandartelo a inizio dicembre. Quella domandina buttata lì, senza troppo peso, fatta senza neanche troppa curiosità, quasi sussurrata, non ci preoccupava, anzi diciamo che andava a spezzare solo per un attimo il flusso della conversazione. Poi, man mano che passano i giorni, quella breve domanda è diventata sempre più insistente fino a stabilirsi nella pole position dei quesiti più gettonati di ogni comitiva di amici. Ovunque nelle ultime settimane hai incontrato, senza possibilità di scampo, decine di persone che ti hanno chiesto: “E tu cosa fai a Capodanno?“. Vorresti strapparti i capelli e urlare, ma ti contieni e rispondi con un semplice “non saprei”.

unnamedLa domanda delle domande torna puntuale ogni anno e, nell’arco di una vita, sono pochissime le volte in cui si ha la risposta pronta, chiara, decisa, senza tentennamenti. In generale si finisce con il bofonchiare un timido “ancora non so” o “non ho ancora organizzato”. E quando ti rendi conto che è già il 30 dicembre e tu non sai ancora cosa farai, con chi sarai e dove sarai l’ansia comincia a salire. Ogni ora che passa diventi sempre più paonazzo e uno sfogo orticante alla pelle inizia a invadere il tuo corpo. Il tutto è ovviamente calibrato al tipo di festeggiamento che ti aspetti perché più sei responsabile dell’organizzazione dell’evento e, quindi, del divertimento tuo e degli altri, più il nervosismo ti divora!

Dimmi che Capodanno fai e ti dirò chi sei? Beh, forse c’è del vero. Ma quel che è sicuro è che qualunque sia la tua idea, che so io, una serata tranquilla tra amici, una serata in discoteca, un cenone in un ristorante o un viaggio last minute, inevitabilmente ti troverai in preda al panico. Ci sarà sempre qualcuno che avrà da ridire sulle tue scelte, infinite discussioni per mettere d’accordo tutti (neanche le Nazioni Unite perdono così tanto tempo per prendere una decisione) e poi, dopo aver trovato un punto di incontro tra tutte le idee strampalate che ti avevano proposto, dopo aver rischiato di distruggere amicizie secolari solo per decidere se aggiungere nel menù le lenticchie con il cotechino o lo zampone, ecco che arriva il momento delle quote: la capacità di dileguarsi nel nulla dei tuoi amici nel momento di dover raccogliere il denaro è paragonabile a quella di un guerriero ninja che si nasconde nella notte. Ognuno ha i suoi orari e le sue esigenze e devi riuscire a incastrare a mo’ di tetris i tuoi impegni con i loro per poter riuscire a raccogliere il denaro in tempo ed evitare di anticipare per tutti!

Ma esiste un modo più semplice?

Effettivamente sì! Se il Capodanno si avvicina e hai poco tempo per organizzare una bella festa e gli amici si fanno rincorrere per versare la loro quota, grazie a Giftsitter.com potrai organizzare una colletta online, senza stress. 


SCOPRI GIFTSITTER

tombola_bomporto

Tombola degli orrori: vendicarsi dei regali brutti

Vendicati dei regali brutti ricevuti durante tutto l’anno con la tombola degli orrori

Sfortunati al gioco, fortunati in amore! tumblr_lf76s6c1ne1qg995xo1_500Quante volte me lo son sentita dire eppure ogni anno vedevo svanire inesorabilmente tutti i miei spiccioli in giocate a carte e tombolate e di un “principe azzurro” (anche scolorito e poi ricolorato con la coloreria) nemmeno l’ombra. Che dire, sono affetta dalla sindrome di Bridget Jones: confesso che nei momenti di crisi più tristi anche io ho cantato sul divano di casa All by Myself  a squarciagola, rigorosamente con una mise supersexy come il pigiamone di flanella. Ma finalmente ho scoperto un gioco tutto natalizio dove vincere non è l’obiettivo e il “fine ultimo delle cose”, bensì l’esatto opposto. Diciamo che è un modo per riscattarsi di tutte le finanze sperperate in questi anni (alcuni amici mie quest’anno partiranno in crociera per brindare alla mia salute e nessuno si stupirebbe se nel biglietto comparisse la scritta “gentilmente finanziato da Gabriella Massara”). Finalmente la legge del contrappasso ha avuto inizio, non solo per le sfortune al gioco, ma anche per vendicarsi dei regali più brutti mai ricevuti nel corso degli anni. Eh sì, la tradizione di scambiarsi regali per Natale si rinnova ogni anno, nonostante la crisi. Tra i doni ricevuti, però, ce n’è sempre qualcuno che lascia delusi per bruttezza e inutilità. E dopo averli scartati, finiscono spesso a riempire i ripostigli delle case, prima delle pattumiere. Sempre più spesso, però, sono gli oggetti che servono per una tombola speciale da fare sotto le feste: la tombola degli orrori!

cianfrusaglieSinceramente non conoscevo questo gioco, ma invece sembra che fra le tante tradizioni natalizie, la tombola degli orrori è una di quelle più collaudate e casiniste. Organizzarla è semplice: si raccattano i peggiori regali ricevuti e li si riassortiscono a mo’ di premi, fra amici o parenti, incassandoli a colpi di ambi, terni e cinquine. Una kermesse del kitsch replicabile fra Santo Stefano, Capodanno e Epifania, che è anche la migliore occasione per disfarsi dei regali più insensati, spesso coincidenti coi più idioti, quelli che ciclicamente incassiamo tutti, insomma, assieme a tutte le cianfrusaglie accumulate negli anni: signori è arrivato il momento di sgomberare garage e cantine. Le regole del gioco sono semplicissime e non cambiano: tra un “78 asino cotto”, “50 la gallina canta”, “77 le gambe delle donne”, la paura qui non fa solo 90, ma anche tombola!

Stanati da armadi e ripostigli tombali o ancora freschi di scontrino, e catalogati dai partecipanti secondo un forfetario valore-premio, i regali e le cianfrusaglie messi in palio vengono rigorosamente confezionati con pagine di giornale, come a richiamare l’idea del riciclo e garantire, fra i giocatori, la suspance del rito di scartamento. Diciamo che con questa tombola la sfortuna al gioco è premiante e le dimensioni del pacco contano e come: temete il pacco più grosso, solitamente è proprio lì che si nasconde l’orrore degli orrori!

Non fidatevi di nessuno e controllate chi vi siede vicino. In questa tombola non sono rari i giocatori che cercano di occultare le loro vincite pur di non riscuotere i premi! Si racconta che ci siano varie tecniche per evitare di annunciare i vari ambi, terni o tombole per scongiurare l’onere di “vincere” la bomboniera o l’oggettino di turno preso a Tutto 99 cent.

97e137f7e98bac665e66f759a6f7ccff-509x353Va bene che a contare è il pensiero (anche noi di Giftsitter lo diciamo sempre), ma un minimo di buon gusto non guasterebbe. C’è chi il regalo orrendo lo riceve sempre dalla stessa persona e l’espressione di sorpresa, felicità e gratitudine la tira fuori ancora prima di strappare la carta regalo e ormai la esercita da così tanti anni che se ci fosse una categoria agli Oscar come attore protagonista delle feste di Natale si aggiudicherebbe certamente la statuetta. Ed ecco il sorriso a tutti denti davanti al maglione dai colori assurdi, sempre diverso e ogni anno più brutto, ricevuto dalla nonna o le ciabatte di indubbio gusto ricevute dalla zia. Per non parlare del grazie con voce isterica e sopracciglio tremolante all’amica (badate bene, sempre la stessa, non sia mai che un anno le venga un’epifania)  che spende ogni Natale sempre meno e propina i monili più assurdi comprati al 99cent. Ovviamente non vuol dire che un bel regalo debba costare per forza tanti soldi, solo che se alla tirchieria si aggiunge la mancanza di gusto, il gioco è fatto e non si ha scampo: il regalo più brutto di tutti i tempi non ce lo evita nessuno.

Ricevuto regali brutti per Natale o per il compleanno? La prossima volta non farti fregare!


SCOPRI GIFTSITTER

Buon compleanno tutte lingue

Curiosità: Buon complenno in tutte le lingue del mondo

Volete fare gli auguri in modo originale ma non sapete come fare? Un modo semplice ma d’effetto è quello di scrivere la classicissima frase “buon compleanno” in tutte le lingue del mondo…e non solo! Noi di Giftsitter.com abbiamo inserito in questa lista anche una lingua che strizza l’occhio ai nostri cari amici appassionati di fantascienza. Guardate un po’…

Lingua Come dire “Buon Compleanno”
Afrikaans Veels geluk met jou verjaarsdag!
Albanese Urime ditelindjen!
Alsaziano Gueter geburtsdaa!
Amarico Melkam lidet!
Arabo ‘Eid milaad saeed! oppure Kul sana wa inta/i tayeb/a! (mascule/feminile)
Armeno Taredartzet shnorhavor! oppure Tsenund shnorhavor!
Assiro Eida D’moladukh Hawee Brikha!
Austriaco-Viennese Ois guade winsch i dia zum Gbuadsdog!
Aymara (Bolivia) Suma Urupnaya Cchuru Uromankja!
Azerbaijano Ad gununuz mubarek! (per persone più grandi di te) Ad gunun mubarek!(per persone più piccole di te)
Basco Zorionak!
Belauan-Micronesian Ungil el cherellem!
Bengalese (Bangladesh/India) Shuvo Jonmodin!
Bicol (Filippine) Maogmang Pagkamundag!
Bislama (Vanuatu) Hapi betde! oppure Yumi selebretem de blong bon blong yu!
Brasiliano Parabéns a você! Oppure Parabéns a você, nesta data querida muitas felicidades e muitos anos de vida.
Bretone Deiz-ha-bloaz laouen deoc’h!
Bulgaro Chestit Rojden Den!
Cambogiano Som owie nek mein aryouk yrinyu!
Catalano Per molts anys! oppure Bon aniversari! oppure Moltes Felicitats!
Chamorro Biba Kumplianos!
Chinese (Fuzhou) San Ni Kuai Lo!
Chinese-Cantonese Sun Yat Fai Lok!
Chinese-Mandarino qu ni sheng er kuai le
Chinese-Shanghaiese San ruit kua lok!
Chinese-Tiociu Se Jit khuai lak!
Chiness-Hakka Sang Ngit Fai Lok!
Chronia Polla NA ZHSHS
Croato Sretan Rodendan!
Ceco Vsechno nejlepsi k Tvym narozeninam!!
Danese Tillykke med fodselsdagen!
Olandese Hartelijk gefeliciteerd! oppure Van harte gefeliciteerd met je verjaardag!
Olandese-Antwerps Ne gelukkege verjoardach!
Olandese-Bilzers Ne geleukkege verjoardoag!
Olandese-Drents Fellisiteert!
Olandese-Flemish Gelukkige verjaardag! oppure Prettige verjaardag!
Olandese-Frisian Fan herte lokwinske!
Olandese-Limburgs Proficiat! oppure Perfisia!
Olandese-Spouwers Ne geleukkege verjeurdoag!
Olandese-Twents Gefeliciteard met oen’n verjoardag!
Englese Happy Birthday!
Esperanto Felichan Naskightagon!
Estone Palju onne sunnipaevaks!
Euskera Zorionak zure urtebetetze egunean!
Faroes (Faroe island) Tillukku vid fodingardegnum!
Farsi Tavalodet Mobarak!
Finicio Hyvaa syntymapaivaa!
Frabcese Joyeux Anniversaire!
Francese (Canada) Bonne Fete!
Frisone Lokkiche jierdei!
Gaelico (Irish) L‡ breithe mhaith agat!
Gaelico (Scozzese) Co` latha breith sona dhuibh!
Galiciano (Spagna) Ledicia no teu cumpreanos!
Georgiano Gilotcav dabadebis dges!
Tedesco Alles Gute zum Geburtstag!
Tedesco-Badisch Allis Guedi zu dim Fescht!
Tedesco-Bavarian Ois Guade zu Deim Geburdstog!
Tedesco-Berlinisch Allet Jute ooch zum Jeburtstach! oppure Ick wuensch da allet Jute zum Jeburtstach!
Tedesco-Bernese Es Muentschi zum Geburri!
Tedesco-Camelottisch Ewllews Gewtew zewm Gewbewrtstewg. Mew!
Tedesco-Frankonian Allmecht! Iich wuensch Dir aan guuadn Gebuardsdooch!
Tedesco-Lichtenstein Haerzliche Glueckwuensche zum Geburtstag!
Tedesco-Moselfraenkisch Haezzlische Glickwunsch zem Gebordsdach!
Tedesco-Plattdeutsch Ick wuensch Di allns Gode ton Geburtsdach!
Tedesco-Rhoihessisch Ich gratelier Dir aach zum Geburtstag!
Tedesco-Ruhr Allet Gute zum Gebuatstach!
Tedesco-Saarlaendisch Alles Gudde for dei Gebordsdaach!
Tedesco- Saechsisch Herzlischen Gliggwunsch zum Geburdsdaach!
Tedesco-Schwaebisch Aelles Guade zom Gebordzdag!
Tedesco-Wienerisch Ois Guade zum Geburdsdog!
Greco Eytyxismena Genethlia! or Chronia Pola!
Groenlandese Inuuinni pilluarit!
Groningen (Netherlands) Fielsteerd mit joen verjoardag!
Guarani (Paraguay Indiano) Vy-Apave Nde Arambotyre!
Gujarati (India) Janma Divas Mubarak!
Gujrati (Pakistan) Saal Mubarak!
Hawaiiano Hau`oli la hanau!
Ebraico Yom Huledet Same’ach!
Hiligaynon (Filippine) Masadya gid nga adlaw sa imo pagkatawo!
Hindi (India) Janam Din ki badhai! oppure Janam Din ki shubkamnaayein!
Ungaro Boldog szuletesnapot! oppure Isten eltessen!
Islandese Til hamingju med afmaelisdaginn!
Indonesiano Selamat Ulang Tahun!
Irlandese gaelico La-breithe mhaith agat! oppure Co` latha breith sona dhut! Or Breithla Shona Dhuit!
Italiano Buon Compleanno!
Giapponese Otanjou-bi Omedetou Gozaimasu!
Javaans-Indonesia Slamet Ulang Taunmoe!
Jerriais Bouon Anniversaithe!
Kannada (India) Huttida Habba Subashayagalu!
Kapangpangan (Filippine) Mayap a Kebaitan
Kashmiri (India) Voharvod Mubarak Chuy!
Kazakh (Kazakstan) Tughan kuninmen!
Klingon (Star Trek) Quchjaj qoSlIj!
Coreano Saeng il chuk ha ham ni da!
Curdo Rojbun a te piroz be!
Kirghiso Tulgan kunum menen!
Latino Fortuna dies natalis!
Latvian Daudz laimes dzimsanas diena!
Lituano Sveikinu su gimtadieniu! or Geriausi linkejimaigimtadienio progal
Luganda Nkwagaliza amazalibwa go amalungi!
Luxemburghese Vill Gleck fir daei Geburtsdaag!
Macedone Sreken roden den!
Malayalam (India) Pirannal Aasamsakal! oppure Janmadinasamsakal!
Malese Selamat Hari Jadi!
Maltese Nifrahlek ghal gheluq sninek!
Maori Kia huritau ki a koe!
Marathi (India) Wadhdiwasachya Shubhechha!
Mauriziano Creolo mo swet u en bonlaniverser!
Mbula (Umboi Island, Papua New Guinea) Leleng ambai pa mbeng ku taipet i!
Mongolo Torson odriin mend hurgee!
Navajo bil hoozho bi’dizhchi-neeji’ ‘aneilkaah!
Nepali Janma dhin ko Subha kamana!
Niederdeutsch (Germania del nord) Ick gratuleer di scheun!
Norvegese Gratulerer med dagen!
Oriya (India) Janmadina Abhinandan!
Papiamento (Antille Olandesi) Masha Pabien I hopi aña mas!
Pashto (Afganistan) Padayish rawaz day unbaraksha!
Persiano Tavalodet Mobarak!
Pinoy (Filippine) Maligayang kaarawan sa iyo!
Polacco Wszystkiego Najlepszego! or Wszystkiego najlepszego z okazji urodzin!
Portughese Feliz Aniversario! or Parabens!
Portughese (Brazil) Parabens pelo seu aniversario! or Parabenspara voce! or Parabens e muitas felicidades!
Punjabi (India) Janam din diyan wadhayian!
Rajasthani (India) Janam ghaanth ri badhai, khoob jeeyo!
Rumeno La Multi Ani!
Rosarino Basico (Argentina) Feneligiz Cunumplegeanagonos!
Russo S dniom razhdjenia! or Pazdravliayu s dniom razhdjenia!
Sami/Lappish Lihkos Riegadanbeaivvis!
Samoan Manuia lou aso fanau!
Sanskrit (India) Ravihi janmadinam aacharati!
Schwyzerduetsch (Svizzera tedesca) Vill Glück zum Geburri!
Serbo Srecan Rodjendan!
Slovacco Vsetko najlepsie k narodeninam!
Sloveno Vse najboljse za rojstni dan!
Sotho Masego motsatsing la psalo!
Spagnolo Feliz Cumplea–os!
Sri Lankan Suba Upan dinayak vewa!
Sundanese Wilujeng Tepang Taun!
Surinamese Mi fresteri ju!
Swahili Hongera! or Heri ya Siku kuu!
Svedese Grattis pŒ fšdelsedagen
Siriaco Tahnyotho or brigo!
Tagalog (Filippine) Maligayang Bati Sa Iyong Kaarawan!
Taiwanese San leaz quiet lo!
Tamil (India) Piranda naal vaazhthukkal!
Telugu Puttina Roju Shubakanksalu!
Telugu (India) Janmadina subha kankshalu!
Thai Suk San Wan Keut!
Tibetano Droonkher Tashi Delek!
Tulu(Karnataka – India) Putudina dina saukhya!
Turco Dogum gunun kutlu olsun!
Ucraino Mnohiya lita! or Z dnem narodjennia!
Urdu (India) Janam Din Mubarak
Urdu (Pakistan) Saalgirah Mubarak!
Vietnamita Chuc Mung Sinh Nhat!
Visayan (Filippine) Malipayong adlaw nga natawhan!
Gallese Penblwydd Hapus i Chi!
Xhosa (Sud Aficano) Imini emandi kuwe!
Yiddish A Freilekhn Gebortstog!
Yoruba (Nigeria) Eku Ojobi!
Zulu (Sud Aficano) Ilanga elimndandi kuwe!

E per il regalo del compleanno? Beh, per quello non preoccupatevi, ci pensa Giftsitter.com.

 

10850113_10204835123931498_6598497454766797092_n

Esiste davvero il principe azzurro?

C’era una volta…quante volte i nostri sogni da bambine iniziavano proprio così e finivano col bacio del bel principe e il vissero per sempre felici e contenti.

bdB3xdylChi non ha mai fantasticato l’amore romantico di Ariel che rinuncia alla sua vita da sirenetta e alla sua famiglia per trasformarsi in un’umana per vivere accanto al suo Eric, o quante di noi hanno immaginato di essere salvate dal bel principe Filippo, che sfida i pericoli del bosco per amore della sua Aurora e risvegliarla dal sonno eterno, o il bacio del Vero Amore che salva Biancaneve dal morso della mela avvelenata. Tante altre volte invece abbiamo sognato il matrimonio da favola della bella Cenerentola, bramato le sue scarpette di cristallo e il vestito del gran ballo e arrivare in chiesa con una magica carrozza perché in fondo in ognuno di noi si nasconde una principessa.

Fin da piccole siamo state abituare a credere alle favole della Disney e all’esistenza del principe azzurro, cresciamo con l’idea che un giorno il nostro Principe busserà alla nostra porta e ci salverà grazie ad un bacio o ad una scarpetta e vivremo per sempre felici e contenti. Nella nostra piena innocenza e inconsapevolezza,infatti, viviamo nella speranza di incontrare una persona che in tutto e per tutto si avvicini a questa descrizione.

images (1)Ma la vita non è sempre una favola e cuori delle piccole donne che hanno creduto a quelle favole, crescendo vengono spezzati e le delusioni le trasformano in principesse ciniche o in streghe cattive dal cuore avvelenato e non sempre il bacio del principe riesce a salvarle.

Ma il principe azzurro esiste davvero nella realtà o è solo un prodotto della nostra fantasia?

Quanti cuori sono stati spezzati e quanti sogni infranti da delusioni, eppure noi di Giftsitter.com ci crediamo ancora, perché la vita e i sogni sono fogli di uno stesso libro e qualsiasi delusione serve a farci crescere, maturare e a farci imparare dagli errori, e talvolta le favole possono diventare realtà, basta crederci.

Presto le lancette dell’orologio scoccheranno e trasformeranno il vostro sogno in realtà e per il vostro giorno speciale, noi saremo lì con voi, perché come ogni fata turchina che si rispetti, renderemo magico il vostro matrimonio e per la lista nozze? Non preoccupatevi, ci pensa Giftsitter.com!

 

tunisi

Racconti di viaggio: la medina di Tunisi

11734147Viaggiare è sempre stato uno dei miei crucci, qualcosa di cui non riesco fare a meno, che mi rende felice, spensierata e libera. Diciamo che faccio parte di quella tipologia di viaggiatori non convenzionali: amo avventurarmi e perdermi nelle città cercando di immergermi nella cultura del posto piuttosto che limitarsi alle pure mete turistiche. Viaggio da quando ho memoria, ma i vecchi album di fotografie della mia famiglia dicono ben altro: mia madre incinta di me di 7 mesi insieme a mio padre e ai miei fratelli in giro per le strade di un’afosa Madrid. Che dire, ero predestinata! Approfitto quindi dello spazio che Giftsitter.com mi dà giornalmente per appropriarmene un po’ di più del solito e tuffarmi nella memoria dei miei viaggi e, soprattutto, dei miei scontri e incontri di viaggio.

6-knockerViaggiando si ha la possibilità di conoscere culture, tradizioni, storie diverse e meravigliose. Tra i viaggi che mi stanno più a cuore c’è sicuramente la Tunisia: da brava studentessa universitaria che ero, cercavo tutti gli anni di ottenere le borse di studio per l’estero e la mi a meta era sempre quella. Ai tempi sembrava tutto difficile: dovevo studiare, prendere voti alti e sperare che selezionassero me,  ma quando penso che adesso per concedermi un viaggio devo far salti mortali per far quadrare i conti e avere anche un piccolo budget a disposizione, allora apprezzo ancora di più quel che sono riuscita ad ottenere con la mia forza di volontà e tenacia.

Ma torniamo a Tunisi: città poliedrica e enigmatica, dove passato, presente e futuro si confondono. Eppure nel cuore della città c’è un posto dove il tempo sembra essersi fermato e ci si perde tra la fantasia dei racconti de Le mille e una notte. Un luogo risalente al VII sec d. C. che non a caso è stato inserito nel patrimonio internazionale dall’Unesco nel 1981 e che offre un quadro estremamente pittoresco: la medina. Essa ospita numerosi luoghi da scoprire e scrutare, che raccontano storie antiche e tradizioni millenarie.

Ricordo che la mia prima meta appena arrivata a Tunisi è stata il souq dentro l’antica medina. Ancora ricordo come per arrivare alla medina si deve percorrere un lungo viale. Stupefacente è il fatto di poter incontrare, l’una vicina all’altra, una sinagoga, una moschea infine una cattedrale, dimostrazione del fatto che la Tunisia desidera dare un’immagine di sé più tollerante rispetto a molti Paesi arabi, anche se i problemi non mancano, ma non è questo né la sede adatta né il momento per discuterne. Dato che lo stile della città è oramai moderno, la medina è una delle poche occasioni per immergersi nei colori e nei profumi tipicamente arabi: un odore inebriante e inconfondibile che riconoscerei tra mille. Ad attirare la mia attenzione i colori sgargianti delle porte d’ingresso dei numerosissimi bazar, carichi di ogni genere di merce, l’inconfondibile profumo di oggetti in pelle, spezie e tabacco alla mela dei narghilè fumati dagli uomini nei bar, accanto all’immancabile tè caldo alla menta.

bvwcnYHGli affollati vicoli del souq brulicano di turisti, ma ciò non impedisce la possibilità di percepire lo stile di vita del popolo: nel cuore dell’antico souq si trova, infatti, la moschea di Zitouna e una antica scuola coranica. Il tram tram giornaliero è frenetico, chiunque a qualcosa da dire, da vendere e, soprattutto da urlare. Un uomo anziano mi fa segno da lontano e subito credo che sarà l’ennesimo che vorrà vendermi qualche cianfrusaglia che non entrerà mai in valigia. Invece, il vecchietto con la sua andatura “sbilenca” ma spedita mi accompagna sul tetto di uno dei numerosi bazar per osservare un’interessante prospettiva della cittadina. In effetti, questi tetti rappresentano delle piccole opere d’arte in quanto arricchiti con finissime decorazioni, mattonelle in ceramica lavorate a mano che rivestono colonne e piccoli archi. Dopo qualche minuto vado nuovamente giù, nell’affollata medina, in cerca di qualcos’altro. All’ingresso di una casa scorgo due ragazze l’una di fronte all’altra tutte intente a disegnare con l’hennè le loro mani…ci sarà un matrimonio in vista! Continuo la mia camminata e… mi perdo: troppi vicoli, troppe strettoie, troppa confusione e mi ritrovo in un cortiletto isolato.

dsc_1159800Il silenzio viene interrotto da un suono che proviene dalla porta d’ingresso semiaperta di una casa. Esce una donna e ne approfitto per chiedere informazioni per ritrovare la strada principale. Lei mi sorride, mi spiega la strada, ma mi invita prima ad entrare nella casa per bere un tè. Sono molto titubante, ma un po’ per l’incoscienza, un po’ per la curiosità entro. Era la casa di un musicista di ud, una sorta di liuto a 7 corde. Ascolto incantata il suono di quello strano strumento in una stanza minuscola, con il soffitto bianco e le pareti gialle, le quali sono state decorate con frasi di poesie antiche. La melodia è rilassante e solenne. È forse per questo motivo gli arabi lo definiscono il “sultano degli strumenti musicali”? Bevo il tè, ringrazio e tolgo il disturbo. Il tempo di un giro nel mercato dei profumieri e dei gioiellieri e riattraverso la porta di Francia e ritorno al traffico cittadino.

Quei colori, quei profumi e quei suoni li porto sempre con me, sperando un giorno di poter scoprire sempre posti nuovi. E voi, qual è il viaggio che correste fare?

Come dicevo viaggiare è costoso e non sempre si dispone di un budget sufficiente. Per fortuna quest’anno ho usato Giftsitter per la lista del mio compleanno e i miei amici hanno versato del denaro a sufficienza per poter comprare un biglietto aereo. Quindi scegliete la meta… con Giftsitter.com sarà così semplice che basterà il pensiero.

 

sposa-uomo_650x447

Dress code sposo: sposarsi con stile


abito-da-sposo

Sappiamo che il giorno delle nozze la scena è tutta della sposa, ma è importante che anche il futuro marito sia impeccabile. Non è un giorno qualunque, non è un uomo qualunque e non deve essere un abito qualunque! Anche lo sposo, nel giorno più importante, deve presentarsi al cospetto della sua donna più bello che mai per non passare inosservato e fare del suo look un uomo perfetto. E come le più importanti occasioni, anche per il matrimonio ci sarebbe un galateo da seguire. Anche lui, infatti, deve fare attenzione e seguire alcune regole nella scelta del suo abito: ecco che noi di Giftsitter.com forniamo alcuni suggerimenti, dettaglio per dettaglio, per aiutarlo a non sbagliare.

La scelta dell’abito in base al tono della cerimonia e al vestito di lei e l’abbinamento con gli accessori sono gli elementi indispensabili per stabilire il dress code maschile che, al contrario di quello femminile, è meno soggetto alla moda ma assai più rispettoso delle regole.

Le regole principali da seguire sono relative al momento in cui la cerimonia avrà luogo. Se infatti la cerimonia è prevista per la mattina o il pomeriggio presto, lo sposo dovrebbe indossare un Tight o Mezzo Tight. Se il matrimonio viene celebrato invece sul tardi pomeriggio, sarà meglio indossare il Frac.

Ma andiamo per gradi e vediamo tutte le opzioni che i nostri futuri sposi hanno a disposizione per stupire invitati e ovviamente la sposa.

Vestito-Sposo-Rocchini6Un completo a due o a tre pezzi (con gilet), grigio scuro o blu, è la scelta classica: un vestito elegante riutilizzabile in molte occasioni. Però è anche vero che ormai i nostri sposi, tanto quanto le spose, sono attenti allo stile e preferiscono stupire i propri invitati con qualcosa di meno convenzionale. Ad esempio negli ultimi tempi si è dato spazio all’abito bianco anche per lo sposo: parliamoci chiaro, è molto fashion ma adatto solo a chi lo sa indossare con vera disinvoltura (e che non teme l’ira della sposa). La giacca sarà monopetto senza spacchi, le tasche a bustina e non a toppa. I pantaloni, rigorosamente senza risvolto, sono di moda piuttosto stretti ai fianchi. A seconda della stagione, il completo sarà in lana o in frescolana, più “audaci” i vestiti in raso di seta o nei nuovissimi tessuti tecnici spalmati di proteine della seta che danno l’effetto lucido. Assolutamente no al completo spezzato. No al doppiopetto. E no anche al vestito di lino, che a fine cerimonia risulterebbe stropicciato dando un’area fin troppo trasandata allo sposo. Per qualsiasi look scelto la camicia bianca in cotone o in popeline è sempre perfetta. Con l’abito classico grigio o blu, però, si può giocare il ton sur ton, così chi ha voglia di rompere gli schemi indosserà camicie grigio antracite-quasi nero o blu che s’intonino con il colore del vestito. Attenzione però, sono vietate le camicie celesti e in generale ai toni pastello. No al button down, cioè al colletto le cui punte sono trattenute da bottoncini. Fermo restando il (buon) gusto personale, la cravatta dello sposo che indossa un completo classico dovrebbe essere classica: nei toni dell’argento (non troppo chiaro) o del blu, a motivi minuscoli o tinta unita.

abito-sposo-tight-galateo-1

Il tight è l’opzione più elegante, adatto a una cerimonia solenne che si svolga di mattina, con sposa in lungo e strascico. In effetti è anche chiamato morning dress proprio perché non va indossato oltre le 18:00 in Italia, rigorosamente non oltre le 16:30 nel Regno Unito. L’abito si compone di tre pezzi. La giacca grigio antracite o nera con un solo bottone. Corta davanti, mentre dietro si prolunga con due code che scendono fino al ginocchio. I pantaloni sono grigi appena gessati, di taglio dritto e senza risvolto. Il gilet, mono o doppiopetto, di solito è in raso grigio chiaro, anche se il colore tradizionale è beige tendente al giallo. Si indossa con camicia bianca e plastron o cravatta di seta grigi. Secondo il galateo, il tight richiederebbe guanti e cilindro che però non vanno indossati durante la cerimonia, ma tenuti in mano e appoggiati all’inginocchiatoio. La scelta del tight impegna i testimoni e i padri degli sposi a vestire lo stesso capo quindi se avete intensione di indossare questo capo, ricordate di informare per tempo i vostri testimoni. Il mezzo tight è simile, ma la giacca è senza code (e non richiede guanti e cilindro): perfetto per cerimonie eleganti ma meno sfarzose. Mi raccomando, le trasgressioni non concesse a chi ha scelto tight e mezzo tight: la camicia in questo caso deve essere bianca, in cotone, con polsini alla francese, da gemelli, e collo rigido inamidato con punte ripiegate. Il tight va indossato con il plastron, una larga cravatta annodata o fermata da spilla gioiello. La usavano i cavalieri partecipanti alla caccia alla volpe per avere a portata di mano una fascia di stoffa abbaastanza larga da poter eseguire una fasciatura d’emergenza in caso d’incidente.

fracLa scelta del frac come abito per il matrimonio è senza dubbio legata ad una cerimonia importante, elegante e prestigiosa, e per questo motivo il galateo del matrimonio prescrive di non indossarlo mai per cerimonie di giorno, ma solo per quelle previste dopo le 18.00 di sera. Le componenti essenziali di questo abito da sposo sono la giacca nera con “code di rondine” e risvolti in seta e soprattutto le due file di bottoni (tre per lato, non di più) poste obliquamente alla giacca, a puro scopo ornamentale. I pantaloni saranno neri, senza piega né risvolti, con due bande di raso laterali larghe qualche millimetro che corrono lungo l’esterno della gamba per tutta la sua lunghezza. Il gilet di piquet bianco operato e raramente nero. Ovviamente anche qui useremo i guanti di capretto bianco o seta bianca, un mantello nero, di lana, cachemire, o anche seta e il cilindro di seta nera. Rigorosamente papillon e camicia bianca predisposta con il polsino alla francese, cioè doppio e con doppia asola.

Qualsiasi look scegliate, ricordate che i gemelli, generalmente in oro, giallo o bianco, sono gli unici gioielli concessi allo sposo (oltre la fede, naturalmente) e vanno messi in mostra: il polsino della camicia deve sporgere di un paio di centimetri dalla giacca.

E allora cosa voler di più? Anche lo sposo deve fare la sua scelta per un giorno unico che si spera indimenticabile e irripetibile.

Avete scelto cosa indossare per il giorno del vostro matrimonio? E avete scelto la lista nozze? Con Giftsitter.com: sarà così semplice che basterà il pensiero.

 

bigstock-people-3d-cinema-18311384

Tutti al cinema per festeggiare il compleanno

La festa di compleanno è un momento importante che va ricordato nel migliore dei modi, magari anche con uno stile originale. Come sempre noi di Giftsitter.com cerchiamo di proporvi tutti i trend del momento in materia di festeggiamenti di ogni tipo. Ad esempio, una delle ultime mode è quella di festeggiare il grande giorno al cinema, con soluzioni del tutto innovative e che lasceranno sorpresi i vostri ospiti. Ovviamente è il festeggiamento ideale per i cinefili, per quelli che non resistono al popcorn scoppiettante e non perdono nemmeno un’uscita del proprio regista preferito.

Cinema-Paradiso-3Immaginate quindi di essere appassionati di cinema e di condividere questa passione anche con i vostri amici, e di realizzare una festa “a tema”, del tutto azzeccata e sicuramente inusuale.
La cosa più divertente è certamente la possibilità di scegliere anche il film più adatto. In questo caso bisogna considerare sia i gusti del festeggiato sia degli ospiti, in modo che la scelta possa anche incontrare quelli degli altri. Potete quindi scegliere tra film fantasy, horror, avventura, commedia o d’animazione sorprendendo tutti e facendogli trascorrere una serata molto particolare.

Ma come fare? Come per ogni festa bisogna sapersi organizzare per tempo contattando una struttura multisala che offre questo servizio. Alcuni sono molto ben ideati nel senso che offrono un vero e proprio pacchetto tutto incluso: film, bibite, popcorn, addobbi della sala. Ma, alcuni cinema offrono soltanto la sala in base anche al numero degli invitati e lasciano al festeggiato la possibilità di occuparsi dell’allestimento della sala e del rifornimento di vivande.

Anche la sala che sceglierete sarà commisurata al numero degli invitati e potrete anche riuscire ad ottenere un buon prezzo, sopratutto se gli inviatati sono tanti, pagando con una sorta di “sconto-comitiva” o una riduzione del prezzo del biglietto.

 

 

McCormick-Home-Ranch-wedding-christmas-wedding-snow-bridal-fashion-arinab-photography-arina-borodina-vintage-rentals

Idee per organizzare un matrimonio romantico a tema natalizio

Avete mai pensato di organizzare il vostro matrimonio in inverno? No? Perché mai? Date retta a noi di Giftsitter.com, il tema del freddo è assolutamente tra le ultime tendenze in fatto di matrimoni. Sposarsi in inverno è infatti diventato un nuovo must, complici le atmosfere davvero suggestive del Natale e qualche vantaggio economico. Insomma chi lo ha detto che il matrimonio in inverno è meno affascinante di un matrimonio in estate? Chi l’ha detto che sposarsi in inverno è una soluzione di serie b?

chocolate-1_okIn inverno, in primis, troverete una grande scelta per quanto riguarda la location del ricevimento vista la grande disponibilità di date e i prezzi solitamente più vantaggiosi. Dato anche il tema natalizio potrete osare con Hotel di lusso, castelli, dimore storiche o baite in montagna. Perché no, un’ampia sala riscaldata dal fuoco del camino e illuminata da scenografici lampadari di cristallo sarà una cornice ideale per il vostro banchetto di nozze. Altrimenti ricreate un giardino d’inverno con alberi secolari coperti di neve (finta mi raccomando) per ricreare una atmosfera molto suggestiva e magica! Per quel che riguarda il menù, via libera alle carni rosse e alla selvaggina e come primi piatti, alle paste ripiene e ai sughi saporiti, accompagnati da vini rossi anche invecchiati. Come torta nuziale potete proporre anche un tipico dolce invernale come il marron glacé oppure far decorare dolci e dolcetti a tema natalizio. Una chicca: fate predisporre al centro del buffet di dolci una fontana di cioccolata fondente, calda e avvolgente, nella quale intingere frutta, biscotti e praline!

Winter-Indian-Weddings-1024x640Inoltre, l’inverno è per antonomasia la stagione fredda dell’anno, pertanto le scenografie e gli addobbi floreali che sceglierete dovranno puntare a creare calde atmosfere attraverso l’uso di fiori ed elementi vegetali uniti alla meravigliosa magia del tocco di luci, candele, perle e cristalli, usati per impreziosire ogni ambiente. Gli stessi elementi di decoro come vasi e contenitori di ceramica o di vetro potranno essere vestiti a festa con tessuti preziosi come velluto, feltro e lane mohair. Respirare un’atmosfera natalizia sarà inevitabile in un matrimonio a dicembre, quindi giocateci e introducete nel vostro matrimonio elementi come il ghiaccio, la neve e il muschio. Ovviamente andranno bene anche le romanticissime rose, ma accostatele al biancospino, pungitopo, sempreverdi, rami di pino e abete da decorare con nastri di tulle e argento. Un’idea originale potrebbe essere quella di usare delle pigne dipinte come divertenti segnaposto e regalate una palla di natale oppure un oggetto in cristallo che richiami il ghiaccio ai vostri invitati. Per i centri tavola accostate ai fiori bacche rosse, candele e candelabri a profusione, per creare un ambiente intimo e romantico. L’ambiente si scalda e si arricchisce dalla scenografia dando vita ad un’atmosfera elegante, romantica e ovattata.

weddingstylist.jpg1_Quindi attenti ai colori: le spose più romantiche non potranno fare a meno di un allestimento “total white”, essendo il bianco il colore principe di un matrimonio in dicembre, giocando con le tonalità più fredde o più calde e argento. Il matrimonio di dicembre dal tocco natalizio privilegerà essenzialmente due abbinamenti di colore: rosso-bianco e verde-rosso. Il matrimonio rosso e bianco è elegantissimo e si presta benissimo a giochi d’effetto decorativi con elementi e oggetti rubati al cake design come biscotti, confetti decorati con fiori di zucchero, cake pops e mini cake, piccoli cadeaux dolci, attraverso allestimenti giocosi in tema con la festa natalizia, per un allestimento dal tocco minimal ma molto originale, rispetto al più classico abbinamento verde-rosso. Nel matrimonio verde rosso, si potranno usare anche le classiche stelle di natale. Occorrerà prestare moltissima attenzione agli abbinamenti dei verdi disponibili in dicembre, passando attraverso il verde-grigio dell’eucalipto, della cineraria e dell’abete argentato, al verde brillante della tuia, fino al verde scuro dell’abete, del pino e dell’Ilex, combinati sapientemente per creare un’armonia d’insieme e quel magico fil rouge ad incorniciare l’intero evento. Infine, per le spose che proprio non potranno fare a meno dei colori vivaci, si potranno privilegiare i toni caldi dei fiori arancioni, gialli o tonalità oro, il cui colore e calore porterà alla mente dei vostri invitati l’atmosfera di un camino acceso.

cool-winter-wedding-grooms-attire-ideas-11Per quel che riguarda il dress code degli sposi bisogna dire che il look invernale è forse molto più elegante e raffinato di quello estivo. Se è il vostro lato freddoloso a prevalere, perché rischiare l’ipotermia quando si può essere impeccabili ed altrettanto femminili tenendo al calduccio qualche centimetro in più di pelle? Braccia coperte, dunque, ma che si intravedono sensualmente tra i tessuti composti da veli, pizzi e merletti. Per adornare l’abito da sposa si potrà scegliere fra un’infinità di accessori come soprabiti, cappelli o polsini di pelliccia, guanti, spille, sciarpe e meravigliose stole di lana. Le possibilità sono molte di più che nel periodo estivo. Se si vuole osare ai piedi si possono calzare stivaletti e stivali, con o senza tacco, oppure dare un tocco di colore come l’oro, l’argento o il rosso: c’è da sbizzarrirsi anche con le scarpe! Altro punto a favore per le spose freddoline sono le calze, secondo il bon ton, dovrebbero essere indossate sempre, estate o inverno che sia. Ma se d’estate ormai sono sorpassate, in inverno ci danno un valido aiuto! Quindi via libera alla calza, che però non può essere indossata con sandali gioiello o scarpe aperto, ma va d’accordo con un paio di eleganti e classiche decolleté. Per lo sposo, invece, è da preferire l’abito scuro, elegante e classico. Inoltre è indispensabile un cappotto o soprabito in lana o velluto nero o colorato per spezzare un po’, da togliere rigorosamente all’ingresso in Chiesa. Gli accessori più in voga in questo periodo sono sostanzialmente cravatte e panciotti in velluto ricamato.

Un’altro vantaggio di un matrimonio invernale è la possibilità di scegliere come meta per il viaggio di nozze un’isola tropicale dove svernare. Noi di Giftsitter ve ne abbiamo suggerite alcune in questo articolo. Si tratta sostanzialmente di mete esotiche a go-go quindi, come Caraibi, Maldive, Seychelles, Zanzibar: ce n’è per tutti i gusti e tutte le tasche!

Il matrimonio invernale vi affascina? Potrete organizzare il vostro matrimonio romantico anche con l’ausilio di Giftsitter.com per la lista nozze e la lista viaggio di nozze in un’unica soluzione: sarà così semplice che basterà il pensiero.

1471927_555314894539261_985029628_n

Showcooking: idea originale per un evento in grande stile!

Uno dei momenti più ricordato negli anni dagli invitati nelle feste private o nei matrimoni è sicuramente il ricevimento. È per questo che molti si mettono alla ricerca di proposte originali e alternative per intrattenere gli ospiti e rendere il proprio evento unico nel suo genere. Sulla scia dei programmi televisivi di cucina che fanno maggiore audience, è sempre più di tendenza presentare nei party privati o nei matrimoni uno spettacolo culinario di showcooking.

Chef e maestri pasticceri si cimentano nella preparazione di specialità e prelibatezze proprio sotto gli occhi di tutti i presenti offrendo uno spettacolo di grande impatto scenografico. Quindi lo chef cucina dal vivo, davanti a un pubblico, trasferendo ricette, trucchi e curiosità alla platea su piatti che verranno subito dopo assaggiati. La formula è divertente: si mangia e si impara insieme.

flambe_3.11124126Lo showcooking è un tipo di intrattenimento adatto ad ogni occasione, ma sicuramente è l’ideale per grandi eventi come matrimoni, feste di laurea o compleanni in grande stile.

Il cibo da scegliere è vario e si può scegliere in base al tipo di ricevimento che andiamo a organizzare e alla location. Fritti misti, pizza espressa, pasta fresca, grigliate, sushi o dolci: tutto può andar bene! Se volete stupire maggiormente i vostri invitati, scegliete qualche ricetta che utilizzi la tecnica flambè: sarà un’esperienza indimenticabile!

Lo showcooking è un vero e proprio evento nell’evento. In effetti esistono molti ristoranti che organizzano eventi culinari di questo genere nei propri locali al fine di proporre un connubio tra degustazione e divertimento.

Vi piace come idea per i vostri ricevimenti? Scegliete la ricetta giusta e per la lista regalo affidatevi a Giftsitter.com e esaudirete tutti i vostri desideri con un semplice click!

 

marry-me

La proposta di matrimonio più grande del mondo è lunga 7163 km

Chi non sogna una proposta di matrimonio da Guinness World Records? Di sicuro non è da tutti, ma oggi la futura sposa dell’artista giapponese Yassan è tra le più invidiate al mondo. Per dirla alla maniera di Vincente Minnelli, l’amore non misura più 12 metri come nello storico film del 1954 da lui diretto, ma 7163 chilometri. Infatti l’artista giapponese ha voluto scrivere alla propria compagna quanto grande fosse il suo amore per lei. Badiamo bene, per grande si intende proprio una scritta lunga appunto 7163 chilometri che si estende per tutto il Giappone, mica robetta. Non un semplice muro, ma una vera e propria lavagna creata usando il GPS dove scrivere una frase tanto semplice quanto d’effetto: “Marry Me” (sposami) con tanto di cuore annesso.

Una follia (d’amore, se preferite) cominciata nel 2008 quando Yassan si accorse che era lei e solo lei l’unica e insostituibile donna della sua vita. All’improvviso quindi l’idea: abbandona il lavoro e si mette in viaggio per compiere la sua impresa eccezionale. Il tutto all’insaputa della sua amata e rischiando anche di perderla (sfido chiunque delle gentili signore che stanno leggendo questo articolo a lasciar correre e non infuriarsi se alla domanda “dove stai andando mio caro?” la risposta è “in giro”). L’amore vince su tutto? A quanto pare sì.

Dopo aver attraversato il Paese a piedi, in traghetto, in auto e in bici, Yassan traccia la traiettoria con il Gps. Quindi torna da lei per mostrarle, tramite Google Maps, la grandezza del suo sentimento. Nonostante la grafia non sia delle migliori, quella dichiarazione d’amore, lunga 7163 km, da Hokkaido a Kyushu, non poteva non conquistarla e ovviamente la fortunata ha detto di sì.

E voi? Siete dell’idea che la proposta debba essere stravagante o tradizionale? Avete già deciso come fare la vostra proposta di matrimonio?

Se dovesse dirvi di sì accettate un consiglio, per la la lista nozze affidatevi a Giftsitter.com e esaudirete tutti i vostri desideri con un semplice click (senza dover fare tutti questi chilometri)!